Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 08 Agosto 2020

La Fiera dei Sapori (dei Castelli Romani)

A Frascati il 12 e il 13 novembre una due giorni per gustare le prelibatezze del territorio: dalla porchetta di Ariccia IGP al pane casereccio di Genzano e di Lariano, passando per i prodotti tipici di norcineria, le castagne, i dolci e naturalmente il vino

Si chiama La Fiera dei Sapori e i sapori in questione sono quelli autentici dei Castelli Romani. L’appuntamento con la manifestazione che celebra le tradizioni enogastronomiche di questo territorio è fissato per il weekend del 12 e 13 novembre (dalle 11 alle 22:30) a Frascati, per la precisione in Piazza San Pietro, cuore pulsante di quella che è una autentica mostra mercato che offre a tutti i partecipanti il meglio delle produzioni locali: dalla porchetta di Ariccia IGP al pane casereccio di Genzano e di Lariano, dalle castagne di Rocca di Papa alle ciambelline al vino, passando per pecorino, olio extravergine e salamella. Il tutto condito naturalmente dal vino di zona: 20 le etichette dei Castelli rappresentate tra vini bianchi e rossi.

Oltre alle degustazioni è organizzato anche un vero e proprio percorso formativo pensato per coloro che vogliano approfondire storia e cultura dei must culinari castellani, con informazioni sulla tradizione vitivinicola del territorio e sulle etichette che vengono prodotte. Inoltre sarà proposta una selezione di prodotti tipici, con schede dedicate a illustrarne la storia, le caratteristiche organolettiche e i possibili utilizzi in cucina, oltre alle eventuali certificazioni ottenute.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito. Le degustazioni sono a pagamento tramite voucher di 5 euro (ogni voucher corrisponde a una degustazione).

Nel dettaglio troverete:

L’ANGOLO DEI PANINI (il meglio della norcineria locale, a partire dalla Porchetta di Aricca IGP, dal Salame Castellino e dalla Salamella Romana, accompagnata dall’ottimo pane di Genzano e di Lariano)

SFIZIOSITA’ (ottimi formaggi e prodotti caseari freschi e stagionati, dalla ricotta al pecorino di fossa passando per il primosale, sono i protagonisti di degustazioni “sfiziose”, insieme a pane tostato, olio e buonissime marmellate)

I CALDI (“piatti cucinati” alla Fiera dei Sapori, fatti apposta per assaggiare la bontà delle ricette dei Castelli, tra “frittatine” alle verdure – con broccoletti o cicoria -, polentabianca e rossa e l’ottimo pane di Genzano e Lariano)

I DOLCI (quella dei Castelli Romani è una produzione dolciaria ampia e variegata, con prodotti diversi tra loro: dalle ciambelline al vino ai tozzetti di pasta frolla, dai pepetti al cioccolato alle ciambelle degli sposi fino alla pupazza frascatana)

LA FRUTTA (ai Castelli Romani ci sono varietà di frutta riconosciute a livello nazionale. Alla Fiera dei Sapori ci saranno l’uva, di cui i Castelli Romani sono ottimi produttori, e i kiwi, frutto “esotico” ma coltivato spesso a due passi da casa)

I VINI (Il vino è tra i grandi protagonisti della Fiera dei Sapori, con uno spazio dedicato per le degustazioni. Si potranno assaggiare oltre 20 etichette dei Castelli Romani, tra vini bianchi e rossi, tutti dal gusto inconfondibile)

LE CALDARROSTE (Protagoniste dell’autunno, le Caldarroste sono uno dei prodotti di punta dei Castelli Romani. Alla Fiera dei Sapori si potranno assaggiare le migliori caldarroste, da mangiare calde calde, appena arrostite)

I PIATTI SLOW FOOD (due piatti firmati dalla Comunità del Cibo, progetto Terra Madre di Slow Food: una “Cacio & Pepe” e una pasta con guanciale di maiale e broccoli, dal sapore intenso e deciso)

fiera2