Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 27 Giugno 2019

Bunker Kitchen Club: la cucina internazionale di Nicholas Amici sbarca a Roma

bunker kitchen club

Proposta gastronomica internazionale, fatta di ingredienti selezionati e inconsueti e vini di qualità in un locale intimo dai toni “dark”. Ecco cosa si mangia da Bunker Kitchen Club

Ha aperto ufficialmente i battenti lo scorso 27 maggio nel cuore di Roma, a due passi da Piazza Barberini e Fontana di Trevi, Bunker Kitchen Club, un locale inconsueto con una proposta culinaria internazionale e in grado di creare bizzarri equilibri tra ingredienti apparentemente non associabili.

Il team che anima Bunker Kitchen Club è giovane e affiatato. In cucina c’è lo chef patron Nicholas Amici, da poco tornato in patria dopo numerose esperienze all’estero, soprattutto in Spagna e Inghilterra.

Come suggerisce il nome, il locale ricorda un bunker a partire dalla porta d’ingresso in ferro sormontata da una grande testa di toro realizzata dall’artista Okuda San Miguel. La sala è piccola (26 i coperti in totale) e in stile minimal, arredata con toni scuri, tavoli in legno e ferro, sedie comode e luci soffuse che scendono dall’alto.

Il menu è composto da una ventina di piatti che si susseguono senza le convenzionali distinzioni tra antipasti, primi e secondi. Sfogliandolo, risulta subito evidente la grande attenzione riservata alla scelta delle materie prime, spesso straniere e non usuali.

La proposta gastronomica di Bunker Kitchen Club è infatti multiculturale, un continuo tributo alle tradizioni di tutto il mondo.

bunker kitchen club
Roll di Avocado Foto: Alberto Blasetti

Ed ecco dunque i Roll di avocado con tonno bianco, pico de gallo e spicy mayo (10,50 euro), l’Uovo in sottobosco con uovo di quaglia, funghi, verdure ed essenza di bosco (9 euro) o il Funky Fish Fresh a base di branzino, porro, zenzero, fragola, agrumi e menta (12).

E ancora ostriche, galanga, curry rosso, mela e sesamo nel Parigi-Bangkok con scalo a Madrid (18 euro), Totanetto Bravo con totano, maialino, salsa brava, salsa aioli, carbone e chips di maiale (12) e Ven Tre Ska con ventresca di belfegò, asparagi, lardo e orzata di taccole (23 euro).

Tutti i piatti di Bunker Kitchen Club, seguono la filosofia spagnola del “para compartir”. È quindi possibile aggiungere, al prezzo indicato in carta, porzioni extra per ogni portata.

Non manca il menu degustazione (45 euro a persona più 25 euro drink pairing) composto da Tosada di gambero con polenta, wasabi e aneto, Mozzarella Milkless con scampi, pomodoro, alghe, aioli e sabbia mediterranea, Uovo in Sottobosco, Mediterranean Korean Dumpling con melanzana, pomodoro, parmigiano, gochujang e basilico, Lingua Viola con gambero, lingua, burrata e salsa verde e Porcino Royal a base di funghi, anatra, cavolfiore e galanga.

Dulcis in fundo: Brown Sugar al cioccolato, caramello, aglio nero e soia, Apple Blossom con mele, agrumi, meringa e basilico, Mango Nigiri con riso, yogurt, mango, coriandolo e cardamomo, e Fiori di zucca con ricotta di bufala, cioccolato, taccole e mostarda.

La proposta beverage di Bunker Kitchen Club spazia invece dai tè come il Lapsang Souchong leggermente affumicato, al tè verde fino ad arrivare ai distillati e ai vini, provenienti dall’Italia e dall’estero, selezionati dal direttore di sala Guido Sardi.

Info utili

Bunker Kitchen Club

Via del Boccaccio 24, Roma

Tel: 06 6400 8541

Orari: aperto dal lunedì al sabato dalle 19:00 alle 23:00

Pagina Facebook