Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 15 Luglio 2020

Delivery: via libera a Napoli e dintorni

delivery napoli

A Napoli e provincia si respira aria di normalità. Porte aperte al delivery e al take away di pizza, dolci, burger e vini. Ecco gli indirizzi da tenere d’occhio

C’è aria di ritorno alla normalità in Campania. Con l’Ordinanza n. 39 del 25 aprile 2020, da poche ore, seppur in modo preventivo e sperimentale, si sono aperte le porte al delivery. Pizzerie, ristoranti, pasticcerie e gelaterie hanno infatti alzato le serrande per portare a casa dei cittadini pasti caldi e piatti della tradizione gastronomica, sempre nel rispetto delle norme igieniche e indossando i dispositivi di protezione personale.

Due gli orari di servizio garantiti: dalle 7:00 alle 14:00 via libera a bar, rosticcerie e pasticcerie, dalle 16:00 alle 23:00 spazio a ristoranti e pasticcerie. Sempre vietata, si legge nell’ordinanza, la vendita “al banco di prodotti di rosticceria e gastronomia da parte delle salumerie, panifici e altri negozi di generi alimentari”. 

Un ritorno alla normalità, dunque, a piccoli passi, distanti ma uniti dal profumo dei cibi del cuore e dagli effluvi dei vini del territorio. Una normalità tanto sperata dai napoletani che, dopo 50 giorni di astinenza, non hanno di certo perso l’occasione per ordinare il piatto simbolo del territorio: la pizza. 60 mila infatti le pizze consegnate solo a Napoli nelle prime 4 ore di apertura al servizio delivery. Un boom inaspettato e insperato anche dagli addetti ai lavori.

Non solo pizza però. Abbiamo quindi selezionato per voi, alcuni dei locali commerciali che hanno accolto con favore l’ordinanza del governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Napoli

Per gli amanti dei panini assicurato in pronta consegna l’intero menu di 12 Morsi Burger & Friends tra fritti sfiziosi, burger di manzo, pollo o tonno, e patate gourmet.

Perché se la pizza a Napoli è un’istituzione, lo è altrettanto l’Antica Pizzeria da Michele, e allora la prima pizza post fase 1 non potrà che essere la sua marinara o quella dell’Antica Pizzeria Da Nennella dal 1930, altra colonna portante in città.

Rimanendo in tema di pizza, al via anche il servizio delivery di Ciro Salvo e della sua 50 Kalò con consegne a domicilio di quasi tutte le pizze in menu (anche tramite app Uber Eats).

Per chi invece ha nostalgia del profumo del mare Da Salvatore alla Riviera si assicura la quasi totalità del menù che avremo potuto ordinare sulla Riviera di Chiaia, ma in pronta consegna e stando comodamente seduti a casa. Che poi per i fortunati con un terrazzo vista mare la differenza sarà facilmente superata.

Per i più golosi, a Porta Capuana la Pasticceria Carraturo dal 1837 porta nelle case dei concittadini i dolci tipici della tradizione come sfogliatelle, ricce, frolle e molto altro.

Provincia e dintorni

Non poteva mancare all’appello il re dei panini in provincia Bifulco Exclusive, che per l’occasione ha realizzato anche un box per la costruzione home made del vostro panino.

Molti i ristoranti soprattutto di cucina di mare che stanno organizzando il delivery, da segnalare l’idea dei “pic nic del mare” gustossime box per un aperitivo perfetto sono state ideate dal ristorante Il Pacchero (Salerno) pesce fresco e ottime rivisitazioni in versione delivery non ci faranno sentire la mancanza di un aperitivo vista mare.

A Cava de’ Tirreni via libera al delivery di Prisco a Cava tra pizze classiche, gluten free e rosticceria.

Dolci e gelato in versione delivery a Torre del Greco grazie alla Pasticceria Mennella. Via libera a crostate, babà ripieni, pastiere e torte moderne come la Sette Veli e la torta Rocher ma anche tiramisù, gelato artigianale e molto altro.

Le App

Sarà un vero boom per tutti i locali già presenti sulle principali piattaforme di consegna in delivery, consultate chi aderisce e guarda con favore a questo piccolo slancio di ripresa su Just Eat, Uber Eats e Glovo.

E da bere?

Molte le iniziative nel mondo del vino.

Consegna in tutta la regione da Fermento24, un nuovo concept del vino con uno store completamente automatizzato a Portici e uno shop on line che garantisce consegne in tempi brevi ( ad ora di cena vi ritroverete con il vino alla giusta temperatura).

E quando poi l’unione fa la forza, Fermento24 ha creato una collaborazione con Alfonsino (l’alter ego di Just Eat) potrete ordinare il vostro cibo preferito in uno dei ristoranti aderenti alla piattaforma e contemporaneamente il vino da Fermento24. Così da avere una cena perfetta e completa. Non avete scuse, non potrà mancarvi nulla. Se non un sottofondo musicale.

Le App

Anche per il vino si affacciano le prime piattaforme di consegna: Winelivery consegna sul solo territorio di Napoli centro (ci sono c.a. 1.500 referenze) e Drin drink delivery che utilizza l’app di Uber Eats per l’acquisto on line e consegna a casa.

Che aspettate? Finalmente si mangia e si beve!