Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 20 Novembre 2021

Gelato vs “Ice-cream”: nasce l’Accademia del Gelato Artigianale a tutela del made in Italy

La crisi colpisce duro il mondo del gelato in Italia, che registra il -40% del fatturato medio. Ma i gelatieri italiani non si arrendono e rilanciano, puntando tutto su qualità, formazione e internazionalizzazione. Nasce così l’Accademia del Gelato Artigianale “Alberto Pica”.

C’è gelato e gelato, e quello italiano artigianale fatto con soli ingredienti naturali e di altissima qualità, è un vero e proprio vanto del nostro made in Italy. Semplice, fatto di pochi ingredienti, a basso contenuto calorico, realizzato nel rispetto delle materie prime stagionali, è proprio quello che tutti coloro che amano questo delizioso alimento, vogliono vedere prevalere sul mercato italiano e internazionale. Troppo spesso però il nostro amato gelato artigianale è poco valorizzato e minacciato soprattutto nei mercati esteri, da prodotti di scarsa qualità. Manca infatti una definizione chiara di gelato artigianale e sfortunatamente ancora oggi è perfettamente legale, usare questa dicitura per prodotti realizzati con basi pronte. Ma il VERO gelato artigianale italiano è ben altra cosa, e va assolutamente valorizzato e promosso. Per questo è nata l’Accademia del Gelato Artigianale “Alberto Pica”. In un momento storico in cui perfino le vendite del gelato crollano facendo precipitare i fatturati a livello nazionale su una media del  -40 % in un anno, avere una struttura che si faccia garante del sapere multidisciplinare per valorizzare il mestiere dell’artigiano gelatiere può rappresentare una svolta importante.

A presentare l’Accademia nella sala del consiglio della Camera di Commercio di Roma il 24 febbraio scorso sono stati il segretario generale Claudio Pica, il coordinatore dell’Accademia Aldo Pasquarella, il Presidente Agro Camera David Granieri, il Direttore generale Agrocamera Carlo Hausman, il Presidente dell’Associazione Italiana Gelatieri Vincenzo Pennestrì. Presenti anche Paolo Orneli, assessore al commercio della Regione Lazio, il Presidente Confesercenti Roma e Lazio Valter Giammaria e il padrone di casa della Camera di Commercio, il Presidente Lorenzo Tagliavanti.

Ha aperto i lavori il presidente di Camera di Commercio Tagliavanti, che ha sottolineato l’antico legame di Roma col gelato ricordando attraverso le parole di Plinio il vecchio come ” gli antichi romani erano soliti consumare una bevanda dolce e fresca preparata con il ghiaccio, lo zucchero e la frutta”. Ha poi parlato di gelato come: ” una grande eccellenza alimentare italiana a basso costo, famosa in tutto il mondo che è importante difendere dall’ ” Ice cream” che sono altri prodotti che non hanno nulla a che vedere col gelato artigianale italiano.” Infine Tagliavanti ha dichiarato: “Anche questa Accademia e questa nostra eccellenza ci aiuteranno a ricostruire un’economia post pandemia”.

L’Accademia, che ad oggi conta 4200 iscritti di cui 1300 solo nel Lazio, offre corsi di formazione per i gelatieri e per tutti coloro che vorranno diventarlo, assistenza, demo dimostrative, incontri di approfondimento e stage. Si avvale, infatti, di un team di docenti specializzati e di collaboratori qualificati e oltre all’attività di formazione offre servizi di consulenza tecnica e business per imprenditori che vogliono trasformare o avviare un’attività di gelateria in Italia e/o all’estero.

Il presidente di Fiepet Claudio Pica ha delineato gli obiettivi dell’Accademia intitolata a suo padre Alberto, grande gelatiere romano e storico presidente dell’ associazione: ” Oltre a quello di fare formazione e di accompagnare le imprese italiane ad affacciarsi con consapevolezza sui mercati internazionali, c’è la promozione di un gelato di qualità. In attesa di un riconoscimento normativo di un gelato di qualità, infatti, il nostro obiettivo è favorire il made in Italy e gli accordi di filiera, come quello che abbiamo sottoscritto con Coldiretti.

L’apporto fondamentale delle filiere è stato sottolineato anche da Mario Ciarla presidente di Arsial che ha dichiarato: “L’importanza delle materie prime nel gelato artigianale è fondamentale per valorizzare la filiera agroalimentare e per realizzare un prodotto d’eccellenza, sia a livello di gusto e sia a livello qualitativo e nutrizionale”.

Infine Pica ha anche provocatoriamente lanciato un appello alle istituzioni presenti, per costituire, passata la fase più acuta dell’ emergenza, un fondo per il rilancio delle attività dei gelatieri artigianali, fortemente colpiti dalla crisi innescata dal Covid. A partire da Roma dove i locali di periferia tengono un pò di più ma l’economia del settore perde in media il 35% del fatturato, che per le gelaterie del centro si traduce in un disastroso calo dell’85-90%. Si calcola che su 2200 gelaterie capitoline( numeri pre-covid) il 12 % è destinato a chiudere per sempre.

Sono sicuramente tempi difficili, ma l’Accademia si delinea come un progetto di ampio respiro che dà speranza: infatti di concerto con Associazione Italiana Gelatieri, Agro Camera e tutti gli altri attori istituzionali coinvolti vuole fare rete a 360°, coinvolgendo tutti i gelatieri italiani, per dare nuovo impulso a un grande sviluppo di questo nostro prodotto nel mondo.

Tra le iniziative immediatamente rese possibili dall’Accademia, la realizzazione di una guida sul gelato, voluta dall’Arsial e dal suo Presidente  Ciarla e in collaborazione con l’Agrocamera, nella quale si possono trovare ricette sfiziose e soprattutto gelati a basso contenuto calorico e fatti con ingredienti di prima qualità, e stagionalità che aiutano la scelta di un gelato che possa sostituire un pasto e che è completo anche da un punto di vista nutrizionale. La guida sarà un valore aggiunto per la valorizzazione del gelato artigianale italiano e un volano per tutto il settore del mondo del gelato ma anche tra i consumatori al fine di diffondere un prodotto interamente made in Italy non solo sul nostro territorio, ma in tutto il mondo.

Info utili


Associazione italiana gelatieri

Via del Circo Massimo 9 
00153 Roma
Tel. 06. 57288854


https://www.associazioneitalianagelatieri.it/