Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Martedì 20 Ottobre 2020

Ripartenza: 4 bottiglie per brindare con gli amici

Oggi si riparte: i winelovers coglieranno sicuramente l’occasione di aprire qualche “bella bottiglia” con gli amici, i familiari o con la persona amata.

Il giorno è giunto: oggi è il 18 maggio. Mai avremmo pensato che, questo lunedì, sarebbe stato così importante per tutti noi.

Finalmente potremo ritrovare la gioia di incontrare gli amici e andare al ristorante (con le dovute cautele, ma questo è sottointeso).

I winelovers coglieranno sicuramente l’occasione di aprire qualche “bella bottiglia” da aprire con gli amici, i familiari o con la persona amata. 

Ecco 4 consigli wine per ripartire alla grande con un brindisi portafortuna. 

Dom Pérignon Vintage 2002 Plénitude 2

Pura energia della luce. Il Plénitude 2 esprime la seconda vita di Dom Pérignon. Dom Pérignon Vintage 2002 Plénitude 2 è un vino di una potenza evidente e autentica, in perfetto equilibrio tra freschezza e mineralità. Delicato e vivace allo stesso tempo, ha un color oro leggero, radioso, che splode di sfumature con la luce. Il vino fa un percorso di quindici anni di lenta trasformazione nelle cantine, esaltando, giorno dopo giorno, le sue potenzialità. 

Al naso, il primo impatto ha sentori esotici ed orientali orientale: frutta candita, frangipane, spezie dolci, coriandolo fresco, zafferano.

Il palato corrisponde al naso, il sapore è opulento con note fruttate. Nell’insieme ogni sorso è estremamente raffinato, con un cuore salino e con deboli accenti di liquirizia. 

Bollicine che si trasformano in momento di gioia e contemplazione. Perfetto per il primo bridisi “da ripartenza”!

Bellavista Riserva Vittorio Moretti 2013

Bellavista Vittorio Moretti 2013

Unione di rare selezioni, questa cuvée di riserva si ispira al carattere del fondatore Vittorio Moretti, da sempre un uomo vitale e coraggioso, pieno di idee innovative, forte e sorridente. La stessa vitalità si ritrova in questo vino, frutto di una attentissima raccolta manuale, pigiatura soffice, fermentazione in piccole botti di rovere, lungo affinamento sui lieviti con tappo di sughero, remuage e dégorgement à la main, tappatura finale con graffa metallica e confezionamento manuale. La cuvée è composta da Pinot nero al 39,4%, chardonnay al 60,6% con una percentuale di vini fermentati in pièces del 57%.

Bellavista Riserva Vittorio Moretti 2013 viene da una stagione particolare: il 2013 è stato caratterizzato da una eccezionale nevicata il 24 maggio, che ha dato al vino un carattere unico e vibrante. L’inaspettata nevicata ha tardato la fioritura, seguita da una lenta e graduale maturazione delle uve. La vendemmia si è svolta senza interruzioni in un settembre asciutto e soleggiato. Bellavista Riserva Vittorio Moretti 2013 si presenta alla vista color giallo oro con riflessi verdi lucenti. Il perlage è finissimo con catenelle pronunciate e continue. Il profumo è dolce di ambra, fiori gialli e miele di erika. Al palato si ritrovano questi profumi iniziali, arricchiti da note di frutta tropicale, un cuore di frutta secca, incenso, agrumi ben maturi e un finale fresco di bergamotto. Un vino energico, divertente, sapido e complesso.

Krug Grande Cuvée 168ème édition

Krug Le Grande Cuvée

Le Grande Cuvée Krug nascono dal sogno di Joseph Krug, di offrire il miglior Champagne ogni anno, indipendentemente dalle variazioni climatiche. Fin dal 1843, la Maison Krug ha onorato questa visione con una nuova Édition di Krug Grande Cuvée, un assemblaggio di 198 vini selezionati da 11 annate diverse. Il più giovane risale al 2012, mentre il più vecchio è del 1996. 

Il punto di partenza della 168esima edizione di Krug Grande Cuvée è la vendemmia del 2012, un anno splendido ma con un raccolto limitato, a causa di una serie di eventi meteorologici che hanno colpito la regione. L’assemblaggio finale raccoglie le uve dell’anno, provenienti da appezzamenti selezionati meticolosamente, unite a vini di riserva di altre 10 annate. Si tratta di una cuvée energica, che al primo impatto esplode con grande freschezza per poi “maturare” nel bicchiere, aprendosi a note più dolci di frutta secca. Il colore è dorato, luminoso ed elegante, il perlage finissimo e vivace. Si ritrovano aromi di fiori appena sbocciati, agrumi, frutta matura e secca, come anche marzapane e pan di zenzero. Al palato, sentori di noce, nocciola, zucchero di canna, composta di frutta agrumata, mandorle, brioche e miele. 

Provatelo con piatti a base di tartufo, scampi alla griglia, cibo Indiano o Marocchino. Ottimo anche con il dessert: provatelo con una torta di carote, una tarte tatin o una cheesecake. 


Ca’del Bosco Anna Maria Clementi 2010

Assoluto. Libero da ogni limite, un vino frutto di un impegno esclusivo, dedicato ad Annamaria Clementi, fondatrice di Ca’ del Bosco e madre di Maurizio Zanella. Nessun compromesso: solo il meglio delle uve selezionate e delle annate migliori nei vari cru sono predestinate a questo vino -imbolo. E solo nelle annate migliori. Il Ca’del Bosco Anna Maria Clementi 2010 è un Franciacorta Riserva composto da uve Chardonnay 55%, Pinot Bianco 25%, Pinot Nero 20%. La vendemmia è avvenuta nei primi dieci giorni di settembre 2010. Le uve sono state raccolte a mano in piccole cassette, codificate e raffreddate in celle frigorifere. Ogni grappolo viene selezionato manualmente e poi lavato con un sistema speciale, tramite tre vasche di ammollo e un sistema per la completa asciugatura. La fermentazione alcolica avviene in piccole botti di rovere, realizzate con legni selezionati e stagionati per almeno 3 anni. Il vino resta propri lieviti per altri 6 mesi, svolgendo anche la fermentazione malolattica. A questo punto, solo il vino delle migliori botti viene spillato: una coppia di serbatoi volanti lo trasferisce per gravità, dalle botti al serbatoio di assemblaggio. Lunghissimo l’affinamento a contatto con i lieviti, che si protrae per più di 8 anni. Il dégorgement avviene in assenza di ossigeno (sistema unico al mondo, ideato e brevettato da Ca’ del Bosco) per evitare shock ossidativi e ulteriori aggiunte di solfiti. Il colore è di un piacevole colore giallo paglierino, molto limpido, attraversato da un perlage di bollicine finissimi e sottili. Naso e palato coincidono con note fiori bianchi, lieviti, agrumi e spezie. Corpo ottimo, gusto pieno e persistente, senza perdere in freschezza e mineralità. Un vino pieno di sfumature e dalla grande longevità, da abbinare a piatti gourmet, come un risotto al tartufo, ostriche, tartare e carpacci di pesce.