Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Lunedì 10 Dicembre 2018

Korea Week: una settimana di cultura (e cibo) orientale

Dal 21 al 26 novembre all’Istituto Culturale Coreano di Roma (ingresso gratuito)

Si inizia, come di buona norma, dalla cucina. Perché è qui che si condensano cultura, ritualità e piacevolezza. Si procede con approfondimenti, laboratori, workshop, make-up e musica. Incontri ad ingresso gratuito che spalancano la possibilità di conoscere da vicino una delle più antiche ed ininterrotte civiltà del mondo, con più di 5.000 anni di storia alle spalle. La prestigiosa location è l’Istituto Culturale Coreano, aperto da poco più di mese, in via Nomentana, con stanze tematiche e spazi per approfondire una cultura affascinante pregna di suggestioni. Di seguito l’interessante programma.

K-FOOD (lunedì 21 novembre, 19.00)

Alle ore 19.00, presso la sala multifunzionale (terzo piano) avrà inizio il Cooking Show ‘Taste Korea’ con degustazione della cucina coreana, in collaborazione con il Gambero Rosso. Yumi Seo, chef del ristorante coreano Gin Mi di Milano e Daniel Kim chef del ristorante coreano Galbi di Roma, insieme ai due chef del Gambero Rosso Academy (Mario Piccioni e Gianni Catani) condurranno un Cooking Show presentando alcuni piatti, che verranno serviti ai partecipanti. Un ottima occasione per sperimentare sapori nuovi e imparare ricette tradizionali coreane e alcune ricette rivisitate.

L’incontro è a numero chiuso fino a raggiungimento del numero massimo di posti disponibili. Iscrizione via mail a info@culturacorea.it

piatto-ktasting-k

K-BEAUTY (martedì 22 novembre, 19.00)

Giorno dedicato al Make-up Coreano, divenuto famoso in tutto il mondo in particolare per il rituale di bellezza dello Skin-Care. Ospite d’onore la rinomata Make-up Artist Seo Su jin, truccatrice delle più famose star coreane, che condurrà una lezione di Make up!

19.00 Make up Show con gara di trucco: 5 candidati, precedentemente iscritti tramite il bando lanciato online, si esibiranno in una gara di trucco davanti al pubblico. Il vincitore verrà premiato a fine serata

20.00 Lezione della make up artist coreana Seo Su Jin,

21.00 Performance di K-POP cover dance, premiazione

*nella stessa giornata dalle ore 14 alle 16 la prima lezione di artigianato con carta Hanji, che anticipa la giornata K-Paper del 23 novembre (richiesta iscrizione)

K-PAPER (mercoledì 23 novembre, 19.00)

Una giornata dedicata alla carta coreana Hanji. la carta Hanji, viene prodotta manualmente con la macerazione delle fibre estratte dalla parte interna della corteccia del gelso, ed è riconosciuta a livello internazionale per la sua consistenza che permette la conservazione dei manufatti cartacei ed il restauro. Durante la giornata presenteremo la bellezza di questa carta tramite una mostra allestita nella sala esposizione (Piano 1, aperta dal 22 novembre al 3 dicembre). Si potrà sperimentare la praticità di questa carta nei prodotti di artigianato, acquistabili all’interno di un mini market allestito vicino alla mostra, e durante le lezioni di artigianato (a numero chiuso, iscrizione via mail a info@culturacorea.it . In fine, per stupire la capitale della moda, verranno presentati abiti in fibra di carta tramite la Hanji Fashion Show dalle ore 19.00, presso la Sala Multifunzionale dell’Istituto.

ore 10 – 12 lezione di artigianato con carta Hanji 2, mercato dell’Hanji (richiesta iscrizione)

ore 14 – 16 lezione di artigianato con carta Hanji 3, mercato dell’Hanji (richiesta iscrizione)

ore 18.30 evento pre-apertura Hanji Fashion Show

ore 19.00 cerimonia d’apertura

ore 19.30 Hanji Fashion Show seguita da un leggero ricevimento (cocktail)

* la lezione di artigianato sarà disponibile sia anche il 22 novembre alle ore 14, e il 24 novembre alle ore 10. (iscrizione richiesta)

exp

K-PAPER (giovedì 24, 25 novembre, 19.00)

Due giorni dedicati alla musica Jazz, l’appuntamento è sempre alle 19.00 presso la sala multifunzionale (piano 3). nella giornata di giovedì 24 vedremo esibirsi il gruppo Eungmin Cho Quartet, giovane formazione riunita intorno alla figura del chitarrista EungMin Cho, un mix di musica tradizionale coreana e ritmi e melodie jazz, che rendono particolarissima la musica di questa band, vincitrice fra l’altro con l’album Oriental Fairy del 2015 del Korean Music Award. Il 25 novembre invece appuntamento con il Jazz ‘Asian Scholars, gruppo che utilizza strumenti tradizionali coreani (piri, Samul set) insieme al basso e alla chitarra creando suggestive sonorità fra il jazz, il pop e il folk richiami musicali.

sala

K-TAEKWONDO (venerdì 25 novembre ore 17.00)

Unico appuntamento alle ore 17.00, per permettere anche al pubblico più piccolo di partecipare alla spettacolare performance di arte marziale coreana. Lo sport nazionale coreano, Taekwondo, nato negli anni ’40 e ’50, unisce tecniche di combattimento, volte alla difesa personale, alla pratica agonistica come sport olimpico, e viene praticato in numerose palestre italian. Durante l’evento sarà possibile vedere la dimostrazione di questo sport, presentato da 5 atleti, in collaborazione con FITA, Federazione Italiana Taekwondo.

K-OPERA (sabato 26 novembre ore 19.00)

L’Associazione “Musicisti coreani in Italia”, recentemente esibitesi al Teatro Italia per la rassegna Voci coreane in concerto, alla migliore tradizione lirica italiana – molto amata in Corea – si esibirà con 6 giovani cantanti e un pianista, con le più celebri arie tratte dalla Boheme di Puccini nella trascrizione per voce e pianoforte. Momento particolarmente significativo alla chiusura della Korea Week, dove si potrà vedere come possono creare sinergia la cultura italiana e quella coreana.

Korea Week Roma. Istituto Culturale Coreano, via Nomentana 12. info@culturacorea.it | www.culturacorea.it

k3

La Fortezza di Gongsanseong, Gongju

k2

La sala Injeongjeon nel palazzo di Changdeokgung. Era utilizzata per importanti eventi di stato come l’incoronazione dei re, le udienze reali e i ricevimenti formali di inviati stranieri

k