Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

Hotel Butterfly: a Roma la cucina asiatica all’ombra dello Stadio Olimpico

Hotel Butterfly

Nigiri, sushi e gyoza, ma anche ceviche e drink a base di yuzu, sakè e mezcal. È all’insegna dei sapori del Sol Levante la nuova proposta gastronomica dell’edizione 2022 di Hotel Butterfly che, come ogni anno, spalanca le sue ali sulle notti dell’estate romana.

Ha riaperto le porte Hotel Butterfly, il locale fuori dagli schemi di Giancarlo Battafarano e soci che, per il sesto anno consecutivo è tornato ad animare le serate dell’estate romana tra musica dal vivo, djset, drink esclusivi e buon cibo.

Il locale

In un luogo incantato, frutto della miscela unica delle ispirazioni fiabesche e fantasy alla Lewis Carroll con le architetture stilistiche dei primissimi del ‘900 di stampo Bauhaus, l’Hotel Butterfly, fino all’8 ottobre, porta ai romani l’estate come in un sogno. Posto ai piedi di quel muro verdeggiante che unisce Monte Mario al Foro Italico è stato stilisticamente pensato dalla proprietà insieme al designer Matteo Parenti che ha saputo unire l’atmosfera del verde notturno e misterioso del luogo allo stile minimal delle architetture e dei dettagli in ferro.

Aperto tutta l’estate per chi resta in città o per chi ci torna solo di passaggio, l’Hotel Butterfly quest’anno propone ben due novità, lo spazio del Bosco Parallelo, frutto del recupero e della bonifica di un ex-vivaio abbandonato che trovava là la sua sede, e la proposta della cucina, pensata insieme a Roberto Salvati, di Koji Nakai (già proprietario di Nakai).

Il Bosco Parallelo è un luogo – ma sarebbe meglio dire un multiverso oltre tempo e spazio – che si trova all’estrema destra rispetto al Garden in cui le atmosfere create dalla musica sensoriale si mescolano alle percezioni ottiche prodotte dalle proiezioni luminose di un universo mistico e altro. Luci, colori e suoni si fondono con la vegetazione naturale del luogo alla quale come flora si vanno ad aggiungere palme e piante di agave con richiamo alla selezione di mezcal e tequila del brand Casamigos che si possono trovare in questo spazio dell’Hotel Butterfly.

La proposta gastronomica

Per quanto riguarda la cucina nippo-asiatica di Nakai nel menù si alternano Gyoza e Takoyaki con selezioni di cruditè come carpacci e tartare, con menzione speciale per la Ceviche Japanese Style con ricciola, pomodorini, avocado, wakame, suggo di yuzu e shiso.

Per la parte sushi ci sono i Nigiri di tonno, salmone, gambero, ricciola e capasanta, gli Hosomaki e i Roll, in versione anche veg. Tra i roll è sicuramente da provare l’iconico Butterfly con tonno e avocado in crosta di mandorle e top di tartare di tonno piccante.

Ma visto che la cucina giapponese non è solo sushi in menù sono presenti anche tre piatti cotti. Tra questi il Chicken Teriyaki, lo Spicy Salmon, e il Black Cod Saikyo Style, merluzzo nero dell’Alaska Black Code marinato al miso, con yuzu, sake e mirin.

Il momento del dolce anche ha le note del Giappone con una varietà di Mochi per tutti i gusti tè verde, cocco, mango e cioccolato. Una nota di sapore in più nel momento del dolce è nella proposta di dessert al piatto, questa volta firmati da Francesca Minnella pastry chef di Madeleine. Tra questi Tarte yuzu e cocco, Delizia al tè verde, Azuky in Love cake morbido ai fagioli azuki, geleè di lamponi e lamponi freschi.

Per la parte beverage calici di vino o drink realizzati con la consulenza di Koji Nakai e ispirati ai sapori d’Oriente grazie all’uso di sakè, yuzu e liquore alla prugna.

Info utili

Hotel Butterfly

Viale dei Gladiatori 68, Roma

Orari: aperto tutti i giorni dalle 19:00 alle 2:00 fino all’8 ottobre

Tel: 353 409 4744

Pagina Facebook