Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Nuove apertureRistoranti

Bioesserì: da Palermo a Milano le novità del format siciliano

Novità in casa Bioesserì. A Palermo arriva un nuovo chef mentre nel capoluogo lombardo apre le porte un nuovo locale: Casa Bi.

Grandi novità per il gruppo Bioesserì con base a Palermo e a Milano: arriva un nuovo chef nella sede storica di Palermo e , al contempo, apre un nuovo locale a Milano a sancire l’inarrestabile fermento dei fratelli Vittorio e Saverio Borgia che con la stoffa di imprenditori sembrano proprio esserci nati.

Il nuovo chef della sede palermitana

Ma andiamo per step. Innanzitutto nella sede di via La Farina, nel capoluogo siciliano, a dirigere la cucina si respira aria nuova con l’arrivo di Leonardo Di Piazza: classe 1977, lo chef palermitano, dopo importanti esperienze, prende le redini del ristorante dando la sua impronta. Entusiasmo e professionalità, amore, creatività e tecnica, rende ogni portata un’esperienza unica. 

Pochi ingredienti nel piatto, perfettamente abbinati e ciascuno distinguibile dagli altri. Una scelta voluta fortemente proprio da Saverio Borgia: “Qui, la materia prima diviene racconto, espressione di una cucina e di un territorio – dice -. Bioesserì è l’esempio di come un piatto possa condurre i commensali verso un viaggio emozionale. È questo, da sempre, il nostro obiettivo”.

La passione per la cucina è in lui, da sempre. Ha sempre amato provare a sperimentare nuove ricette, imparando inizialmente da autodidatta. Leonardo nasce a Sferracavallo, luogo noto per la cucina di pesce. All’età di 16 anni inizia a imparare a cucinare direttamente sul campo.

“Da lì – racconta lo chef – la mia formazione non ha mai avuto fine. Ho sempre continuato a studiare sui libri e soprattutto al fianco degli chef che mi hanno forgiato grazie alle loro tecniche, in particolare durante l’esperienza decennale al ristorante Charleston”.

Il nuovo locale meneghino

Novità anche dalla Lombardia, dove ha aperto i battenti Casa Bi: cucina familiare e di tradizione, 350 mq che ospitano 100 coperti nel cuore di CityLife, quartiere iconico e futuristico di Milano.

Un luogo del gusto e dell’accoglienza, che rappresenta un’evoluzione del format Bioesserì, ma anche una sfida nella continuità che sottolinea il costante impegno dei fratelli Vittorio e Saverio Borgia per la creazione di luoghi in cui il buono, la qualità e l’attenzione alle materie prime sono al centro di tutto.

Sotto la guida di Federico Della Vecchia, executive chef del Gruppo, la cucina presenta un menu che celebra i piatti simbolo, quelli più amati dai clienti e che hanno fatto il successo dei locali. Un menù che evoca il calore e i piatti della tradizione familiare in un mosaico di sapori mediterranei che regalano un’esperienza ricca e appagante, grazie alla combinazione equilibrata di ingredienti freschi e interpretazioni innovative.

Non può mancare la pizza, frutto di un’attenta preparazione con farine macinate a pietra e una lievitazione naturale di 72 ore. Casa Bi, con un investimento di un milione di euro, è un progetto curato dallo Studio Schiavo Architetti di Palermo.

Articoli correlati

EraGoffi: la nuova vita del Goffi del Lauro a Torino

Camilla Micheletti

A Palermo arriva Monolocale, la bottega dove trovare “u piattino” come una volta

Manuela Zanni

Gambero Rosso: tutte le novità dell’edizione 2021 della Guida Roma e Lazio

Giorgia Galeffi