Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

Il Grottino: accoglienza e buona tavola a Gualdo Cattaneo

il grottino

In provincia di Perugia, nell’incantevole borgo medievale di Gualdo Cattaneo, Il Grottino è un piccolo scrigno di ospitalità e cucina autentica dove riscoprire i profumi e i sapori veraci del territorio umbro.

Arroccato sulle pendici dei Monti Martani, tra morbide valli e paesini incantati in provincia di Perugia, Gualdo Cattaneo è un piccolo borgo medievale dove si respira la storia e la cultura dell’Umbria più autentica. Tra i suoi vicoli c’è Il Grottino, un residence che offre ai propri avventori un’accoglienza calda e familiare e una cucina in grado raccontare il territorio attraverso le sue materie prime d’eccellenza.

Il progetto è a opera di Giorgiana Guidi e Raffaele Tomaino, imprenditori romani già impegnati nel mondo della ristorazione. Il loro obiettivo è quello di far conoscere questo incantevole borgo ai turisti ma, allo stesso tempo, di renderlo meta di pregio anche per gli stessi abitanti delle località vicine.

Questo progetto è nato proprio come una sfida. – raccontano Giorgiana e Raffaele – Arriviamo da Roma e abbiamo scoperto in Gualdo Cattaneo un luogo magico e bellissimo ove mancava un’attività in grado di accogliere e offrire una proposta gastronomica di livello. Il nostro obiettivo è animare questo spettacolare borgo, rendendolo una meta dove trascorrere una piacevole serata per i visitatori locali e un luogo di cui innamorarsi per i turisti. Facciamo vivere ai nostri clienti un’esperienza di bellezza a 360 gradi, a partire dal soggiorno nelle nostre camere, passando per l’aperitivo, fino alla cena con proposte dalla cucina e dalla brace”.

il grottino

Vogliamo che la vita scorra tra i vicoli di questo paese che è un piccolo gioiello: per questo il venerdì e il sabato sera (e in estate quasi ogni sera) offriamo anche intrattenimento musicale, con serate di musica jazz live, di cui l’Umbria è patria d’elezione. Gualdo Cattaneo è un borgo magnifico da vivere e lavoriamo con l’obiettivo di farlo conoscere: già nei primi periodi di attività, nonostante il contesto storico, le risposte sono state entusiaste“.

L’ambiente

La parte ricettiva de Il Grottino è composta da quattro camere disposte al primo piano, luminose e accoglienti, con un’incantevole vista sulla piccola piazza e sul campanile della cittadina. D’altra parte la struttura è frutto della recente ristrutturazione dell’antica canonica, cioè la residenza del parroco della chiesa.

Al piano terra, una porta conduce nello spazio adibito a ristorazione. È composto, oltre che alla sala interna con griglia a vista, anche da un delizioso terrazzo che accoglie gli avventori anche in inverno grazie alle pareti in cristallo e da un dehor esterno per l’estate.

La proposta gastronomica

Il menu de Il Grottino, come dicevamo, è incentrato sui sapori autentici del territorio e sulle materie prime locali. A guidare la cucina c’è lo chef Marco Micucci, perugino doc che ha fatto del cibo la sua passione. Figlio d’arte, da sempre impegnato dietro ai fornelli, Micucci lascia esprimere la sua vena creativa e il suo dinamismo in una proposta che coniuga la tradizione umbra alla voglia di novità.

La carta si compone di piatti dai sapori genuini, realizzati a partire da ingredienti a chilometro zero, attentamente selezionati dai fornitori di aziende locali, come le verdure provenienti da Cannara o l’immancabile tartufo nero, prezioso gioiello gastronomico del luogo.

I piatti

Tra antipasti si possono trovare il Tagliere di salumi dell’azienda Torre Brado, di Giano dell’Umbria, specializzata nell’allevamento di suini in stato semi-brado, e il Tortino di patate con cremoso di parmigiano e tartufo nero di Norcia. O ancora l’Uovo soffiato al tartufo, preparato in doppia cottura e servito in un padellino di rame.

Si passa poi ai primi, dove la stagionalità è protagonista. Imperdibili i Ravioli di barbabietola ripieni di burrata con crema di zucchine e menta, alici del Cantabrico, melone e coulis di datterini gialli. O ancora gli Strangozzi fatti a mano con asparagi e guanciale. Indiscusso simbolo di regionalità anche lo Spaghettone Piero Mancini al tartufo. Un grande classico dal sapore intenso e deciso.

Tra i secondi, uno dei cavalli di battaglia è il Maiale abbracciato sfumato al Sagrantino e guanciale croccante. Ma, come anticipato, la sala interna è dominata dalla griglia a vista. Qui vengono cotti, dalle sapienti mani di Damiano Morici, tagli pregiati provenienti dai migliori fornitori. Alcune di esse vengono lasciate a frollare a temperatura controllata anche per 60 giorni per far sì che risultino tenere al palato. Si possono trovare selezioni nazionali e internazionali. Tra questi la Manzetta Prussiana e la Vacca Starj ma anche il Filetto Irlandese e la Costata Galiziana oltre all’Agnello umbro, cotto rigorosamente alla scottadito.

Dulcis in fundo il Tiramisù del Grottino e la Cheescake variegata cocco e nocciola.

Ma non è tutto. Tra le vie del paese, poco distante dalla struttura principale, sorge anche La Bottega. Una vera e propria dispensa a vista dove acquistare i prodotti utilizzati in cucina dallo chef. Un modo unico per portare a casa propria un ricordo dell’esperienza vissuta tra le pareti de Il Grottino.

Info utili

Il Grottino

Piazza Beato Ugolino, 5 – 06035 Gualdo Cattaneo (PG)

Tel. 0742 760228 – Cel. 344 2648124

Orari: martedì-giovedì 19:00-23.30; venerdì-domenica 12:00-15:00 e 19:00-23:30. Lunedì chiuso

Sito