Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Martedì 20 Ottobre 2020

Festa del torrone: Cremona riparte dal suo dolce simbolo

torrone

Il torrone rende grande Cremona, con questa anteprima della festa che si tiene ogni anno

Il torrone è la grande tradizione del cremonese e così la sua festa annuale che, nonostante le difficoltà del periodo, si terrà questo weekend dal 16 al 18 ottobre.

Vuole essere un segnale di speranza– ha dichiarato Stefano Pellicciardi, organizzatore dell’evento- per un ritorno alla normalità che tutti auspichiamo. Quest’anno il palinsesto di spettacoli e appuntamenti
è molto più ridotto rispetto agli altri anni, ci sarà un numero di espositori più esiguo, ma l’evento rimarrà immutato, per questo lo definiamo “anteprima”. Il vero protagonista della kermesse, più degli anni scorsi, è il torrone che verrà in tutte le sue forme, attraverso showcooking, degustazioni, disfide gastronomiche, e con la vendita del prodotto proveniente da tutto il territorio nazionale”.

Per l’occasione verrà costruito un torrone oversize di sei metri, con l’assegnazione del titolo “Ambasciatore del Gusto 2020” al pasticcere Alessandro Del Trotti.

I premi assegnati alle donne di Cremona

E quest’anno il Premio Torrone d’Oro viene assegnato a quattro donne che hanno rappresentato  il territorio cremonese  in Italia. Sono Sasha Achilli, la filmmaker che ha firmato un docufilm sull’emergenza Coronavirus all’ospedale di Cremona; Lena Yokoyama, la violinista che suonò sul
tetto dell’ospedale di Cremona durante il lockdown, trasmettendo un segnale di speranza a tutto il mondo; Elena Pagliarini, l’infermiera dell’Asst di Cremona, protagonista dello “scatto rubato” durante un estenuante turno di lavoro durante i mesi più drammatici della pandemia; Francesca
Mangiatordi
, medico di pronto soccorso all’ospedale Maggiore di Cremona che scattò la foto divenuta simbolo del Coronavirus.

Il premio Bontà

Il Premio Bontà verrà invece conferito allo pneumologo cremonese Giancarlo Bosio che ha lottato in prima linea contro il Covid19 ed ha trascorso gli ultimi mesi prima della pensione in trincea per salvare più vite umane possibili nella città italiana più colpita dal virus in proporzione alla popolazione.

Il programma dell’evento

Venerdì per tutta la giornata nel centro storico saranno presenti produttori di torrone, cioccolato e dolci provenienti da tutta Italia. Inoltre anche un percorso pensato per chi arriva a Cremona per la prima volta: si racconterà la storia della città attraverso gli eventi più significativi che saranno narrati guardando alcuni tra i monumenti più importanti come la visita guidata al Museo del Violino; visite ai monumenti più rappresentativi e in particolare al Torrazzo (la torre campanaria in muratura più alta d’Europa); gite in battello e itinerari a piedi studiati per l’occasione e altro ancora.

Sabato. Showcooking nel cuore della città durante il quale si alterneranno ai fornelli gli chef e pasticceri. In prima linea il Ristorante Al Quarto di Cremona: Andrea Regonati, Stefano Minchillo e Davide Wang che proporranno un innovativo e goloso dolce al torrone appositamente ideato e realizzato per la festa.

Domenica verranno assegnati i primi e sarà realizzata in piazza la maxi scultura di torrone nella splendida cornice di Piazza del Comune dall’azienda Rivoltini Alimentare Dolciaria.