Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Lunedì 24 Settembre 2018

Cos’è Vivi Bistrot, il format romano che compie 10 anni

vivi bistrot

Nato nel 2008 dall’idea di due amiche e colleghe, Daniela Gazzini e Cristina Cattaneo, che hanno deciso di buttarsi alle spalle la carriera dell’ambito dell’audiovisivo per lanciarsi in una nuova impresa, il progetto Vivi Bistrot è riuscito, in questi dieci anni, a rinnovarsi e ad allargarsi sempre però rimanendo fedele alla filosofia iniziale: proporre una cucina sana, sostenibile e biologica senza però rinunciare al gusto.

“Abbiamo preso ispirazione dai punti di ristoro visitati in splendi di parchi pubblici nel corso dei nostri viaggi nei paesi anglosassoni, in Francia e in nord Europa. Ci sembrava che fosse ora di aprire un luogo dedicato al leisure food anche a Roma, così ricca di parchi straordinari” affermano le due proprietarie.

Dall’apertura del primo locale all’interno di Villa Pamphili, sono passati dieci anni e il progetto di Daniele e Cristina conta ora ben 5 punti vendita. Si sono aggiunti infatti gli store a piazza Navona nel meraviglioso Palazzo Braschi, San Silvestro, alla nuova Rinascente e all’interno della Galleria Borghese nel quartiere Parioli.

Teatro, musei e luoghi del centro storico di Roma sono stati scelti da Daniela e Cristina per amplificare l’amore per il bello e la cultura, che sono la vera ricchezza dell’essere umano, oggi sempre più distratto e stressato dal tran tran quotidiano. Il concetto di pausa, contemplazione, ristoro e intrattenimento di qualità sono alla base della filosofia di Vivi Bistrot.

Cosa si mangia da Vivi Bistrot?

vivi bistrot

Prediligendo il chilometro zero, l’etica e la sostenibilità delle aziende selezionate come fornitori, Vivi Bistrot ha creato una vera e propria sinergia con i produttori, tanto da renderli compartecipi dei loro obiettivi e del fine ultimo di rendere il cliente felice e soddisfatto sotto tutti gli aspetti, compresa la salute. I vini sono selezionati da cantine biologiche, biodinamiche e naturali. Tra le bevande spiccano gli estratti di frutta e verdura, le spremute e i mocktail analcolici.

Il menu spazia dai club sandwich (anche vegani) ai bagel, dall’hummus di ceci alla pita con lenticchie all’harissa e crema di yogurt. Dalle zuppe di cereali, alla lasagna (di carne o vegetariana). Dal baccalà alla mediterranea servito con la polenta, al pollo al curry con riso basmati. E poi pasta integrale, riso e burger. Tra i piatti senza glutine, la parmigiana di melanzane e la lasagna al ragù.

Torte, biscotti, dolci al cucchiaio sono rigorosamente fatti in casa. Ci sono la cheesecake con salsa ai frutti di bosco, il crumble di mele, gli scones inglesi serviti con panna e marmellata di fragole. E ancora brownies, crostate e torte al cioccolato.

Una delle novità più innovative è il servizio PicNic, attraverso il quale è possibile ricevere, regalare o portare a casa, un vero e proprio cestino di vimini pieno delle migliori prelibatezze.

Info Utili

Sito.

Villa Pamphili, via Vitellia 102. Telefono 06 5827540.

Rinascente, via del Tritone. Telefono 06 69423693.

Piazza Navona 2. Telefono 06 68 33 779.

Galleria Borghese, Piazzale del Museo Borghese. Telefono 06 86 932 520.

San Silvestro, via della Mercede 50. Telefono 06 97613453.