Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 12 Agosto 2022

A tu per tu con Roberta Esposito, anima de La Contrada ad Aversa

la contrada

Nata e cresciuta nel ristorante di famiglia, Roberta Esposito, patron de La Contrada ad Aversa, oggi è un punto di riferimento per la pizza di qualità nel casertano, e non solo.

La sua fama la precede. La pizzaiola campana che vince premi e ammacca pizze che potrebbero parlare. Sincero il legame con i migliori prodotti della regione, latticini e ortaggi in primis. C’è buongusto nell’ideazione dei topping e c’è un impasto personalizzato negli anni, non facilmente etichettabile. Sofficità e croccantezza, un po’ come lei. Roberta Esposito, co-proprietaria del ristorante-pizzeria La Contrada, ad Aversa, possiede viso angelico e grinta da leonessa. Delle pizze se ne occupa lei, mentre suo fratello Alessio dirige la cucina.

“Avevo tredici anni quando ho iniziato a muovere i primi passi nel nostro ristorante. Aiutavo in sala, ma rubavo con gli occhi. Il bancone del pizzaiolo era una calamita per me, infatti prima di impastare, ho imparato a cuocere. Oggi ringrazio tanto quella gavetta.”

Schietta, entusiasta, felice di quello che le sta capitando intorno. Riconoscimenti, curiosità, consulenze. La Contrada anche in settimana viene presa d’assalto, per cui consigliamo sempre di prenotare. Anche perché ci si organizza per fasce orarie e non si eccede con i coperti. Qualità anche nelle scelte imprenditoriali. E se facciamo i romantici, La Contrada sembra il premio per aver attraversato porzioni di provincia non sempre idilliache. Improvvisamente Aversa, il piccolo centro storico e le architetture medievali. Lo stesso ristorante è stato ricavato all’interno di un palazzo del ‘600. Affascinanti gli interni con le volte in tufo, ampio il giardino.

L’impasto

Per questo giro saltiamo la cucina e ci dedichiamo alle pizze. Cedendo al benvenuto di un fiore di zucca fritto alla perfezione, ripieno di ricotta e limone e avvolto da una pastella tanto sottile quanto croccante. Arriva il momento di scegliere la pizza e ci destreggiamo tra le proposte classiche e special. Per Roberta Esposito, cotture classiche e variazioni nel “ruoto”, lo stampo da forno che richiama antichi usi e costumi. Ordiniamo un po’ di tutto e facciamo amicizia con l’impasto. Leggero, fragrante, gustoso. Ex post, digeribilissimo.  

“Non faccio lievitazioni lunghissime, nel caso del ruoto spingo l’idratazione dell’impasto e arrivo anche a 48 ore. Ma per le pizze classiche siamo sulle 24-36 ore. Utilizzo farine di tipo 1 non particolarmente forti, quindi sarebbe inutile andare oltre con la lievitazione.”

Tecnica e passione. Gli occhi scintillanti di Roberta rimangono fissi sull’interlocutore, raccontano fatica e determinazione. “Ci sono momenti in cui penso di mollare tutto, la stanchezza a fine giornata ti annebbia. Ma poi avviene la solita magia, qualcosa che ti dà la carica per ricominciare il giorno dopo. E il giorno dopo ancora.”

Le pizze di La Contrada

Impasto protagonista e condimenti carichi. La Contrada emana un senso di generosità, di abbondanza. Il morso risulta, tuttavia, in equilibrio. Goloso, appagante. Latticini, pomodori, c’è il meglio della Campania. Pizze di terra e di mare, con possibilità di optare per un percorso degustazione che si fa narratore della creatività del dietro le quinte. La Margherita, regina delle pizze, viene proposta in più versioni. Per ricordarci che, in Campania, dire pomodoro è troppo riduttivo. E quindi pomodoro di Sorrento, pomodorino di Corbara, pomodorino giallo del Vesuvio a pacchetelle, pomodori verdi di Sarno, filetto di pomodoro San Marzano. Accompagnato da mozzarella di bufala, fior di latte, provola affumicata. All’occorrenza, burrata pugliese. Aversa è famosa anche per l’utilizzo del baccalà. La Contrada lo propone al piatto e sulla pizza.

Bella esperienza in quel di Aversa. Gratificante per il palato, nutriente per l’anima. Luoghi fatti di persone, ben organizzato il servizio in sala, con una valida carta dei vini. Fucine dove si lavora alacremente, si sfoggiano contenuti e non c’è tempo per la prosopopea.

Info utili

La Contrada

Piazza Guglielmo Marconi, 14

81031 Aversa (Ce)

Tel. 081 8111700

Il sito