Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 28 Novembre 2020

Vasiliki Kouzina: 3 ricette greche per l’estate con vini greci e birra in abbinamento

vasiliki kouzina

Insalata greca, polpette di zucchine, yogurt greco con Miele e noci. Le idee di Vasiliki Pierrakea per la vostra tavola, con gli abbinamenti da non perdere.

Mi ha colpito fin da subito per la fortissima energia che emana, Vasiliki Pierrakea, chef di origini greche oggi imprenditrice di successo a Milano.

Quando la vedi resti stregato dai suoi armonici contrasti.

Non ti spieghi come possa esserci tanta forza in una donna così esile e minuta, tanta femminilità sotto le giacche oversize dal deciso taglio maschile.

Sembra un po’ una dea sotto mentite spoglie, Vasiliki, approdata in Italia per farci scoprire tutto il bello e il buono della grande Grecia.

Il suo motto è “A Kuturu”, una frase che ha ereditato dalla nonna, che vuol dire: “Lasciati andare alla vita, fatti trascinare dai suoi misteri, vivila appieno nella sua meravigliosa imperfezione”.

Un invito a immergersi negli eventi e non lasciarsi spaventare da ipotetici “errori”, che, invece, potrebbero essere “segnali” che ci portano verso nuove, entusiasmanti avventure.

In via Clusone 6 ha creato il suo piccolo scrigno di “fantasticherie elleniche” come ama chiamarle lei, che si chiama Vasiliki Kouzina. Ti siedi all’esterno del locale sulle sedie blu profondo e ti senti sospeso come se fossi in una di quelle stradine delle Isole Greche, quando il tempo diventa eterno.

vasiliki kouzina
Vasiliki Kouzina – Milano

Ti siedi all’interno e trovi dettagli dorati, specchi, semplicità ed eleganza, uno stile unico, quello di Vasiliki appunto, che ti viene incontro con il suo grande sorriso, che ti comunica l’inizio di un viaggio.

Le ricette sono quelle “vere”, della sua famiglia greca, ripensate da Vasiliki con il suo tocco personale e grazie all’abilità della chef Eleonora Barbone.

L’attenzione all’ingrediente è totale: dalla Grecia sceglie personalmente olive, formaggi, prodotti da forno e conserve. Frutta e verdura fresche, naturalmente, sono italianissime con una forte attenzione al biologico.

Il percorso gastronomico del ristorante deve iniziare – necessariamente secondo me – dal ricco tagliere di prodotti tipici per arrivare ad un assaggio delle mitiche polpette di zucchine e menta. Senza questo inizio, l’esperienza è vissuta a metà. 

vasiliki kouzina
Vasiliki Kouzina

Menzione d’onore per la carta dei vini, studiata per dare una visione completa – difficilissima da trovare in Italia – della produzione vitivinicola più vera della Grecia.

In attesa che si possa riaprire post-Covid, Vasiliki porta a casa tutte le sue bontà di alta – ma familiare – cucina greca con un servizio attento di delivery su Milano.

La chef Eleonora Barbone

Eleonora Barbone e Vasiliki Pierrakea

A fianco della titolare Vasiliki Pierrakea, c’è la chef Eleonora Barbone che guida le cucine di Vasiliki da settembre 2019. Classe 1988, bolognese di origini ma con papà veneziano, prima di diventare chef del Ristorante Vasiliki Kouzina, ha avuto un’importante e lunga esperienza formativa al fianco degli stellati Costardi Bros (Ristorante Christian e Manuale, Hotel Cinzia, Vercelli).

Il suo stile è fatto di sperimentazione, precisione e grande attenzione al dettaglio, con un forte “tocco femminile). Radici Venete ed Emiliane hanno permesso di unire il mare e la terra nei suoi piatti non rinunciando mai al piacere del gusto al palato.

Le ricette per l’estate di Vasiliki Kouzina

In vista dell’estate, Vasiliki ci ha regalato 3 ricette greche da provare. Scopriamole insieme con l’abbinamento dei vini greci e birra.

Insalata Greca

vasiliki kouzina
L’insalata greca

Come non iniziare con la buonissima Insalata greca? Secondo la ricetta di Vasiliki si prepara in modo semplice tagliando pomodori ramati e pachino, cetriolo, Dakos (prodotto greco molto simile alla nostra frisella pugliese) e aggiungendo origano secco, feta, olio evo, sale, pepe, erba cipollina e olive nere di Kalamata.

Vino in abbinamento: Rose De Xinomavro 

Rose De Xinomavro

Di Oenos Vineyards, da Naoussa, il Rose De Xinomavro viene dal vitigno Xinomavro. Ha aromi complessi e sapore pieno di frutti rossi, confettura di fragole e pomodori, tannini delicati, acidità equilibrata.

L’alternativa italiana: Bardolino Chiaretto di Zenato 

Bardolino Chiaretto

Se preferite una alternativa italiana, provate il Bardolino Chiaretto di Zenato, prodotto da uva Corvina Veronese, Rondinella, Molinara. La vinificazione avviene attraverso un breve contatto delle bucce con il mosto. Questo passaggio conferisce al vino un acceso colore rosa corallo, che trova rispondenza in un gusto intensamente gradevole. All’olfatto emergono note di lampone e ribes che esaltano la sua freschezza.

Le polpette di Zucchine

vasiliki kouzina

Polpette di zucchine

Sono una vera delizia e un “marchio” di Vasiliki Kouzina. Per prepararle dovrete prendere le zucchine e farne delle lunghe strisce sottili con la mandolina. Lasciate scolare in modo che perdano il liquido in eccesso. Quando saranno pronte unitele ai pomodori, alla cipolla e ai cipollotti a cubetti, a un mix tritato di prezzemolo, aneto e menta. Aggiungete la feta sbriciolata con le mani, le uova, aggiustate con sale, pepe e cumino in polvere, aggiungete un cucchiaio di farina 00 no a che il composto non avrà la consistenza giusta per formare delle polpette. Friggete in olio caldo fino a che non saranno ben dorate e servite

L’abbinamento: la birra greca Monday’s Septem

Birra Septem

Provate le polpette di zucchine con la Monday’s Septem, birra artigianale tipo Pilsner, fresca, non pastorizzata, dal colore dorato, biondo e dalla schiuma solida e cremosa. È caratterizzata da intensi aromi agrumi e luppolo. Il sapore è leggermente dolce con retrogusto aromatico di fiori, caramello e anemone. È prodotta nella zona di Evia.

L’alternativa italiana: Cuore di Napoli di Kbirr

Cuore di Napoli – Kbirr

Se volete restare in Italia provate la #CUOREDINAPOLI, birra del birrificio Kbirr di Fabio Ditto. E’ un progetto culturale ed è  stato identificato nel tempo come vero e proprio city brand, in cui la città si riconosce nei contenuti e nell’immagine visiva, studiato dalla Accademia delle Belle Arti di Napoli.

Si tratta di una American Pale prodotta a Napoli da luppoli americani ma con uno stile e una produzione 100% napoletana. Il corpo è leggero ma la birra è fortemente caratterizzata dai luppoli esotici che le donano freschi profumi e note agrumate, erbacee, resinose e speziate.

Yogurt greco con miele e noci

vasiliki kouzina
Yogurt greco

E veniamo al dolce con un’altra specialità perfetta per l’estate, facile da preparare. La ricetta di Vasiliki prevede di montare la panna fresca fino a che non risulterà molto “dura”, unire la panna allo yogurt e aggiungere il miele di timo o millefiori e le noci. Si serve con un pizzico di sale maldon.

Il vino greco in abbinamento: Tendura di Domaine hahalis

Di Domaine hahalis, Patrasso, nel Peloponneso, Tendura è  un liquore con cannella, chiodi di garofano, noce moscata e mastice di lentisco. Veniva consumato e prodotto dai monaci, considerato medicina per l’anima.

L’alternativa italiana: Assoluto di Pala

Assoluto di Pala

Dalla Sardegna l’Assoluto di Pala, un vino passito bianco dolce dai Vigneti di Tanca S’Arai (Serdiana) e Is Crabilis (Ussana). Le uve vengono fatte passire naturalmente in vigna, alla vendemmia segue la vinificazione a temperatura controllata. Fermentazione e affinamento in inox, con l’affinamento che si conclude in bottiglia per circa sei mesi. Il profumo è ampio ed intenso, con evidenti note del frutto maturo, frutta secca e miele. Il sapore morbido e concentrato, decisamente dolce ma equilibrato, con finale piacevole di ammandorlato; buona persistenza gusto olfattiva. Perfetto da abbinare allo yogurt greco con noci e miele.

M di Cantina San Michele

Tra le ottime proposte di Vasiliki Kouzina c’è anche il Melomakarono me crema sokolatas, una crema al cioccolato al latte, crumble di melomakarouno, noci caramellate e gelato alla vaniglia con anice stellato. Una vera delizia per finire il pasto, da provare con M, vino rosso dolce della cantina San Michele. Da uve 100% Marzemino è davvero qualcosa di nuovo e particolare: più livelli di profumi in un crescendo vellutato e deciso, quasi sinfonico, esemplare per pulizia e vigore. Appassimento in cassette per 4 mesi. Fermentazione a temperatura controllata con macerazione delle uve per circa 20 giorni in vasche di acciaio, élevage in tonneau e barrique di rovere francese per 6 mesi e ulteriore affinamento per 12 mesi in bottiglia.

Info utili

Vasiliki Kouzina

Via Clusone 6, Milano

Tel: 02 9438 1405

Sito

Pagina Facebook