Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
MangiareNuove apertureViaggi di Gusto

Termini e la “PAUL Position”: a Roma le leccornie della Boulangerie e Pâtisserie francese

Stile e contenuto ricco di una lunga storia di burro e farina. Si chiama PAUL, è la nota Boulangerie francesce che ha aperto a Roma Termini il primo punto vendita per accogliere i viaggiatori con golosi break tra un treno e l’altro. Nell’offerta croissant, pain au chocolate, tarte au citron, molleux au chocolate, eclair e macarons, baguette e sfilatini farciti.

È il 1889. È l’anno dell’inaugurazione della Torre Eiffel e Charlemagne Mayot sta per scrivere le prime righe del grande libro di famiglia “PAUL” aprendo in rue de la Mackelerie a Croix, vicino a Lille – quasi al confine con il Belgio – una piccola Boulangerie con l’intento di offrire il meglio della produzione di pane e pasticceria nazionale. 

Lo stesso locale di Lille – ancora attivo e oggi divenuto icona – nel 1935 venne rilevato dalla nipote Suzanne e dal marito Julien Holder che lo battezzarono “Paul”. Suzanne e Julien ancora non sapevano che avrebbero dato vita ad una delle catene francesi di boulangerie e patisserie più importanti e amate del mondo, in grado evolvere, modulare e potenziare il proprio format, fino a conquistare i palati del mondo con 780 negozi PAUL in 50 Paesi, tra cui Giappone, Dubai, UK e, da una manciata di giorni, l’Italia. 

Per molti PAUL incarna la tradizione. Eppure, anche se fedeli alle nostre radici, PAUL non ha mai smesso di inventare, innovare. Così sfogliare la storia di PAUL è anche sfogliare l’album di una famiglia orgogliosa di offrire ai propri clienti pani gustosi, prelibate paste e pasticcini di puro burro, gustosi panini e tante altre creazioni gourmet che si sono aggiunte nel tempo e nelle 5 generazioni che si sono susseguite.

PAUL, oggi brand di elevato standing del settore della Pâtisserie e Boulangerie francese, ha celebrato nel 2019 il suo 130° anniversario, ed è amministrata sin dal 1889 dalla stessa famiglia Holder, oggi alla quinta generazione, nella figura di Maxime Holder che per 10 anni si è dedicato allo sviluppo internazionale ed ha assunto la presidenza del Gruppo PAUL.

La prima apertura italiana: ROMA TERMINI

Il debutto in Italia è avvenuto nella Terrazza Termini della principale stazione di Roma, grazie ad Areas Italia MyChef che, nei prossimi anni, svilupperà il marchio nel nostro Paese.

“Questa apertura va a consolidare ulteriormente la nostra presenza nelle stazioni italiane e nel settore del travel retail permettendoci di arricchire il nostro brand portfolio con un altro brand di respiro internazionale, in modo da rispondere ad una clientela sempre più curiosa di sperimentare sapori nuovi” ha commentato Sergio Castelli, CEO di Areas Italia MyChef. “In Francia abbiamo molti punti vendita in partnership con Paul, dove il mercato delle stazioni si è rivelato una grande chiave di successo per la catena transalpinaNel nostro Paese non è ancora presente, perciò abbiamo deciso di portare sul mercato questo brand di alta qualità. Quale luogo migliore delle stazioni per iniziare?”.

Il know-how di PAUL significa competenza distintiva e unica, sviluppata attraverso abilità, impegno e competenza per la creazione e la gestione di negozi, caffetterie, ristoranti e sale da tè con prodotti da forno e pasticceria di alta qualità. Il “concept PAUL” si basa sulla riconoscibilità del brand, sull’unicità dei prodotti, sul know-how acquisito nel tempo e sul format dei negozi.

“Siamo orgogliosi che Paul abbia scelto la nostra realtà per aprire il suo primo locale in Italia” ha dichiarato Sebastien de Rose, Chief Operating Officer di Grandi Stazioni Retail. “Il fatto che sempre più brand internazionali scelgano Grandi Stazioni Retail come partner esclusivo per il loro arrivo in Italia è la conferma della qualità del lavoro che stiamo facendo, per rendere le stazioni vetrine privilegiate, luoghi di comfort pensati per soddisfare al meglio le esigenze dei brand e di tutti i visitatori”.

Il locale, da 180 mq, con affaccio sui binari è arredato nel classico stile del brand, con le tipiche mattonelle bianco e nero e le immagini storiche dei primi negozi. Nell’offerta, il meglio della “forneria” francese, tra croissant, pain au chocolate, tarte au citron, molleux au chocolate, eclair e macarons, baguette e sfilatini farciti, un ricco ventaglio di sapore garantiti nella qualità da programmi di formazione del personale realizzati interamente in Francia, come accade per ogni punto di vendita della catena.

PAUL è anche una delle prime dieci aziende francesi ad aver firmato il PNNS 2 (Piano Sanitario Nutrizionale Nazionale 2), impegnandosi nel miglioramento continuo e nei contributi nutrizionali nella sua gamma. La primaazione del brand è stata selezionare per tutti i pani una farina più ricca di fibre e ridurre il livello di sale, escludendo olio di palma, i coloranti artificiali e molti additivi dalle ricette.

Oltre alla tradizionale boulangerie PAUL, sarà introdotto anche in Italia un nuovo format “PAUL Le Café” con una superficie di circa 80 mq e una proposta commerciale impostata sulla piccola ristorazione e sulla caffetteria di qualità, confermata dall’accordo in esclusiva a livello internazionale firmato tra PAUL e Lavazza. Ma questa è un’altra storia.

PAUL – Piazza dei Cinquecento, 1, 00185 Roma RM

Articoli correlati

I Vesuviani raddoppia e apre anche a Casoria

Nadia Taglialatela

Cugino: nasce a Roma il bar caffetteria targato The Hoxton e Marigold

Giorgia Galeffi

La Differenza Bistrot: a Roma l’evoluzione della gastronomia di quartiere

Giorgia Galeffi