Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 21 Ottobre 2020

Da Milano Wine Week a Digital Wine Week

milano wine week

Digital Wine Week ecco il nuovo “nome” per la Milano Wine Week che quest’anno sarà totalmente online

In un mondo del vino che sta cambiando, cambiamo anche noi. Abbiamo quindi costruito una piattaforma digitale per partecipare all’evento e diventa digital Milano Wine Week, aperta e accessibile a tutto il mondo” racconta Federico Gordini, ideatore della manifestazione che si terrà dal 3 al 11 ottobre. “Palazzo Bovara, dove doveva essere fatta in origine la manifestazione, diventa un grande studio per produrre contenuti e diventiamo internazionali, si potrà partecipare da tutto il mondo alla manifestazione“.

E la Milano Wine Week diventa quindi una piattaforma eventistica internazionale dedicata al mondo del vino italiano con 10 sedi internazionali (Londra, Monaco, Mosca, Pechino, Shanghai, Hong Kong, New York, San Francisco, Miami e Toronto). Durante la manifestazione le aziende potranno presentare i loro prodotti ai mercati di riferimento direttamente dall’Italia con il supporto della tecnologia, diventando decisamente innovativa.

Un sistema rivoluzionario nel mondo vitivinicolo: per i consumatori finali ci sono i Wine Districts, veri e propri sodalizi tra un quartiere, con il circuito di bar, ristoranti ed enoteche, e un Consorzio di tutela con aperitivi, cene e degustazioni.

Il Wine Business Forum si terrà il 6 ottobre, in partnership con BS-Strategies e coordinato da Silvana Ballotta: si concentrerà sull’ internazionalizzazione in alcuni dei principali mercati dell’export
vinicolo italiano. Il 10 ottobre invece prende il via la seconda edizione del Wine Generation Forum in collaborazione con AGIVI (Associazione dei Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani) in lingua inglese, dedicato ai “millennials” che lavorano nel settore vinicolo.

milano wine week

L’8 ottobre invece è la volta di nuovo appuntamento: Shaping Wine, realizzato in partnership con SDA Bocconi, un momento di riflessione sui trend innovativi e sul mondo del retail del vino.

Continua anche il progetto Wine Pairing, nato da una costola della Milano Food Week, format “gemello” creato da Gordini nel 2009 che vedrà la partecipazione di alcuni tra i più importanti chef italiani e internazionali. Un fitto programma di story-cooking in cui gli chef dovranno costruire una propria ricetta a partire da un vino.

Tanti i momenti di Winetelling, degustazioni digitali, guidate da produttori ed esperti di settore, dedicate ai “wine lovers” – collegati in remoto attraverso la piattaforma dedicata e le pagine social della manifestazione – che potranno acquistare le bottiglie direttamente online.

Infine i Winers: non solo produttori, enologi e agronomi ma anche tecnici,
comunicatori, blogger, startupper, responsabili dell’ospitalità, ristoratori, manager, sommelier, consulenti ed enotecari, i veri protagonisti della prossima Milano Wine Week.