Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 30 Settembre 2020

Michelin 2021 Italia: tutte le novità della nuova edizione

guida michelin 2018

Buone notizie. La versione cartacea della Guida Michelin 2021 ci sarà e conterrà diverse novità. Vediamo qualche anticipazione.

La notizia è ufficiale. La Guida Michelin 2021 ci sarà e sarà in versione cartacea. La presentazione si terrà il 25 novembre a Milano e sarà in presenza, almeno per quanto riguarda gli chef protagonisti mentre alla stampa sarà dedicato un collegamento online.

In tempi di lockdown, dopo quella della creazione del barometro per la riapertura dei ristoranti, la notizia della possibile edizione digitale della Rossa aveva fatto il giro di tutti i principali giornali di settore, destabilizzando appassionati e addetti del settore e destando notevoli critiche. Ipotesi scongiurata, dunque. Gli amanti della carta stampata possono tirare un sospiro di sollievo.

Ma la stampa, si sa, ha bisogno di tempo. Per questo motivo la Michelin ha deciso di posticipare l’uscita e la serata di premiazione (di solito prevista intorno ai primi giorni di novembre) al 25. Questo slittamento darà anche l’opportunità agli ispettori, ancora in giro per le loro valutazioni, di compilare le loro famose e temute schede che, per questo 2021, dovrebbero essere più “flessibili”.

Le novità

La Michelin infatti aveva già dichiarato che le guide di questo anno funesto avrebbero tenuto conto del cibo buono, di qualunque forma. Lo stesso Gwendal Poullennec, il direttore internazionale, aveva lasciato intendere l’apertura della guida ad hamburger, delivery e take away o qualsiasi altra strategia adottata dai ristoratori per far fronte a questo periodo di crisi senza precedenti.

Notizie ufficiali sulla location o sullo svolgimento della presentazione ancora non ci sono. Dopo Parma e Piacenza però, sembra esser Milano la città candidata ad ospitare il gala che, per quest’anno, dovrebbe avere, tra il pubblico presente, solamente i ristoranti premiati. Una decisione presa, presumibilmente, per evitare assembramenti, che darà però a tutti la possibilità di assistere tramite collegamenti social.

Ma non è tutto. Come annunciato dal Corriere della Sera, questa edizione della Guida Michelin avrà anche altre novità. Oltre a premiare gli “stellati” d’Italia, verranno assegnati anche altri premi speciali. “Mentor Chef” , vinto lo scorso anno da Gennaro Esposito, “Giovane Chef dell’Anno” e “Servizio di Sala” oltre ai nuovi arrivati “Trifogli Verdi”.

Si tratta di premi, già assegnati nel 2020 ad alcuni ristoranti presenti sulle guide del Nord Europa come Francia e Svezia, attribuiti a quegli indirizzi che maggiormente si sono impegnati nel ridurre l’impatto ambientale delle loro attività.

I criteri per l’assegnazione di questi riconoscimenti non sono ancora note. Da quello che è trapelato però sappiamo che saranno assegnate anche a ristoranti non stellati.

Chi vincerà dunque? E quanti cambiamenti ci saranno nei gradini più alti dell’Olimpo dei ristoranti? Non ci resta che aspettare il 25 novembre.