Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 24 Luglio 2019

Addio a Mirko Stocchetto, inventò il Negroni Sbagliato

Il cocktail nacque proprio per errore, quando il barista, titolare dello storico Bar Basso di Milano, versò nel bicchiere il prosecco al posto del gin

Si è spento oggi all’età di 86 anni Mirko Stocchetto, il barista inventore del mitico cocktail Negroni Sbagliato, frutto appunto di un errore accidentale commesso dal titolare del celebre Bar Basso di Milano: quel giorno mise il prosecco al posto del gin nel bicchiere dove aveva già versato Martini Rosso e Bitter Campari.

Stocchetto, veneziano di nascita, divenne una figura storica del capoluogo lombardo sin dalla metà degli anni Sessanta, quando aprì il suo primo locale in quel di Porta Vigentina. Ma il suo segno indelebile lo ha lasciato con il successivo rilevamento del caffè di Giuseppe Basso in via Plinio, divenuto nel tempo luogo di ritrovo cult per architetti, designer e creativi meneghini attirati dalla capacità di Stocchetto di realizzare dei cocktail inimitabili. Proprio come il Negroni Sbagliato nato per caso ma (vien da dire) non a caso.

Si narra che anche il presidente della Repubblica Sandro Pertini una volta si mise seduto al suo bancone per bere.

Fra le leggende che ruotano attorno alla figura di Stocchetto, anche quella della sua avversione nei confronti del jigger, il dosatore per i long drink. Una lezione imparata anche dal figlio Maurizio, che riferendosi all’arte appresa da suo padre disse in proposito: «Se lo usassi mi sentirei come un acrobata che va al trapezio agganciato a una fune».