Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Venerdì 30 Ottobre 2020

Jazz, Wine & Montalcino: What else?

Jazz & Wine in Montalcino è il festival che dal lontano 1998 unisce e fa vivere insieme due delle passioni terrene più intime ed intense, quella per il vino e quella per la musica.

Nonostante le difficoltà e le incertezze del momento, Jazz&Wine in Montalcino, tira dritto e va avanti per la sua strada di vite, proponendo una suggestiva combinazione di musicisti e location.

Grazie all’importante e collaudato contributo dell’azienda Banfi, con la consueta e fondamentale collaborazione del Comune di Montalcino e della famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma – racconta Rodolfo Maralli, presidente della Fondazione Banfi e organizzatore della rassegna Jazz & Wine in Montalcino abbiamo messo a punto un programma di assoluto livello, con 4 grandi concerti itineranti – tra il 30 luglio ed il 2 agosto prossimi – che toccheranno alcuni dei luoghi più magici del territorio, da Poggio alle Mura all’Abbazia di Sant’Antimo, per chiudere nel salotto di Montalcino, con il concerto finale, e gratuito, in Piazza del Popolo.


Il tutto, nel pieno rispetto delle leggi vigenti e con le dovute cautele del caso, ma anche, e soprattutto, con la convinzione che c’era davvero bisogno di un gesto audace come questo, ispirato all’ottimismo, alla fiducia e al rilancio di tutte le attività produttive, economiche e culturali di questo nostro grande territorio.


Un programma ricchissimo, che conferma la statura internazionale del Jazz & Wine, un Festival nato con l’idea di far dialogare un territorio unico come la Toscana, con il suo vivo tessuto produttivo e le sue ricchezze. Un’azienda che lavora con le mani e la testa, in cui vivere esperienze poliedriche tutte tese a condividere la grande cultura del vino e quella delle sue innumerevoli connessioni.

Una produzione vitivinicola importante, una cantina moderna per mantenere sempre alto il livello qualitativo dei vini prodotti. Un calendario di concerti sempre ricco di tante sonorità, come solo il Jazz sa fare ed unire, per sigillare una passione a due voci in un unico sentire.

Per conoscere date e luoghi, cliccate qui. Buon Vino e Buon Jazz.