Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 25 Gennaio 2020

Sapori Segreti: boom di visitatori al Palazzo dei Congressi

sapori segreti

Tre giorni, oltre 100 aziende e quasi ottomila visitatori. Cala il sipario sulla prima, fortunata edizione di Sapori Segreti

Al Palazzo dei Congressi di Roma è calato il sipario sulla prima e fortunata edizione di Sapori Segreti, il più innovativo fra i festival dedicati all’enogastronomia ed il turismo (ve ne avevamo parlato qui). Un binomio che ha conquistato il pubblico, almeno a giudicare dai circa ottomila visitatori che, nel corso della tre giorni, hanno affollato gli stand di oltre 100 aziende accomunate dalla grande attenzione per la sostenibilità, la tecnologia e la creatività.

Ed è proprio intorno a queste tre parole d’ordine si è snodato il festival che ha dato l’opportunità, ad esperti del settore e semplici appassionati, di vivere il connubio fra enogastronomia ed accoglienza.

Tanti sono stati gli appuntamenti di questa prima edizione, a cominciare dagli show culinari tenuti da alcuni dei più grandi cuochi italiani. Tra i più attesi, sul palco si sono alternati Angelo Troiani, chef del ristorante stellato “Il Convivio” e direttore artistico degli show cooking, Stefano Marzetti, Chef del ristorante Mirabelle, Daniele Lippi del ristorante Acquolina, Francesco Apreda, Massimo Viglietti e Maurizio Serva, patron de La Trota di Rivodutri.

Grande risonanza a livello internazionale ha avuto anche la seconda edizione di “Gelato World Heritage”, la competizione, organizzata dall’associazione nazionale gelatieri, che ha visto sfidarsi le delegazioni di nove nazioni e che ha visto trionfare l’Egitto.

Tutta riservata a giovani artisti italiani, invece, la competizione dedicata ai virtuosi del cappuccino organizzata da Atypica sotto l’occhio attento del campione italiano Giuseppe Fiorini. Un’occasione per i tanti visitatori di poter ‘gustare’ delle vere opere d’arte del Made in Italy realizzate da veri maestri.

Non poteva poi mancare uno spazio dedicato ai bambini che per tre giorni hanno potuto giocare apprendendo però, allo stesso tempo, i principi di base per una sana alimentazione.

Sostenibilità che è stata anche una delle parole d’ordine dei tanti dibattiti che hanno visto giornalisti, esperti del settore enogastronomico, imprenditori ed istituzioni confrontarsi su alcuni temi importanti.: Oltre ai padroni di casa Patrizia De Luise, Presidente di Confesercenti, e Vincenzo Miceli, organizzatore della rassegna con Cft, sul palco dell’area dibattiti si sono alternati personaggi come la scrittrice Lisa Casali e Sandro Pappalardo in rappresentanza di Enit. Proprio la Presidente di Confesercenti, ha parlato di “un riscontro per un evento che mira a promuovere l’eccellenza e la capacità di innovazione tecnologica delle imprese della filiera”. Un appuntamento che “Confesercenti ha fortemente sostenuto: con Sapori Segreti, abbiamo dato alle piccole imprese l’occasione di fare squadra e presentare a tutti, operatori di settore e grande pubblico, le competenze e la capacità imprenditoriale e di innovazione diffusa del food italiano, così come la forte sensibilità delle nostre imprese nei confronti dei temi della sostenibilità ambientale. Una chance di visibilità per le piccole imprese del Made in Italy, che spesso da sole non riescono ad ottenere”.