Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 28 Novembre 2020

L’enoteca itinerante di Walking Wine è la nuova formula dell’enoturismo

walking wine

L’ape enoteca è la nuova frontiera del wine tasting, come non perdere il piacere di una degustazione nel rispetto delle misure di sicurezza alla scoperta delle masserie pugliesi.

La nuova frontiera del wine tasting e dello stare assieme in tempo di pandemia è il picnic con l’ape enoteca sotto gli ulivi secolari ad ammirare le stelle e godersi la campagna. L’artefice dell’originale iniziativa è Graziana Maiorano. L’idea ha suscitato curiosità e ha riscosso grande successo nell’estate ostunese ed è destinata a ripetersi appena le condizioni lo consentiranno.

L’ispirazione è arrivata nel 2016 quando, durante un viaggio a Lisbona, lei e il marito hanno notato un’apecar che serviva vino locale. Domandarsi perché non riproporla in Puglia è stato spontaneo. È una bellissima regione, senza nulla da invidiare, anzi, i paesaggi mozzafiato non mancano e neanche il vino buono. Dal dire al fare il passo è stato breve, nasce così “walking wine”.

“Tutti pensano a mangiare, ma lì dove si mangia, si deve anche bere – sostiene Graziana -. Per questo il nostro progetto è volto alla promozione e vendita di vino esclusivamente pugliese. Con il nostro apecar Piaggio vintage, allestito con cantinette refrigerate arriviamo ovunque ci siano persone che hanno desiderio di un buon bicchiere”.

Il concept è legato al vino ma non solo, ogni serata fa tappa in location sempre diverse per scoprire e valorizzare le aree meno note, è una scommessa con il territorio, si fa rete con gli attori del settore, il pic nic infatti è organizzato coinvolgendo tante realtà: masserie, agriturismi, ristoranti, chef, sommelier e piccoli produttori. Si fa anche cultura, gli ingredienti, i piatti e il vino sono raccontati e spiegati dallo chef di turno e da Ilaria Oliva, una brava sommelier che organizza gli abbinamenti, non si versa e basta!

L’insolito ape car è stato costruito in provincia di Arezzo, è il primo nel suo genere in Italia, l’ape è super accessoriato, ha tre cantinette refrigerate a temperatura variabile, ogni vino è servito alla corretta temperatura di servizio, a bordo ci sono due lavandini con acqua calda e fredda e due batterie al litio che garantiscono un’autonomia dalle sei alle otto ore, ciò consente di raggiungere anche luoghi isolati. Walking wine ha sposato il concetto di sostenibilità e lotta allo spreco, in dotazione ci sono tappeti in juta, cassoni su cui appoggiarsi, coperte per le serate più fresche, boccacci in vetro per servire le portate, i bicchieri sono in vetro infrangibile e le posate in legno.

Il calendario di eventi proggrammato durante l’estate 2020 è stato seguitissimo e ambito, i posti erano limitati per consentire lo svolgimento in sicurezza e nel rispetto delle regole, gli ospiti stranieri sono rimasti entusiasti e affascinati dalla nuova esperienza. Realizzare il tutto non è stato semplice, ha richiesto tenacia e molto impegno soprattutto in un periodo particolare come quello attuale.

Info utili

Walking Wine

Sito

tel. 347 767 8217

Ostuni Br