Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
ChefNotizie

Niko Sinisgalli e Coldiretti: la pasta alla Don Mario parte alla conquista del mercato estero

Don Mario Niko Sinisgalli

Sabato 17 aprile a Matera, in occasione del Mercato di Campagna Amica, lo chef Niko Sinisgalli presenterà Don Mario. La sua pasta fresca con sugo di pomodoro preparata con prodotti della filiera “Io Sono Lucano” e pronta per esser esportata oltre oceano.

Lo chef Niko Sinisgalli, originario di Matera e romano di adozione, Ambasciatore della cultura enogastronomica della Basilicata 2019, sarà protagonista, nella mattinata di sabato 17 aprile, di un importante evento organizzato in occasione del Mercato di Campagna Amica di Coldiretti. A partire dalle ore 12 presenterà, infatti, la sua “Don Mario“, una pasta fresca condita con un semplice sugo di pomodoro, dalla ricetta segreta, preparato con ingredienti della filiera di “Io Sono Lucano”. Si tratta di un marchio di Coldiretti gestito dalla cooperativa “La Nuova Aurora”.

“Tutti conosciamo questo magico piatto delizioso dal profumo tradizionale e dal sapore del futuro – evidenzia Coldiretti Basilicata – gustoso, profumato, soffice, amato da tutto il mondo e pronto per essere esportato in migliaia e migliaia di quantità all’estero in formato famiglia al dettaglio ed in preparazione anche per il mercato Horeca”. 

don mario

Il progetto

Ed è proprio per questo progetto internazionale che lo chef sta lavorando a una joint venture con “La Nuova Aurora” con l’obiettivo di portare questo piatto in tutto il mondo. Per farlo si utilizzerà una confezione famiglia per 5 persone. Al suo interno, oltre alla pasta, una confezione sotto vuoto di pecorino stagionato, una bottiglia di olio di oliva, un barattolo di crema di pomodori conditi e uno di crema di peperoncino. Tutti prodotti da agricoltori di Campagna Amica.

“Il punto di forza di questa golosità è che la salsa insieme con gli altri ingredienti – aggiunge Coldiretti Basilicata – vengono prodotti totalmente con materie prime di qualità ed una fondamentale attenzione all’ambiente. Per le materie prime, infatti, non sono utilizzati pesticidi e la confezione è totalmente plastic free. Un piatto portavoce del verbo green”.  

In un momento in cui l’Horeca sta sperimentando nuovi fenomeni come il food delivery e l’asporto, lo Chef del Tazio e Maria Rosito, manager nel settore agroalimentare, puntano ad accrescere i rapporti con l’estero esportando uno dei piatti più amati al mondo. Una pasta iconica, simbolo di italianità ma anche di calore familiare, genuinità e amore per il territorio.

“Don Mario” è un piatto signature dello chef, sempre presente nel suo menu anche con le orecchiette fresche, molto amata da vip di tutto il mondo come Dalai Lama, Liam Neeson, Richard Gere, Gerard De Pardieu, Sofia Loren e molti altri. Un piatto che unisce il sapore del futuro al gusto del passato. 

Articoli correlati

Volano le Pizze: Piccola Guida romana ai migliori indirizzi tra Delivery e Asporto / Seconda parte

Sara De Bellis

La pizza: ciò che divide unisce

Giorgia Galeffi

Home Restaurant: la legge approvata alla Camera

Francesco Gabriele