Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 13 Novembre 2018

Pane e Tempesta raddoppia a Roma e inaugura in via della Pisana

pane e tempesta roma

Da Monteverde a via della Pisana. Pane e Tempesta fa il bis e apre un nuovo punto vendita con ben due laboratori separati, uno per il pane e uno per la pizza

Dopo la bottega di via Giovanni De Calvi, in zona Monteverde Nuovo a Roma, Fabrizio Franco e Omar Abdel Fattah, hanno inaugurato il nuovo punto vendita di Pane e Tempesta in via della Pisana. Un vero e proprio tempio della pizza e del pane, con ben due laboratori separati dove sperimentare e ideare nuove ricette.

pane e tempesta roma

Pane e Tempesta – dichiara il pizzaiolo Omar – nasce dall’esigenza di fare un percorso insieme che sia genuino e sano, nel senso più intimo del termine. Ci piace cullare il prodotto dal momento in cui lo pensiamo a quando esce dal forno e adesso, con il nuovo centro produttivo abbiamo la possibilità di farlo nel modo migliore”.

L’impasto della pizza è realizzato con una farina integrale, macinata a pietra Due i cereali utilizzati: il farro monococco e il farro dicocco. La lievitazione dura 24 ore e rende la pizza sana, digeribile e leggera, croccante fuori e morbida dentro.

pane e tempesta roma

Più di 20 i condimenti (nel fine settimana si arriva anche a 30), dalla carne ai formaggi e alle verdure rigorosamente di stagione. Tra le più richieste troviamo la Scarola fatta con San Marzano, scarola, olive taggiasche e capperi, la Bella Ceciona con crema di ceci, rucola, pachino e menta e la Gustosa ma da lontano realizzata con una base di mozzarella, bufala cotta, provola, cipolla rossa di Tropea, guanciale e rucola. Ottima anche l’Alice va in campagna condita con songino, burrata, alici, scorza di limone e cipolla rossa di Tropea in agrodolce.

Se il re della pizza è Omar, l’esperto di panificazione di Pane e Tempesta è Fabrizio. Per lui il pane è fatto di elementi che entrano in equilibrio tra di loro, e la panificazione è un processo di trasformazione che rispetta la vitalità di ogni singolo prodotto, ad iniziare dall’eccezionale qualità delle materie prime.

Il pane è una massa biologica fatta di farina, acqua e sale – dice Fabrizio – una volta cotta diventa un’altra vita e si trasforma in cibo per gli uomini. Lavoro la notte per dare vita al mattino a un nuovo nutrimento”.

pane e tempesta roma

Segale, grano madonita, bolero e grano etrusco, sono solo alcuni dei cereali utilizzati che poi diventano ciriole, spighe, pane con i semi di lino e sciapo di Terni. E ancora, il Magnifico Sette, fatto con sette tipologie di semi diversi, miglio, lino, sesamo, zucca, girasole, avena, papavero.

Altro fiore all’occhiello di Pane e Tempesta è la pasticceria da credenza, ovvero un tributo alla pasticceria italiana di una volta dedicata a quei prodotti che si preparavano per conservarli tutta la settimana: biscotti, crostate, torte da forno, plum cake.

Info utili

Pane e Tempesta Monteverde Nuovo

Via Giovanni De Calvi 23, Roma. Tel: 06.87725015

Orari: aperto dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 22:00. Domenica dalle 16:00 alle 22:00

 

Pane e Tempesta Pisana

Via della Pisana 167, Roma. Tel: 06.66154045       

Orari: aperto dal lunedì al sabato dalle 7:00 alle 22:00. Domenica chiuso.
Pagina Facebook