Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 24 Maggio 2019

Experience, raccolta, produzione e degustazione: da Eataly si celebrano le meraviglie del cioccolato

cioccolato

Fino a marzo 2019 da Eataly, nelle sedi di Roma e Milano, si celebra il cibo degli dei con un fitto calendario di appuntamenti da non perdere

Cioccolato mon amour: sin dai tempi degli antichi Maya il cioccolato è considerato un alimento davvero speciale, grazie al suo gusto inconfondibile e alle sue speciali proprietà, rappresenta per chiunque un momento di piacere puro, una coccola per il palato che fa la gioia di grandi e piccini.

Gli Italiani in particolare, diversamente dal resto del mondo dove a Natale se ne mangia di più, ne consumano la massima quantità proprio ora, nel periodo che precede la Pasqua, quando scatta la caccia all’ uovo di cioccolato perfetto. Ed è per questo che Eataly ha deciso di dedicare i mesi di febbraio e marzo al meraviglioso mondo del cioccolato con una serie di eventi e degustazioni, che permetteranno ai visitatori di conoscere da vicino la lunga filiera del cacao, fino ad arrivare ai grandi maestri cioccolatieri, che trasformano la materia prima in un prodotto di altissima qualità. Eataly a questo scopo ha creato dei veri e propri scenari didattici ed esperienziali per fare del momento dedicato alla scelta del cioccolato una esperienza profonda.

Vi siete mai chiesti come nasce il cioccolato? Avete mai assaggiato o visto la fava di cacao? Sapete cos’è il bean to bar o perché certuni vogliono impiegare il cacao crudo? Per rispondere a queste e altre curiosità Eataly offre un percorso che vi porterà a vivere un momento immersivo nel mondo del cacao, e ancora prima che del cioccolato vi farà scoprire la provenienza delle fave di cacao, e i diversi cru che caratterizzano i prodotti di prima qualità, le tecniche e i grandi artigiani che popolano questo settore.

Il cioccolato è un universo complesso che merita di essere conosciuto e apprezzato aldilà del piacere del singolo cioccolatino, perciò Eataly ha organizzato diversi appuntamenti per diffondere questo sapere al pubblico.

Ieri, insieme ad altri membri della stampa specializzata, sono stata invitata a fare un Tour del Cioccolato all’interno di Eataly Ostiense, per scoprire quest’iniziativa e così degustare alcuni dei vari modi di intendere il cioccolato ma soprattutto vedere da vicino come nasce il prezioso cibo degli dei.

Ottoveli

Il nostro percorso è partito da un’eccellenza italiana, la pasticceria siciliana, che infatti da sempre impiega il cioccolato per le più svariate preparazioni. Una delle più rappresentative oltre al cioccolato modicano è la torta Setteveli, qui nella pasticceria Le Sicilianedde al piano terra di Eataly, questo dolce viene reintepretato con uno strato in più, nasce così la “OttoVeli”: una sontuosa torta al cioccolato, che da sola merita la visita, con i suoi otto strati di bontà assoluta, fatti di pan di spagna al cioccolato, mousse al cioccolato, mousse alla nocciola, croccanti cereali e glassa di cioccolato fondente.

Siamo passati poi al punto Venchi, dove ci siamo deliziati con delle squisite crepe farcite con delle creme al cioccolato a base di cacao Venezuelano che zampillavano da delle fontane (e niente paura se siete celiaci perché le crèpe sono a base di farina di piselli). Il nostro viaggio nelle eccellenze è proseguito nella panetteria di Eataly, dove si impiegano solo farine biologiche del Mulino Marino e si sfornano fragranti pani e biscotti. Qui per restare in tema ci hanno fatto assaggiare uno squisito foundant al cioccolato e dei biscotti con una frolla al burro e cacao veramente goduriosi, anche grazie a quel pizzico di sale che ne riequilibrava il gusto.

Nel birrificio di Eataly abbiamo anche scoperto la Birra “Chiave di Cioccolato”, una speciale birra ad alta fermentazione sviluppata proprio nel microbirrificio di Eataly insieme a Vale La Pena (onlus che sostiene gli ex detenuti nel reinserimento lavorativo): aromatizzata al cioccolato, è una scura dal gusto gradevolmente amaro, con sentori di cioccolata e caffè davvero particolare che vi sorprenderà, e che potrete gustare qui nella birreria Eataly durante il mese del cioccolato.

Chiave di Cioccolato

Infine presso l’enoteca di Eataly, ecco un favoloso Liquore piemontese “il Bicèrin”: 30% gianduiotti, 70% di alcool per 15° di gradazione alcolica. Questa è la formula di questo gradevolissimo liquore alla gianduia, profumato di nocciole dal sapore delicato e dolce di cioccolata, che ha concluso “in gloria” le nostre degustazioni.

Bicèrin

Ma il momento sicuramente più affascinante del nostro tour è stato quando arrivati al primo piano guidati da Davide Appendino titolare della cioccolateria artigianale torinese ToCiok, siamo stati accompagnati in un bellissimo viaggio di scoperta all’ interno delle piantagioni di cacao. Tutto è iniziato vedendo da vicino una cabossa, il grande baccello del cacao; una volta aperta la cabossa abbiamo potuto scoprire al suo interno, gli acini gelatinosi che contengono le fave di cacao (che ci svelano essere anche commestibili e gradevoli); la fase successiva, ci spiegano, è la fermentazione che avviene dentro a delle casse con foglie di banano; si passa poi all’essiccazione che nei paesi di origine avviene al sole, fino alla tostatura e macinatura. Passo passo veniamo così accompagnati in un percorso didattico interessantissimo attraverso tutto il procedimento che porta dalla bacca fino alla tavoletta.

Cosa ci è piaciuto di più in questa lezione sul cacao? Assaggiare la fava di cacao venezuelano appena tostata, è stata un’esperienza unica, che ha stupito tutti per il gusto squisito e gli aromi, che già solo a questo stadio il cacao è in grado di sprigionare.

Se anche voi volete fare questa particolare esperienza per scoprire le origini del cacao, sappiate che siete ancora tempo. Infatti per tutto il mese di febbraio a Eataly Roma Ostiense e dall’1 al 14 marzo a Eataly Milano Smeraldo tutti i visitatori, coadiuvati da un percorso infografico (senza guida), potranno inebriarsi con il profumo delle bacche di cacao, le cosiddette cabosse, e cimentarsi nell’utilizzo del matete – la pietra che veniva usata sin dall’antichità per la lavorazione delle fave di cacao – per trasformare le fave in pasta e, dulcis in fundo, degustarle in loco e ricevendo alla fine un sacchetto di fave tostate da portare a casa per prolungare il ricordo di questo esclusivo momento esperienziale.

Tutti gli appuntamenti di Eataly

Stasera 22 febbraio a Roma, in collaborazione con Slow Food, Roberto Muzi farà scoprire a tutti i partecipanti al corso di degustazione “Birra e Cioccolato” come questo pairing apparentemente insolito, sia in realtà sorprendentemente perfetto.

Le magiche proprietà del cacao saranno inoltre protagoniste della Cerimonia del Cacao con Campo Madre nella giornata del 23 febbraio a Roma e il 3 marzo a Milano. Guidati da Giorgio Sergio, creatore del progetto Campo Madre, il cioccolato raw e la meditazione si uniranno per dare vita a un momento di naturale benessere, una liaison dalle antiche origini ma dai benefici sempre attuali. La cerimonia terminerà con un momento di condivisione e con un omaggio per tutti i partecipanti.

E se vi è piaciuta la nostra esperienza ricordate che il 24 febbraio, all’interno del tempio agroalimentare romano si potrà partecipare al Tour del Cioccolato, tre itinerari che si effettueranno all’interno dei seguenti reparti: Panetteria, Venchi, Birreria, Fabbrica del Cioccolato, To Ciok, Vergnano ed Enoteca.

Il punto vendita di Milano poi ospiterà a febbraio e marzo il temporary shop di Be Well, laboratorio artigiano del cioccolato di Perugia certificato senza glutine che, all’interno della sua produzione offre cioccolato fondente certificato Vegan, oltre che cioccolato raw o crudo, che subisce tutti i processi di lavorazione del cacao a temperature controllate per preservare le sue preziose proprietà organolettiche

Infine le mille sfumature del cioccolato saranno protagoniste dall’8 febbraio al 31 marzo in tutti i punti vendita Eataly. Rinomate aziende del settore proporranno degustazioni gratuite di cioccolato.

Per conoscere nel dettaglio il palinsesto è possibile consultare il sito.