Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Nuove aperture

Firenze: le nuove aperture in hotel tra fine dining e caffè

All’ombra della cupola del Brunelleschi la ristorazione in hotel conosce una nuova primavera tra residenze d’epoca, cucina creativa, chef stellati e cocktail bar con vista mozzafiato.

A Firenze i nuovi indirizzi del gusto sono sempre di più di casa in hotel: i ristoranti gourmet vanno a completare l’offerta ricettiva dentro residenze di charme e alberghi vista Arno di recente apertura in città. Si tratta di locali fine dining che spesso si affidano a chef di grande e provata esperienza, abituati a brillare nella costellazione delle stelle Michelin.

Il risultato è un giusto compromesso tra la tradizione toscana e la cucina internazionale: a fare la differenza, di volta in volta, l’impronta dello chef. A completare l’elenco delle nuove aperture a Firenze la pizza d’autore che ha il suo tempio nel complesso di Manifattura Tabacchi e la riapertura, dopo anni di restauro, dello storico caffè delle Giubbe Rosse così caro alle avanguardie letterarie dell’inizio del Novecento.

SEGNO BY EMPIREO

Cambio di rotta per la cucina del Plaza Hotel Lucchesi a due passi dalla Biblioteca Nazionale. Conclusa l’esperienza del “Ground” ha aperto il ristorante “Segno by Empireo”. Un progetto tutto nuovo di ristorazione in hotel in un ambiente di grande eleganza tra specchi dorati e vetri di Murano. In cucina Tommaso Calonaci, classe 1992, già apprezzato alla guida del Buona Novella al Grand Hotel Minerva. Il giovane chef punta su preparazioni tecniche e ingredienti semplici, a cominciare dalle verdure, per piatti “al servizio del gusto”.

Si pensi ai “Noodles fatti in casa”: un cacio e pepe con limone e liquirizia con la caratteristica pasta orientale preparata con cipolla in purezza e marinata in salamoia con acqua e sale. Il “Crudo di mare” rende omaggio a Italia, Giappone e Sud America con un piatto che esalta sapori e profumi di terre vicine e lontane. A fare da contraltare al ristorante “Segno” la terrazza “Empireo” per cocktail, aperitivi e serate con vista mozzafiato su Firenze.

Ristorante Segno by Empireo
Presso Hotel Plaza Lucchesi
Lungarno Zecca Vecchia 38 Firenze
Tel. 055 26 23 500
Apertura: da martedì a sabato dalle 19 alle 22.

TERRAE RESTAURANT

Iside De Cesare, chef del ristorante stellato La Parolina di Trevinano porta dalla Tuscia a Firenze la sua cucina nel segno di sostanza, territorio e gusto. La cuoca viterbese propone un menu fine dining dove il legame con le radici è protagonista a cominciare dal nome del ristorante: Terrae si trova al pianoterra dell’NH Collection in Palazzo Gaddi. Un progetto che sposa tradizioni culinarie, sapori autentici a una cucina di ricerca.

Ad affiancare Iside De Cesare nel ristorante di via del Giglio il talentuoso chef Salvatore Canargiu, che ha cominciato il suo percorso di formazione proprio accanto alla cuoca viterbese. I piatti rappresentano il perfetto mix tra gusto, ricerca e tecnica.

La proposta food&beverage a Palazzo Gaddi trova la sua naturale evoluzione all’ultimo piano di Palazzo Gaddi l’NH Collection con un lounge bar, Aria Rooftop, nel segno di una mixology sofisticata e un’ampia carta di champagne, vini e distillati. In abbinamento una selezione di crudi di mare provenienti dalla Versilia e una proposta di sfizi dove spicca la “bolla”di chef Iside. Un impasto croccante e leggero, di forma sferica, farcito a piacere con carpacci di mare e di carne. Non mancano le variazioni a base di vegetali.

Se il lounge bar offre uno degli skyline più belli di Firenze, il Milton Bar è il bistrot aperto tutto il giorno in un giardino segreto per colazioni, snack, cocktail, caffetteria e cucina calda e fredda con i grandi classici della ristorazione in albergo.

Terrae Restaurant
Presso NH Collection Palazzo Gaddi
Via del Giglio 9
Prenotazioni: 331 2947089
Apertura: dal giovedì al lunedì 19 – 21:30
CREDITI FOTOGRAFICI:@brodocreativo | brodocreativo.it

IL MAGNIFICO

Lungo la via delle boutique di lusso, IL Tornabuoni: dimora 5stelle che ha ospitato scrittori e alta società e oggi è parte della VRetreats Collection, punta su una formula da mattina a sera per la ristorazione. Ne IL Magnifico Café si parte con la colazione e nel corso della giornata il locale si trasforma in bistrot. In menu piatti della tradizione toscana e i classici internazionali che non possono mancare per una clientela internazionale. Nel pomeriggio c’è pure una sala da tè in omaggio alla tradizione britannica. La sera IL Magnifico in versione ristorante gourmet, si affida allo chef Simone Tarchi per una cucina d’impronta contemporanea, dove spicca la capacità di valorizzare i prodotti toscani integrando ogni proposta con una selezione di grandi vini. Una lezione che lo chef ha fatto sua durante gli anni trascorsi a Il Borro Tuscan Bistro della famiglia Ferragamo. A completare la proposta de IL Magnifico oltre al dehors con affaccio su via Tornabuoni, la terrazza Butterfly, per un aperitivo con vista: la posizione assicura una visione a 360 gradi tra le cupole delle basiliche e le colline attorno a Firenze.

IL Magnifico
Presso Il Tornabuoni VRetreats Collection
Via del Parione 8
Tel. 055 212645
Apertura: dal lunedì alla domenica 8-23

SERRAE VILLA FIESOLE

Sulle colline attorno a Firenze, in una residenza storica oggi trasformata in boutique hotel, ha aperto il ristorante “Serrae Villa Fiesole”, selezionato nella guida Michelin 2024. A guidare la brigata lo chef stellato Antonello Sardi già apprezzato al Virtuoso Gourmet e alla Bottega del Buon Caffè. Equilibrio, gusto e consapevolezza sono i tratti distintivi della cucina di Sardi. Forte il legame con la tradizione toscana e con il territorio, che si può ammirare dalle ampie vetrate del ristorante. L’approccio in cucina è nel segno dell’innovazione e della creatività. Sardi ama ripetere che “senza gusto non c’è cucina né innovativa né classica”. Un mantra che tiene bene a mente nel declinare il menu, anche in versione vegetariana. Il suo bagaglio di esperienze, personali e internazionali, insieme a uno spiccato senso per l’estetica e a una grande attenzione alla sostenibilità, che in passato gli è valsa una Stella verde, si ritrovano in piatti signature come la lingua di manza con scampi Viareggio e nella zucchina alla scapece, pecorino fondente e acqua di pomodoro.

Presso Hotel Villa Fiesole
Via Fra’ Giovanni da Fiesole Detto l’Angelico, 35, Fiesole
Tel. 055 597252
Apertura: tutti i giorni dalle 12.30 alle 14 e dalle 19.30 alle 22.

BERBERE’ MANIFATTURA TABACCHI

Terza apertura per Berberè. Il nuovo locale dei fratelli Aloe con le sue pizze artigianali ha scelto la Manifattura Tabacchi, l’ex fabbrica di sigari oggi al centro di un grande progetto di rigenerazione urbana. Nel nuovo locale, alle spalle del parco delle Cascine, Berberè ha aperto uno spazio eco-friendly che si integra alla perfezione con negozi e laboratori di moda, arte e design.

Oltre 100 i posti disponibili per soddisfare le esigenze della comunity che ruota attorno alla Manifattura Tabacchi. In carta le pizze artigianali preparate con un impasto da farine biologiche e macinate a pietra, fermentato con solo lievito madre vivo per 24 ore. Stagionali le farciture, le pizze vengono servite tagliate in 8 fette. Già pronte per essere condivise. L’ambiente, oggetto di un progetto architettonico site specific dello studio di architettura Avamposti, è un moderno tempio della pizza. Gli spazi ricordano l’architettura di una chiesa, sopra la cucina è stato posto una specie di rosone stilizzato. Le lampade a sospensione sono invece un omaggio a Pierluigi Nervi, colui che progettò Manifattura Tabacchi.  

Via delle Cascine 35 Firenze
Tel. 055 0988190
Apertura: Tutti i giorni dalle 12 alle 15 e dalle 19 alla 23.30

GIUBBE ROSSE

Riapre a fine mese in piazza della Repubblica il caffè letterario Le Giubbe Rosse: uno storico locale fiorentino fondato nel 1897 come “Birreria Fratelli Reininghaus”. Il locale venne ribattezzato “Le Giubbe Rosse” per le giacche in stile viennese dei camerieri. La storia del caffè letterario è legata ai futuristi fiorentini: Giovanni Papini, Ardengo Soffici e Aldo Palazzeschi e alle riviste letterarie del primo Novecento: “Lacerba”, “La Voce” e “Il Selvaggio”. Il recupero del caffè, dichiarato “bene da tutelare” dal ministero dei Beni culturali, è stato realizzato dalla società Faro Alto Investment, già proprietaria della società Scudieri e dell’omonimo caffè, ed è durato tre anni. All’architetto Domenico Gallucci, l’incarico di dirigere i lavori sotto la supervisione della Soprintendenza. Rinnovata pure l’offerta culinaria, oggi affidata allo chef Giuseppe Lo Presti, con un curriculum di tutto rispetto: a Firenze Westin Excelsior e Relais Santa Croce, poi Casale di Grimoli, Cucina di Giuseppe Lo Presti all’interno di Villa Sassolini e la guida, insieme a Davide Canella, della cucina dei ristoranti “Contrada” e “La Cantina” presso Castel Monastero in provincia di Siena. In menu alcuni grandi classici della tradizione toscana e quel tocco di cucina internazionale che non può mancare in locale nel cuore del centro storico.

GIUBBE ROSSE
Piazza della Repubblica 13/r-14/r
Apertura: tutti i giorni

Articoli correlati

I Conoscenti, il nuovo bistrot sotto i portici di Bologna

Giorgia Galeffi

Selpizz, il nuovo ristorante a solo delivery nato post lockdown

Camilla Rocca

Primo Osteria: cucina romana (e non solo) a Ponte Milvio

Giorgia Galeffi