Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 15 Luglio 2020

SupplìTIamo: volge al termine il contest dedicato agli aspiranti rosticcieri targato Risate&Risotti

supplìtiamo

Si spengono i fuochi della prima edizione di SupplìTiAmo, il contest dedicato al supplì ideato da Risate&Risotti. Sul gradino più alto del podio è salita Anna Tortora con il suo Supplì D’Amare seguita Maria Vittoria Casolaro e da Bianca Berti.

Durante il lockdown tutti noi ci siamo destreggiati ai fornelli realizzando manicaretti dolci e salati postandone poi la foto sui social network. La pizza è stata, senza ombra di dubbio, la protagonista assoluta delle storie di Instagram in quarantena, seguita a ruota da pane e dolci lievitati. Da qui l’idea dei promotori di Risate&Risotti di dare un giusto spazio al principe dello street food capitolino, altro immancabile protagonista sui banconi di rosticcerie e pizzerie d’Italia: il supplì.

È nato così SupplìTIamo, il contest che, per tutto il mese di maggio, ha visto sfidarsi gli aspiranti rosticcieri a colpi di supplì sfiziosi e fantasiosi. Il tema della gara era semplice: realizzare un supplì originale utilizzando un ingrediente della propria regione o, ancor meglio, di qualche piccolo produttore al fine di valorizzare gli artigiani delle eccellenze gastronomiche italiane. Ma non solo. I partecipanti hanno inoltre dovuto condividere le loro creazioni con i vicini di casa, pubblicando una foto sui social.

Sono state oltre 100 le ricette inviate da Nord a Sud e giudicate virtualmente, tramite foto pubblicata su Facebook, da una super giuria di esperti: Anna Maria Pellegrino, cuoca e narratrice gastronomica, autrice tv e blogger, Leonardo Romanelli, critico gastronomico, professore alla scuola alberghiera e conduttore tv, Giampaolo Trombetti, esperto di cucina e talent scout di chef televisivi, Arcangelo Danini, oste per eccellenza, patron del Ristorante L’Arcangelo e di Supplizio a Roma, e Maurizio Di Dio, manager di Baldassare Agneli Pentole Professionali e opinion leader del settore gastronomia.

A salire sul podio, con un punteggio di 57, è stata Anna Tortora, giornalista, nota e amata food writer, sommelier ed esperta di hospitality essendo stata proprietaria di una Luxury House nel centro di Roma. È stato il suo Supplì D’Amare, a base di vongole e piselli, ad aggiudicarsi il gradino più alto con i suoi sapori d’estate.

Al secondo posto, ad un solo punto di scarto dalla prima classificata, si è posizionata Maria Vittoria Casolaro con il suo supplì Napoli 2.0 dal cuore partenopeo.

Sul gradino più basso del podio, con un punteggio pari a 52 voti si è posizionata la genovese  Bianca Berti con il suo Cima Supplì.

“Devo dire con una certa emozione – afferma l’ideatore di SupplìTIamo Luca Puzzuoli che attraverso questa iniziativa si è raccontata tutta l’Italia in un momento di grande tristezza per tutti. Nella festa che stiamo organizzando, inoltre, proporremo il supplì come simbolo dello street food nazionale”.

Il prossimo 8 luglio, alle ore 21:00, il supplì vincitore del contest sarà infatti anche protagonista di una serata esclusiva organizzata nel locale capitolino di Arcangelo Dandini in via dei Banchi Vecchi 143. Ad accompagnare le degustazioni di Supplì D’Amare, le bollicine della Cantina Decugnano dei Barbi di Oevieto, la mozzarella di bufala dell’Azienda Agricola Perla del Tevere, il prosciutto della Norcineria Oreto di Orvieto e i formaggi della Tenuta Radichino Fratelli Pira. Durante la serata verrà annunciato anche il programma della Giornata Nazionale del Supplì e dell’edizione 2021 di SupplìTiamo.

Non mi aspettavo affatto questa vittoria. – racconta Anna Tortora – Per la prova finale avevamo tre ingredienti obbligatori: piselli, pepe e erbe aromatiche. Ho scelto di utilizzare la menta, spezia molto usata nella cucina romana. La scelta dell’ultimo ingrediente è ricaduta sui lupini, tipici del litorale romano. Ho cotto i lupini senza aggiunta di grassi mentre i piselli li ho utilizzati in doppia consistenza: interi e in vellutata aggiunta in mantecazione del riso insieme all’acqua della mozzarella. Una ricetta leggera e semplice dunque. Del risultato sono molto soddisfatta ma non mi aspettavo tanta approvazione da parte della giuria. La serata da Supplizio mi emoziona e preoccupa allo stesso momento. Spero che il mio supplì sia all’altezza delle creazioni di Dandini.”