Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Domenica 21 Novembre 2021

Premio MangiaeBevi I Migliori del 2020 di Torino: tutti i vincitori

Cala il sipario sul Premio MangiaeBevi I Migliori del 2020. Nella notte si sono concluse le votazioni per assegnare i premi nella sezione torinese dell’evento finalizzato a dare un giusto riconoscimento alle attività di ristorazione che si sono maggiormente distinte nel corso degli ultimi 12 mesi. Ecco tutti i vincitori delle 16 categorie in gara e dei 4 premi speciali.

Da poche ore si sono concluse le votazioni per eleggere I Migliori del 2020 di Torino in occasione della sesta e ultima tappa del Premio MangiaeBevi. Siamo, dunque, pronti a svelarvi tutti i vincitori delle 16 categorie in gara, votate dai nostri utenti e dagli affezionati clienti delle attività in nomination, e dei 4 premi speciali assegnati dalla giuria.

Le votazioni si sono aperte lo scorso 17 marzo e hanno visto coinvolte quasi 80 attività di ristorazione in un duello a colpi di click, da parte di foodlovers, clienti affezionati e utenti del nostro magazine.

Come vi abbiamo spiegato in occasione delle nomination di Milano, Roma, Napoli, Firenze e Palermo, il Premio MangiaeBevi I Migliori del 2020 è stato ideato, in forma esclusivamente digitale, per dare un giusto riconoscimento alle attività che si sono distinte nel corso di questo ultimo anno, complicato per tutto il settore ristorativo. Per fare questo abbiamo chiesto aiuto ai più autorevoli esperti del settore che ci hanno supportato nell’identificare le 5 attività più meritevoli per ognuna delle categorie in gara.

Dalla somma delle loro preferenze, abbiamo stilato dunque le nomination riportate, in ordine di preferenza della giuria, nel nostro pannello di votazione, aperto a tutti gli utenti. Sono stati proprio loro, infatti, a decretare i vincitori che ora stiamo per svelarvi.

Alla giuria è, invece, toccato l’arduo compito di assegnare i 4 premi speciali per la Miglior Novità dell’Anno, il Miglior Format Innovativo, il Miglior Design e il Premio Resilienza, attribuito alle iniziative più meritevoli in tempo di pandemia.

Rinnovando i nostri complimenti alle attività vincitrici in tutte le città prese in esame, e ella speranza di poter tornare a festeggiare il Premio MangiaeBevi in presenza, vi diamo appuntamento al prossimo anno!

i migliori del 2020 di torino

I Migliori del 2020 di Torino

I Premi Speciali

Ad aggiudicarsi il Premio Speciale come Miglior Novità dell’Anno è stata la Gastronomia Atipica Rambaldi, la nuovissima avventura torinese di Giuseppe Rambaldi.

Las Tapas Ricas, progetto targato Condividere a base di tapas, must della cucina spagnola, che rendono omaggio alla cucina mediterranea, ha invece vinto il premio speciale come Miglior Format Innovativo.

La giuria ha poi assegnato a Condividere, il ristorante che ha fatto dell’alta gastronomia un vero e proprio divertimento, il premio come Miglior Design.

Per quanto riguarda poi il Premio Resilienza, dedicato all’attività che si è maggiormente data da fare nel corso di questi ultimi, difficili, 12 mesi, la giuria ha espresso il proprio voto. Ma dalla somma delle loro preferenze è emerso un ex aequo e noi di MangiaeBevi abbiamo deciso di assegnare questo importante riconoscimento a entrambe le attività votate dagli esperti: Cucine Solidali, modello tutto torinese di ristorazione sostenibile che ha visto coinvolti diversi ristoranti nella preparazione di pasti per i più bisognosi, e San Giors che, insieme ad alcuni ristoranti della città, nei mesi di pandemia ha ideato il progetto “Dormite di Gusto”.

La Classifica Finale

MIGLIOR RISTORANTE FINE DINING
  1. Condividere
  2. Del Cambio
  3. Spazio 7
  4. Opera
  5. Piano 35
MIGLIOR RISTORANTE DELLA TRADIZIONE
  1. Scannabue Caffè Restaurant
  2. Al Gatto Nero
  3. Madama Piola
  4. Ristorante Consorzio
  5. Rambaldi Enoteca Bistrot
MIGLIOR RISTORANTE DI PESCE
  1. Mare Nostrum
  2. Pescheria Gallina
  3. La Gallina Scannata
  4. Simini Brasserie
  5. Ristorante Capriccioli
MIGLIOR RISTORANTE ETNICO
  1. Kensho
  2. Oh Crispa! Chinese Street Food
  3. Ristorante Zheng Yang
  4. Vale un Perù
  5. Mei Shi Mei Ke
MIGLIOR OSTERIA
  1. Osteria Antiche Sere
  2. Parlapà
  3. Barbagusto
  4. Le Ramine
  5. Osteria Le Putrelle
MIGLIOR BRACERIA
  1. Bifrò
  2. Brace Pura
  3. Braceria del Borgo
  4. La Taba Ristorante Argentino
  5. Griglio
MIGLIOR PIZZERIA
  1. Uagliò
  2. Sestogusto
  3. Bricks
  4. Berberè
  5. Patrick Ricci – Terra, Grani, Esplorazioni
MIGLIOR BIRRERIA
  1. Open Baladin
  2. Birrificio La Piazza
  3. Birrificio Torino
  4. Edit
  5. Birrificio San Paolo
MIGLIOR WINE BAR
  1. Luogo Divino
  2. Tre Galli Vineria Ristorante
  3. Rossorubino Enoteca
  4. Smoking Wine Bar
  5. Vinolento
MIGLIOR COCKTAIL BAR
  1. Bar Cavour
  2. Barz8
  3. Affini
  4. Smile Tree
  5. The Mad Dog Social Club
MIGLIOR PASTICCERIA
  1. Pasticceria Ghigo dal 1870
  2. Pasticceria Cioccolateria di Fabrizio Galla
  3. Pasticceria Uva
  4. Pfatisch
  5. Pasticceria Venier
MIGLIOR CAFFETTERIA
  1. Caffè Al Bicerin dal 1763
  2. Orso Laboratorio Caffè
  3. Caffè Mulassano
  4. Caffè Baratti & Milano
  5. Docg Coffee
MIGLIOR GELATERIA
  1. Alberto Marchetti Gelaterie
  2. Mara dei Boschi
  3. Gelateria Popolare Torino
  4. Marilù fa il Gelato
  5. Ottimo! Buono Non Basta
MIGLIOR PIZZA DA ASPORTO
  1. Tellia
  2. Focacceria Genovese Sant’Agostino Gran Torino
  3. Sarchiapone
  4. Il Taglio La Pizza Perfetta
  5. 50 Teglie
MIGLIOR FORNO
  1. Luca Scarcella Il Forno dell’Angolo
  2. Perino Vesco
  3. Panificio Ficini Valter
  4. Il Pane – Raffaele D’Errico al Mercato Centrale
  5. Panacea Social Farm
MIGLIOR BOTTEGA
  1. Damarco Enoteca e Drogheria dal 1959
  2. Angolo dei Sapori
  3. Amaury Fromager
  4. Baudracco Gastronomia
  5. Borgiattino

La Giuria

Nadia Afragola (Food and Travel Italia)
Chiara Cavalleris (Dissapore)
Stefano Cavallito (La Repubblica)
Simona De Ciero (Corriere della Sera)
Alessandro Lamacchia (La Repubblica)
Marco Lombardi – Il Messaggero/Gambero
Camilla Micheletti (MangiaeBevi)
Rocco Moliterni (La Stampa)
Mariachiara Montera (Travel With Gusto)
Nicoletta Polliotto (ComunicazionenellaRistorazione.it)
Sabrina Roglio (Shop in the city)
Sandra Salerno (Un tocco di zenzero – Corriere della Sera)
Sarah Scaparone (La Stampa)