Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
SPA & Resort

Doric Eco Boutique, ad Agrigento l’ospitalità a cinque stelle

doric eco boutique

Ci sono luoghi la cui bellezza rapisce il cuore e la cui esistenza è in grado di trasformare la percezione, avuta fino al momento prima di conoscerli, del ben-essere: Doric Eco Boutique Resort & Spa è uno di questi.

Se è vero, e lo è, che di alberghi di lusso ne esistono davvero tanti, trovare qualcosa di prezioso, unico e raro è ciò che fa la differenza. Il quid che rappresenta il valore aggiunto che rende questo luogo una gemma nascosta immersa nel paesaggio UNESCO della Valle dei Templi è la vista mozzafiato sul tempio di Giunone che cambia ad ogni ora in base alla luce: dall’alba al tramonto rappresenta un’esperienza unica che vale l’intero viaggio. Ma, in realtà, di motivi per decidere di trascorrere le proprie vacanze (fosse anche un fine settimana) in questo luogo, ce ne sono davvero tanti altri. Combinando il meglio dell’ospitalità siciliana con un approccio eco-sostenibile, Doric Eco Boutique offre un’esperienza perfetta per riconnettere corpo e anima epurando la mente dalle fatiche.

Il Doric Boutique Hotel ha ottenuto la quinta stella

Cuore pulsante di questa splendida realtà è Enzo Agrò, il lungimirante e talentuoso imprenditore agrigentino la cui passione e abnegazione hanno condotto la struttura alla conquista delle ambite cinque stelle.

È un risultato che mi riempie il cuore di gioia insieme alla mia famiglia che è parte integrante e fondamentale di questo successo. Da quando abbiamo iniziato questa avventura abbiamo sempre ambìto a questo risultato e oggi sento che questo non è che l’inizio. Abbiamo ancora tanto da fare e tanto faremo. Ricevere riconoscimenti per il proprio operato è linfa vitale che origina nuove idee e nuovi progetti e noi ne abbiamo davvero tanti. – Spiega Enzo Agrò appena appresa la notizia del riconoscimento della quinta stella alla struttura – Tra questi le esperienze che i nostri ospiti potranno fare a bordo di mini auto elettriche alla Valle dei Templi e le degustazioni presso l’antico casolare di famiglia, di cui stiamo ultimando il restauro conservativo, che  li condurrà in un viaggio nel tempo che rievocherà sapori di antica memoria”.

Quando il lusso è (anche) eco-friendly

Ma non è tutto. Il Doric è anche una struttura eco friendly in grado di utilizzare l’energia fotovoltaica e solare termica cercando di bilanciare tra consumi e produzione. Ma, soprattutto, in grado di dare una “nuova vita” all’acqua attraverso un impianto di fitodepurazione naturale che recupera tutte le acque che la struttura dovrebbe smaltire.

Le Ville suite

L’hotel dispone di 28 camere, tutte con vista sul maestoso tempio di Giunone: fiore all’occhiello sono le 5 Ville suite con vista sul tempio e piscina privata riscaldata e la Villa suite con vasca idromassaggio situata nella sua enorme terrazza, anch’essa con vista sulla Valle dei Templi. L’hotel dispone anche di 10 camere Deluxe con piscina privata con vista sulla Valle dei Templi. La struttura è dotata di tutti i comfort moderni, tra cui una piscina all’aperto con vista sui Templi con swim-up bar, una palestra, una SPA panoramica e un ristorante panoramico, l’Ambrosia, il cui menù prevede solo piatti a base di prodotti biologici e locali provenienti dalla fattoria personale e le erbe aromatiche del giardino dell’hotel.

Il ristorante Ambrosia

doric eco boutique

Il Doric Boutique Hotel non offre solo una vacanza perfetta per chi è alla ricerca di un lusso sobrio ed elegante. All’interno del resort, infatti, è possibile provare la cucina del panoramico ristorante, l’Ambrosia. Qui vengono utilizzati prodotti bio provenienti dal territorio e dalla farm privata della struttura, come il pistacchio, le mandorle, l’olio oltre alle erbe aromatiche e fiori edulitutti rigorosamente provenienti dal giardino presente all’interno della struttura per deliziare i palati di tutti gli ospiti, anche vegetariani, per i quali è previsto un apposito menu che, su richiesta, può essere adattato anche alle esigenze dei vegani.

I nostri assaggi

In particolare, tra gli antipasti da provare assolutamente l’uovo poche con panure al panko e la nuvola di caprese, rivisitazione gourmet del noto piatto sovrano dell’estate mentre per gli amanti del tonno è consigliato il trittico che lo propone in tre consistenze diverse.

Tra i primi lasciatevi tentare dai ravioli ripieni di crema di melanzana affumicata, conditi con burrata e pomodorini confit o dai tonnarelli con ricci e vongole. Tra i secondi tante le opzioni anche per vegetariani e vegani tra cui tofu con verdure o polpette vegetali accompagnate da contorni misti.

I dolci, poi, sono un vero tripudio di gola. Sia che scegliate la mousse al pistacchio che un piatto misto di assaggi costituito da praline di gusti diversi, resterete piacevolmente colpiti dalla varietà dei sapori o dalla cassata scomposta in cui tutti gli elementi vengono adagiati su un piatto e acquistano leggerezza. Per un vero colpo d’occhio scegliete, poi, il Telamone, dessert a base di pistacchio e crema di mandorle la cui forma riproduce fedelmente in miniatura l’omonima statua gigante di pietra dell’antica Akragas, alta quasi 8 metri, che adornava nel V secolo a.C. il Tempio di Zeus Olimpio, le cui rovine sono oggi tra le principali attrazioni del parco della Valle dei Templi di Agrigento.

La colazione al Doric

Menzione speciale merita la colazione. I prodotti da forno cotti sul momento, i dolci siciliani, le granite e confetture artigianli, le brioches profumate, la frutta fresca e le spremute di agrumi e l’aroma del caffè. Un buongiorno abbondante, fragrante e vista mare. Una vallata tanto maestosa quanto silenziosa che sembra rispettare la delicatezza del risveglio. Nonostante il Doric proponga sia la colazione continentale che internazionale, non trascura però le radici e i sapori della terra: accanto ai consueti croissant e alle uova strapazzate, una vasta selezione di tipicità siciliane che vanno dai dolci di pistacchio, di mandorle, passando per specialità salate come le panelle, le arancine e i formaggi locali.

Disponibili anche prodotti senza uova, senza lattosio e senza glutine con attenzione a  tutte le esigenze degli ospiti.

Cosa vedere

Sebbene una volta qui avrete difficoltà ad allontanarvi da questo luogo, se decideste di andare in giro ad esplorare, il resort si trova in una posizione strategica per quanti vogliano conoscere non solo la Valle dei Templi ma tutto ciò che la provincia ha da offrire: a 5 km dal mare e dal centro storico di Agrigento, a 15 km dalla scenografica Scala dei Turchi, a 6 km dal Farm Cultural Park di Favara (la più grande e importante esposizione a cielo aperto di arte contemporanea in Sicilia), a 15 km dalla città arabo-barocca di Naro e a 30 km da Palma di Montechiaro, la città del Gattopardo, o per chi ha più tempo, anche il teatro metafisico di Andromeda.

Qualsiasi cosa decidiate di fare una volta qui, l’importante è che vi prendiate un momento tutto per voi in cui fermarvi a contemplare la Bellezza, quella con la maiuscola, a cui non ci si deve abituare mai.

Photo Credits: Rosario Pusateri

Articoli correlati

Paestum, Olivi e Stelle: al Savoy Hotel & Spa arriva la cucina di Oliver Glowig

Sara De Bellis

Trapani e dintorni, alla scoperta di un territorio vocato all’enologia e al turismo enogastronomico

Manuela Zanni

La Madernassa e la cucina identitaria di chef Giuseppe D’Errico

Giorgia Galeffi