Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 15 Luglio 2020

The Best Chef Awards: l’edizione 2020 sarà virtuale

the best chef awards

Gala di premiazione, talk show e conferenze. A settembre andrà in scena l’edizione 2020 di The Best Chef Awards, ma in formato digitale.

Dopo il grande successo dell’evento 2019 che ha visto salire sul podio dei Best 100 Björn Frantzén, seguito da Joan Roca e David Muñ, a settembre, dal 21 al 23, andrà in scena The Best Chef Awards 2020 in versione completamente digitale.

Per garantire la sicurezza sanitaria generale e considerando le attuali
normative anti Covid, The Best Chef ha deciso di ritornare alle sue origini, presentando la sua Top 100 attraverso uno show online disponibile sul sito.

Tutto il programma dell’evento, che sarà svelato a breve, si svolgerà in formato virtuale, compresa la cerimonia di premiazione, le conferenze e i talk show che tanto successo avevano riscosso nelle precedenti edizioni.

È particolarmente importante in questo momento di grande difficoltà per il settore dell’ospitalità, andare avanti ed evolversi. Fermarsi avrebbe significato rinunciare, e rinunciare è un messaggio negativo per le nuove generazioni che sono la forza trainante e l’obiettivo primario di questo progetto. In questo modo, speriamo di fornire un messaggio di forza e positività a tutto il mondo gastronomico. Tuttavia, dobbiamo garantire la sicurezza di tutti i nostri ospiti. Ecco perché abbiamo deciso che #TOP100 e i premi saranno presentati in un nuovo formato digitale. Come ci si può aspettare da The Best Chef Awards, l’evento sarà qualcosa di straordinario e sorprenderà tutti”, afferma Cristian Gadau, direttore creativo di The Best Chef.

Ma le novità non si fermano qui. Per dare risalto a tutte le figure di spicco del panorama ristorativo mondiale, l’elenco 2020 non nominerà il ristorante associato allo chef.

“A differenza della lista 2019, l’elenco 2020 non nominerà il ristorante associato allo chef. Durante questo periodo storico che stiamo affrontando, nella lista che presenteremo, molti chef potrebbero aver cambiato ristorante oppure potrebbero essere in attesa di un nuovo progetto a causa della chiusura della precedente attività. Questa decisione è stata presa per aiutare questi chef: escluderli dall’elenco avrebbe l’effetto negativo di oscurarli e rimuovere la loro visibilità. The Best Chef è dedicato agli chef e alle loro personalità, alle loro conoscenze e a ciò che rappresentano come individui”, chiarisce Cristian.

The Best Chef sta lavorando inoltre a diverse iniziative a supporto dell’industria della gastronomia. I promotori dell’evento stanno infatti riunendo una task force di professionisti, tra consulenti, grafici, web master, video makers, fotografi e agenzie, che gratuitamente si metterà a disposizione a supporto di start up e progetti finalizzati al rilancio del comparto, messo a dura prova dalla pandemia mondiale. La kermesse inoltre dedicherà gran parte del proprio spazio pubblicitario sui social alla promozione di nuove idee per tutti il resto del 2020.