Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 27 Giugno 2019

Osterie d’Italia 2017: mangiare bene pagando il giusto

153 le novità recensite nella 27esima edizione della guida Slow Food: di queste 80 inserite nella fascia di prezzo compresa tra i 26 e i 35 euro e altre 26 non superano nemmeno i 25 euro. 263 le chiocciole assegnate: eccole regione per regione

E’ all’insegna dell’ottimo rapporto qualità-prezzo l’edizione 2017 della guida Osterie d’Italia di Slow Food, lanciata ufficialmente lunedì 26 settembre nella reggia savoiarda di Venaria Reale nell’ambito della manifestazione Terra Madre – Salone del Gusto a Torino.

Sono 153 le novità recensite di cui ben 80 si collocano nella fascia di prezzo compresa tra i 26 e i 35 euro (vini esclusi) e altre 26 addirittura non superano i 25 euro.

Gli indirizzi segnalati sono in tutto 1570, e come al solito sono scandagliate una ad una tutte le regioni, il legame con le quali – dal punto di vista delle tradizioni gastronomiche e della stagionalità dei prodotti – funge da fattore fondamentale nella valutazione dei singoli locali.

L’attenzione al prezzo – si legge in una nota – è rappresentata anche dal bollino con un euro e una freccia, il nuovo simbolo che semplifica la consultazione della guida, indicando così i locali più costosi (e cioè al di sopra dei 35 euro) e meritevoli comunque di entrare in pagina nonostante un conto più alto a fine pasto e aprendosi dunque a tutte le tasche mantenendo un occhio attento alla qualità.

Rinnovate poi le schede di presentazione delle osterie: divise in due sezioni, raccontano da una parte la storia del locale e dall’altra quella dei suoi piatti.

Invariati invece i simboli storici della guida: la Chiave, assegnata alle osterie che offrono ospitalità per la notte; il Formaggio, per le osterie che propongono una selezione di prodotti caseari; la Bottiglia, che si riferisce alle proposte eccellenti della cantina; e poi naturalmente la Chiocciola, per i locali con un’atmosfera in perfetto stile Slow Food.

Il volume, edito da Slow Food Editore, è stato curato da Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni e sarà acquistabile anche nei negozi (online è già possibile) dal 28 settembre al prezzo di 22 euro.

Di seguito l’elenco delle 263 chiocciole assegnate (secondo ordine alfabetico delle regioni).

osterie-2017

ABRUZZO

PerVoglia – Castellalto (TE); Zenobi – Colonnella (TE); La Bilancia – Loreto Aprutino (PE); Borgo Spoltino – Mosciano Sant´Angelo (TE); Sapori di Campagna – Ofena (AQ); Taverna de li Caldora – Pacentro (AQ); Taverna 58 – Pescara (PE); Font’Artana – Picciano (PE); Vecchia Marina – Roseto degli Abruzzi (TE); La Corte – Spoltore (PE).

BASILICATA

Pezzolla – Accettura (MT); Al Becco della Civetta – Castelmezzano (PZ); Da Peppe – Rotonda (PZ); La Mangiatoia – Rotondella (MT); Luna Rossa – Terranova di Pollino (PZ).

CALABRIA

Pecora Nera – Albi (CZ); L’Aquila d’Oro – Cirò (KR); Max – Cirò Marina (KR); La Taverna dei Briganti – Cotronei (KR); Calabrialcubo – Nocera Terinese (CZ); Il Vecchio Castagno – Serrastretta (CZ).

CAMPANIA

La Pignata – Ariano Irpino (AV); Valleverde Zi’ Pasqualina – Atripalda (AV); Il Focolare – Barano d´Ischia (NA); Nunzia – Benevento (BN); Tre Sorelle – Casal Velino (SA); Gli Scacchi – Caserta (CE); La Pergola – Gesualdo (AV); Fenesta Verde – Giugliano in Campania (NA); Lo Stuzzichino – Massa Lubrense (NA); Di Pietro – Melito Irpino(AV); Umberto – Napoli (NA); Famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore (SA); Osteria del Gallo e della Volpe – Ospedaletto d´Alpinolo (AV); Angiolina – Pisciotta (SA); Perbacco – Pisciotta (SA); Abraxas – Pozzuoli (NA); La Ripa – Rocca San Felice (AV); La Locanda della Luna – San Giorgio del Sannio (BN); ‘E Curti – Sant´Anastasia (NA); ‘O Romano – Sarno (SA); La Piazzetta – Valle dell´Angelo (SA); Il Cellaio di Don Gennaro – Vico Equense (NA).

EMILIA ROMAGNA

Osteria Bottega – Bologna (BO); Trattoria di Via Serra – Bologna (BO); La Lanterna di Diogene – Bomporto (MO); Campanini – Busseto (PR); Locanda Mariella – Calestano (PR); La Baita – Faenza (RA) Entrà – Finale Emilia (MO); La Campanara – Galeata (FC); Antica Locanda del Falco – Gazzola (PC); Osteria del Vicolo Nuovo da Rosa e Ambra – Imola (BO); Antica Trattoria Cattivelli – Monticelli d´Ongina (PC); Osteria di Rubbiara – Nonantola (MO); Ai Due Platani – Parma (PR); Antichi Sapori – Parma (PR); Ostreria Pavesi – Podenzano (PC); Da Ottavio – Sogliano al Rubicone (FC); Amerigo dal 1934 – Valsamoggia (BO); Trattoria del Borgo – Valsamoggia (BO).

FRIULI VENEZIA GIULIA

Ai Cacciatori – Cavasso Nuovo (PN); Borgo Poscolle – Cavazzo Carnico (UD); Borgo Colmello – Farra d´Isonzo (GO); Rosenbar – Gorizia (GO); Ai Ciodi – Grado (GO); Ivana & Secondo – Pinzano al Tagliamento (PN); Devetak-Savogna d´Isonzo – Sovodnje ob Soci (GO); Da Afro – Spilimbergo (PN); Sale e Pepe – Stregna-Srednje (UD); Da Alvise – Sutrio (UD); Stella d’Oro – Verzegnis (UD).

LAZIO

Le Delizie di Maria – Arpino (FR); Lo Stuzzichino – Campodimele (LT); Osteria del Tempo Perso– Casalvieri (FR); Zarazà – Frascati (RM); L’Oste della Bon’Ora – Grottaferrata (RM); Taverna Mari – Grottaferrata (RM); Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano (RM); La Polledrara – Paliano (FR); Osteria del Vicolo Fatato – Piglio (FR); A Casa di Assunta – Ponza (LT); Da Armando al Pantheon – Roma (RM); Da Cesare – Roma (RM); Grappolo d’Oro – Roma (RM); Osteria del Borgo – Roma (RM); Osteria del Velodromo Vecchio – Roma (RM); Borgo Pio– Terracina (LT); Tredici Gradi – Viterbo (VT).

LIGURIA

Magiargè Vini e Cucina – Bordighera (IM); Mse Tutta – Calizzano (SV); Armanda – Castelnuovo Magra (SP); A Viassa – Dolceacqua (IM); Da Ö Colla – Genova (GE); Ostaia da U Santu – Genova (GE); La Molinella – Isolabona (IM); La Brinca – Ne (GE); Da Fiorella – Ortonovo (SP); U Giancu– Rapallo (GE); Gli Amici – Varese Ligure (SP).

LOMBARDIA

Al Ponte – Acquanegra sul Chiese (MN); Le Frise – Artogne (BS); Altavilla – Bianzone (SO); Dentella – Bracca (BG); La Madia – Brione (BS); La Piana – Carate Brianza (MB); Hostaria Viola – Castiglione delle Stiviere (MN); Il Gabbiano – Corte de´ Cortesi con Cignone (CR); Locanda delle Grazie – Curtatone (MN); Caffè la Crepa – Isola Dovarese (CR); Mirta – Milano (MI); Ratanà – Milano (MI); Prato Gaio – Montecalvo Versiggia (PV); Osteria del Crotto – Morbegno (SO); Guallina – Mortara (PV); Burligo – Palazzago (BG); Osteria della Villetta – Palazzolo sull´Oglio (BS); Trattoria dell’Alba – Piadena (CR); Le Caselle – San Giacomo delle Segnate (MN).

MARCHE

Chalet Galileo – Civitanova Marche (MC); Agra Mater – Colmurano (MC); Da Maria – Fano (PU);
Osteria dell’Arco – Magliano di Tenna (FM); Ponterosa – Morrovalle (MC); Ophis – Offida (AP); Vino e Cibo – Senigallia (AN); Coquus Fornacis – Serra de´ Conti (AN).

MOLISE

La Grotta da Concetta – Campobasso (CB); Osteria Dentro le Mura – Termoli (CB).

PIEMONTE

Osteria dell’Arco – Alba (CN); Locanda dell’Olmo – Bosco Marengo (AL); Battaglino – Bra (CN); Boccondivino – Bra (CN); Marsupino – Briaglia (CN); Violetta – Calamandrana (AT); Il Moro – Capriata d´Orba (AL); La Casa nel Bosco – Cassinasco (AT); Madonna della Neve – Cessole (AT); La Torre – Cherasco (CN); Locanda dell’Arco – Cissone (CN); Ristorante del Mercato da Maurizio – Cravanzana (CN); La Speranza – Farigliano (CN); La Taverna di Fra Fiusch – Moncalieri (TO); Cantina dei Cacciatori – Monteu Roero (CN); Osteria Alpino – Paesana (CN); Corona di Ferro – Saluzzo (CN); Osteria della Pace – Sambuco (CN); Del Belbo da Bardon – San Marzano Oliveto (AT);  La Coccinella – Serravalle Langhe (CN); Impero– Sizzano (NO); Antiche Sere – Torino (TO); Consorzio – Torino (TO).

PUGLIA

L’Aratro – Alberobello (BA); Antichi Sapori – Andria (BT); Perbacco – Bari (BA); Casale Ferrovia – Carovigno (BR); Cibus – Ceglie Messapica (BR); ‘U Vulesce – Cerignola (FG); La Cuccagna – Crispiano (TA); Falsopepe – Massafra (TA); Masseria Barbera – Minervino Murge (BT); L’Antica Locanda – Noci (BA); Peppe Zullo – Orsara di Puglia (FG); La Piazza – Poggiardo (LE); Botteghe Antiche – Putignano (BA); La Fossa del Grano – San Severo (FG); La Locanda di Nonna Mena – San Vito dei Normanni (BR); Lilith Masseria Copertini – Vernole (LE).

SARDEGNA

Su Carduleu – Abbasanta (OR); Sa Piola della Vecchia Trattoria – Cagliari (CA); Su Tzilleri e su Doge – Cagliari (CA); Santa Rughe – Gavoi (NU); Su Recreu – Ittiri (SS); Il Portico – Nuoro (NU); Il Rifugio – Nuoro (NU); Antica Dimora del Gruccione – Santu Lussurgiu (OR); Sas Benas – Santu Lussurgiu (OR).

SICILIA

U Locale – Buccheri (SR); Nangalarruni – Castelbuono (PA); Da Bernardo – Lampedusa (AG); 4 Archi – Milo (CT); La Rusticana – Modica (RG); La Perla – Naso (ME); Andrea – Palazzolo Acreide (SR); Trattoria del Gallo – Palazzolo Acreide (SR); Ai Cascinari – Palermo (PA); Da Salvatore – Petralia Soprana (PA); U Sulicce’nti – Rosolini (SR); Da Luciana – San Piero Patti (ME); Al Ritrovo – San Vito Lo Capo (TP); Acquarius – Santo Stefano Quisquina (AG); Fratelli Borrello – Sinagra (ME); Tischi Toschi – Taormina (ME); Cantina Siciliana – Trapani (TP).

TOSCANA

Aiuole – Arcidosso (GR); La Lina – Bagnone (MS); Il Tirabusciò – Bibbiena (AR); I Diavoletti – Capannori (LU); Antica Fattoria del Grottaione – Castel del Piano (GR); La Taverna del Pian delle Mura – Castiglione d´Orcia (SI); Il Grillo è Buoncantore – Chiusi (SI); La Solita Zuppa – Chiusi (SI); Osteria del Teatro – Cortona (AR); Da Burde – Firenze (FI); Il Cibreo Trattoria – Firenze (FI); Mangiando Mangiando – Greve in Chianti (FI); La Paloma – Isola del Giglio (GR); Il Mecenate – Lucca (LU); La Tana dei Brilli Parlanti – Massa Marittima (GR); Il Frantoio – Montescudaio (PI); L’Oste Dispensa – Orbetello (GR); La Tana degli Orsi – Pratovecchio (AR); Le Panzanelle – Radda in Chianti (SI); Da Roberto Taverna in Montisi – San Giovanni d´Asso (SI); Antico Ristoro Le Colombaie – San Miniato (PI); Osteria di San Piero – San Piero a Sieve (FI); Da Gagliano – Sarteano (SI); Bistrot del Mondo Da Bobo all’Acciaiolo – Scandicci (FI); Il Canto del Maggio – Terranuova Bracciolini (AR); La Botte Piena – Torrita di Siena (SI); Il Conte Matto – Trequanda (SI).

TRENTINO ALTO ADIGE

Kürbishof – Anterivo-Altrei (BZ); Locanda delle Tre Chiavi – Isera (TN); Boivin – Levico Terme (TN); Osteria Storica Morelli – Pergine Valsugana (TN); Signaterhof – Renon-Ritten (BZ); Nerina – Romeno (TN); Jägerhof – San Leonardo in Passiria (BZ); Lamm Mitterwirt – San Martino in Passiria (BZ); Cant del Gal – Tonadico (TN); Durnwald – Valle di Casies-Gsies (BZ).

UMBRIA

L’Acquario – Castiglione del Lago (PG); La Miniera di Galparino – Città di Castello (PG); Piermarini – Ferentillo (TR); Stella – Perugia (PG); Baciafemmine – Scheggino (PG).

VALLE D’AOSTA

La Vrille – Verrayes (AO).

VENETO

Alla Rosa – Adria (RO);  Zamboni – Arcugnano (VI); Locanda Baggio – Asolo (TV); Alle Codole – Canale d´Agordo (BL); Pironetomosca – Castelfranco Veneto (TV); Al Portico – Cona (VE); Dai Mazzeri – Follina (TV); Enoteca della Valpolicella – Fumane (VR); Isetta – Grancona (VI); Al Ponte – Lusia (RO); Madonnetta – Marostica (VI); Il Sogno – Mirano (VE); Da Paeto – Pianiga (VE); Arcadia – Porto Tolle (RO); Locanda Solagna – Quero Vas (BL); Al Forno – Refrontolo (TV); Antica Trattoria da Nicola – San Donà di Piave (VE); Zolin – Sandrigo (VI); Antica Trattoria al Bosco – Saonara (PD); San Siro – Seren del Grappa (BL); Dalla Libera – Sernaglia della Battaglia (TV); Da Doro – Solagna (VI); La Tavolozza – Torreglia (PD); Il Basilisco – Treviso (TV); Ostaria Da Mariano – Venezia (VE); Al Bersagliere – Verona (VR).