Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Domenica 17 Dicembre 2017

Guida Michelin 2018 tra nuove stelle e rovinose cadute

guida michelin 2018

È il St. Hubertus di Norbert Niederkofler a conquistare le ambite Tre Stelle della Guida Michelin 2018. Carlo Cracco e Claudio Sadler invece retrocedono perdendo entrambi una stella. Questo e tanto altro è successo alla presentazione della nuova edizione della guida rossa. Ecco tutte le novità di questa 63a edizione

Ci siamo. al Teatro Regio di Parma è stata presentata la Guida Michelin 2018 (ve lo avevamo anticipato qui). L’attesta è stata lunga ma finalmente abbiamo i risultati. Le novità di questa 63a edizione sono state tante. Un nuovo Tre Stelle illumina il panorama dei ristoranti in Italia, qualche regione ha guadagnato alcune Stelle e altre le hanno perse. Ma andiamo con ordine.

Con lo stupore di molti, Carlo Cracco ha perso una stella, e con lui anche Claudio Sadler, entrambi a Milano. La città meneghina però ne ottiene subito altre con il ristorante Contraste con lo chef Mathias Perdomo e con Trussardi alla Scala di Roberto Conti.

Nuova stella al Refettorio di Bob Christof di Conca dei Marini, la Serra di Luigi Tramontano a Positano, La Locanda del borgo di Luciano Villani vicino ad Avellino e Cum Quibus di Alberto Sparacino.

Altra pioggia di stelle per Villa GiuliaCulinaria im FarmerkreuzFlorian MaisonUndicesimo Vineria a Treviso e Larossa ad Alba. E ancora: l’Osteria dell’Alborina, Poggio Rosso di Fabrizio Borraccino, Perillà, D.One Restaurant, Essenza di Eugenio Boer a Milano, Glam di Enrico Bartolini a Venezia, Berton al lago a Como e l’ultima delle 22 nuove stelle è per Alessio Longhini, allo Stube Gourmet.

Magnolia di Alberto Faccani a Cesenatico prende la seconda stella come anche la Siriola di Matteo Metullio e il VUN di Matteo Aprea. 

Nella Capitale arrivano invece le stelle di Fabio Cervo con il ristorante La TerrazzaAll’Oro di Riccardo di Giacinto e di Tordomatto dello chef Adriano Baldassarre.

Ma come abbiamo anticipato, grandi cambiamenti ci sono stati anche in vetta alla classifica. Diventano 9 i ristoranti Tre Stelle in Italia. La new entry è Norbert Niederkofler del St.Hubertus a San Cassiano che si va ad aggiungere ai super premiati dalla Guida Rossa Bottura, Cerea, Heinz Beck, Massimiliano Alajmo, Crippa, Anne Feolde, Niko Romito e Giovanni Santini.