Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 25 Luglio 2021

Hamburger Day: ecco i migliori di Milano

Domani si festeggia l’Hamburger Day. Ecco la mappa per mangiare i migliori della città meneghina.

Torna l’Hamburger Day e Milano si fa trovare pronta. Sicuramente l’offerta in città non manca. Anche perché l’evento del 28 maggio, giorno consacrato all’hamburger, sembra essere molto atteso.

Lo sottolinea anche l’ultima ricerca di Just Eat: nell’ultimo anno sono stati ordinati oltre 295.000 kg di hamburger, con una crescita del +27% rispetto al 2019 e una passione che si è fatta sentire anche nei primi quattro mesi del 2021, durante i quali ne sono stati ordinati quasi 135.000 kg, che da soli cubano il 46% del totale del 2020.

Hamburger simbolo di un gusto tipicamente maschile? Just Eat svela invece che uomini e donne sono ugualmente ghiotti di un buon panino imbottito con patatine fritte di contorno, come dimostrato dal fatto che la percentuale è ravvicinata con un 53% vs 47%.

Andando invece a indagare per fasce di età, scopriamo che, in linea con le tendenze evidenziate sugli utenti della piattaforma, l’hamburger viene prediletto soprattutto da chi ha 25-34 anni (38%), cui fa seguito il range 35-44 anni con il 25%, quello 18-24 anni con il 18% e infine il 45-55 anni con il 12%.

Volete sapere anche i migliori di Roma? Leggete tutto qui.

Gli hamburger più ordinati del 2020 

  1. Hamburger Classico
  2. Cheeseburger
  3. Componi il tuo Hamburger
  4. Bacon Burger
  5. Chicken Burger
  6. Bacon Cheeseburger
  7. Hamburger di Chianina
  8. Doppio Cheeseburger
  9. Pulled Pork Burger
  10. Avocado Burger

I migliori di Milano

Fud Bottega

Gli hamburger di Fud Bottega parlano solo l’italiano, o meglio, il siciliano. Enormi, mastodontici e 100% Made in Sicily: cavallo e provola delle Madonie, mandorle salate allo zenzero, aglio rosso di Nubia, pesto di pistacchi e mozzarella di bufala ragusana, sono solo alcune delle chicche che si trovano in questo locale sui Navigli. Per ricercare il meglio della Sicilia e dei produttori locali, raccontando come un cibo americano può, per una volta, essere italianizzato.

Al Mercato e Al Mercato Street

Le nuove aperture dello chef Ronconi (sia in versione locale che in versione delivery) sono solo che il coronamento di una fama che si sussurra spesso nelle vie del centralissimo Missori (e ora anche in Porta Venezia). E così questo panino “americano” si italianizza e si trasforma in versione gourmet. Da provare accompagnato agli anelli di cipolla fritti.

Burgez

Provate il Beyond Burger di Burgez, vi sembrerà davvero di mangiare carne vera. Un’esperienza. Dicono che sarà il futuro: mangeremo tutti carne sintetica ma che sanguina e sa di quella vera e autentica. Certo, provate a fare la comparazione con quella originale e sentirete la differenza. Ma presa singolarmente vi ingannerà.

Flower Burger

Pensate che non si possibile l’accostamento tra vegano e hamburger, neanche per l’hamburger day? C’è chi per scardinare questo assioma ha costruito una catena, e una fortuna, in formato franchising e veggie. Bun colorato, accostamenti particolari e ingredienti ricercati, usando polveri di derivazione naturale, come barbabietola e ciliegia per il pink bun, curcuma per il panino giallo, alga spirulina, i panini di Flower Burger sono anche molto instagrammabili.

Porco Brado

Il pulled pork all’italiana per eccellenza si trova in Isola da Porco Brado. Decretato miglior panino d’Europa oggi si può realizzare anche con un kit a casa. Cinta Senese allevata a km 0 e lavorata con tecnica e sapienza con un procedimento di marinatura, a cui si mischia la razza Grigio della Valdichiana, allevate in una fattoria a Cortona, di proprietà di Porco Brado. Per una filiera cortissima.

Bioesseri

L’alternativa all’hamburger per chi non ama l’hamburger. La versione siciliana: pane e panelle. In formato rigorosamente bio. Lo trovate in Brera o a Porta Nuova con due punti vendita da scoprire per la bellezza dell’arredo. E per un pane e panelle da sballo.