Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 25 Luglio 2021

Nuove aperture d’estate: a Roma inaugura Rever

rever

Amicizia, passione e intraprendenza. Questi gli ingredienti necessari per trasformare un sogno in realtà. Lo sanno bene Matteo Insegno e Fabio Sardella, proprietari del nuovo nato del quartiere Prati di Roma: Rever.

Per aprire un locale in questo momento storico, soprattutto se a Roma e nel quartiere Prati, ci vogliono tanto coraggio e intraprendenza ma anche un pizzico di incoscienza che è tipica della giovane età. Ma quando alla base del progetto ci sono un’amicizia forte, tantissima passione e voglia di mettersi in gioco, le avversità possono esser superate con agilità e il risultato non può che essere più che sorprendente. È il caso di Rever (che in francese significa sognare), il nuovo polo gastronomico a due passi da Piazza Cavour nato dalla lungimirante idea di due giovani ragazzi, Matteo Insegno e Fabio Sardella, di unire l’alta cucina all’arte.

Matteo Insegno e Fabio Sardella

Promessa del calcio e della comunicazione il primo, cuoco abile e attento il secondo, si sono conosciuti nel 2016 e da lì hanno scoperto di avere un sogno comune: creare un’esperienza multisensoriale attraverso sapori, profumi, consistenze e azioni.

Il locale

Rever è un ristorante piccolo e accogliente, arredato in stile minimal con toni caldi del legno e del verde e impreziosito da un vivace giardino verticale. Uno spazio polivalente, incentrato sulla cucina ma adatto anche a ospitare eventi di ogni genere, dalle mostre alle sfilate passando per le temporary boutique e gli spettacoli musicali.

Un grazioso dehor, posizionato proprio di fronte al locale, accoglie i clienti nelle serate più calde, per l’aperitivo e per la cena, tra tavoli in legno e luci soffuse.

La proposta gastronomica

Il menu di Rever è suddiviso in tre proposte differenti. Il pranzo più semplice e incentrato sulle ricette della tradizione, l’aperitivo a base di cornetti salati e una drink list davvero intrigante e la cena, più articolata e stuzzicante, creativa e a tratti sorprendente. Si può optare per il menu alla carta o per uno dei tre percorsi degustazione (da 50, 55 o 60 euro, degustazione vini 20 euro).

In cucina, Fabio punta su una filosofia a km0, stagionale e di alta qualità ma soprattutto “zero sprechi”. Le sue ricette sono studiate per ottimizzare al meglio ogni singolo ingrediente di cui utilizza ogni singola parte. Il risultato sono piatti belli da vedere e intriganti da mangiare. Ogni singola creazione ha un significato. Rappresenta una tappa fondamentale del percorso di crescita umano e professionale dei due ragazzi. Una “cucina del racconto” che appassiona per l’autenticità delle creazioni e per l’intensità dei sapori.

I piatti

I piatti che abbiamo avuto modo di provare sono stati una continua sorpresa. L’entrée Camouflage (baby verdure in diverse consistenze con funghi pioppini, chips di platano, gel di mais ed estratto a freddo di verza rossa) conquista il palato ma anche gli occhi cambiando magicamente colore con l’aggiunta di una goccia di succo di limone. I primo piatto Rosso su Rosso, è un divertente gioco di contrasti tra dolcezza e sapidità. Si tratta di tonnarelli home made mantecati con succo di barbabietola e menta, conditi con fonduta fredda di gorgonzola e decorati con polvere di rapa rossa e ricotta infornata affumicata. Un piatto gustoso da mangiare rigorosamente pescando, in una sola forchettata, tutti gli ingredienti.

E se ancora la cromia di questi piatti non ha conquistato i vostri occhi, lo farà sicuramente il Zona Gialla. Un baccalà in umido su crema di pachino giallo, melanzana arrosto e riduzione di cacciatora.

Noi che siamo curiosi (e golosi) per chiudere il pasto prima del dessert abbiamo assaggiato anche i cornetti salati che da Rever accompagnano l’aperitivo e creano dipendenza. Al loro interno golosissime farciture romane come Cacio e pepe, Carbonara e Amatriciana.

Dulcis in fundo, Biancaneve, una tarte tatin con quenelle di Yogurt greco, coulisse di frutti di bosco e polvere di anice stellato.

rever

La carta dei vini, ancora in evoluzione, comprende un’attenta selezione di bollicine, bianchi, rosati e rossi, ma anche vini dolci e distillati.

Info utili

Rever
Via Pietro Cavallini 25, Roma
Tel: 375 670 4956
Orari: aperto tutti i giorni a pranzo e a cena
Sito