Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Nuove aperture

The Roof: Dotcampus a Roma apre le porte all’estate

the roof

È tempo di aperitivi in terrazza anche a San Giovanni. Dotcampus ha inaugurato The Roof con cucina di qualità, mixology creativa e tante attività per il tempo libero.

Non solo uno spazio per una colazione, un pranzo, un aperitivo o una cena con vista in compagnia, ma un vero e proprio contenitore di molteplici attività per tutti i gusti e tutte le età. Dotcampus, coliving di breve e lunga durata e hotel nato dalla ristrutturazione dell’ex istituto Manieri Copernico del quartiere San Giovanni di Roma, ha aperto le porte della sua terrazza anche ai clienti esterni con un format unico e originale ideale per ogni momento della giornata. Si chiama The Roof e si trova al settimo piano della struttura di via Suessola 5.

Uno spazio moderno, arredato in stile scandinavo, circondato da vetrate e inondato di luce naturale accoglie con ben 70 sedute gli ospiti dell’hotel e della residenza ma anche i clienti esterni dalle 7:30 alle 23:00. Ogni giorno, dunque, è possibile accomodarsi, tra tavoli in legno e piante verdi, per una colazione sfiziosa o un brunch (fino alle 15), un aperitivo o una cena golosa o anche solo per un drink in terrazza sulle colorate sdraio.

La sensazione è quella di trovarsi in casa di amici, in un ambiente giovane e informale ma anche conviviale. Niente rimandi ai salotti di nonna, dunque, né per quanto riguarda l’atmosfera né per la proposta gastronomica curata dallo chef Gianluca Pienzi.

La proposta gastronomica

Il menu, che cambia seguendo l’andamento delle stagioni, la reperibilità delle materie prime e l’estro dello chef, comprende piatti studiati e attentamente curati per soddisfare occhi e palato. Sapori autentici e confortevoli nascondono un’ottima manualità e la volontà di stupire con semplicità e naturalezza tra richiami all’Italia e influenze estere.

Troviamo così la Lasagna alla Bolognese e i Tagliolini con pomodoro e basilico ma anche il Pollo al curry con latte di cocco e basilico o ancora i Finocchi arrosto con polvere di olive nere.

Per l’aperitivo, divertimento e convivialità sono alla base di una proposta sfiziosa. Oltre ai Nachos all’italiana, ovvero delle chips di pasta all’uovo fritta, troviamo la Guacamole con pico de gallo e un ottimo Hummus di ceci. Da non perdere la Crema di pomodoro aromatizzata allo zenzero, fresca e avvolgente, e il Finger sandwich con cetriolo marinato con yuzu, soia e vaniglia, farcito con insalata di gamberi marinati con lo yuzu e soia.

La carta dei drink comprende i grandi classici come lo Spritz e l’Americano, il Gin Tonic e il Boulevardier, ma anche i signature come il Bloody Maria e il Dotcup con rum speziato, ginger beer ed estratto di ananas. Fresca e beverina anche la Sangria dei Castelli con erbe e fiori dei campi laziali.

Il format

The Roof quindi vuole essere uno spazio di incontro moderno e dinamico, giovane ma inclusivo. Un punto di incontro con un occhio di riguardo alla sostenibilità sia energetica che alimentare. Ideale anche per un pomeriggio di lavoro, questo spazio si anima nel corso delle giornata anche con una serie di attività (alcune ancora work in progress) che coinvolgono artisti e artigiani della zona.

Già attivo il laboratorio di ceramica curato da Valentina Cestari che permette ai partecipanti di plasmare da zero piccoli oggetti in argilla come tazzine e coppette, ma non mancano appuntamenti speciali incentrati sull’arte del gioiello, laboratori olfattivi o lezioni di cucina.

Info utili

the Roof foodlab & Co. c/o Dotcampus

tel. 345 2960600

Via Sessuola 5 Roma

Sito

Articoli correlati

Friccico: cucina sincera e ambientazione parigina in un ristorante da scoprire a Monteverde

Giorgia Galeffi

Scarlett: a Pontedera arriva il primo concept in Italia dedicato al connubio tra la pizza e il tiramisù

Redazione

Jesolo: sul lungomare apre Trattoria dall’Oste

Giorgia Galeffi