Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
PrimiRicette d'Autore

Paccheri pistacchio e gamberi, la ricetta iconica di Hostaria Po

paccheri pistacchio e gamberi

Gamberi, crudi e cotti, pistacchi in granella e in pesto. Un tocco di freschezza con le foglie di menta e di basilico e un pizzico di peperoncino a dare la spinta in più. Il tutto a condire una porzione abbondante di paccheri freschi. Il piatto di Hostaria Po è una goduria per gli occhi ma anche per il palato e noi vi sveliamo la ricetta per rifarlo in casa.

Da ben dieci anni a Roma, a ridosso dello splendido quartiere Coppedè, Hostaria Po rappresenta un punto di riferimento per quanto riguarda la cucina italiana, con focus su quella romana, di qualità.

Inaugurato nel 2013 da Giorgio De Iulio, Hostaria Po profuma di casa e di famiglia. Un salotto vissuto e accogliente in cui ritrovare i sapori autentici di una gastronomia genuina, realizzata con materie prime di qualità, senza orpelli ma con grande concretezza. Il sapore la fa da padrone in tutte le portate che, giorno dopo giorno, conquistano il palato dei tanti avventori, italiani e stranieri.

Ed è proprio grazie alla clientela che da dieci anni affolla i quaranta posti a sedere, tra interni ed esterni, che Hostaria Po è diventata una realtà iconica della zona. Per questo De Iulio si prepara a spegnere le prime dieci candeline con un menu speciale che rende omaggio a quei piatti che, anno dopo anno, hanno fatto la storia del suo ristorante.

Tra questi, oltre a fagottino di pasta fillo con verdure e taleggio che ha spopolato nell’anno di apertura, al ben noto tiramisù, un must del locale dal 2016 servito al tavolo con una piccola brocca di caffè che il cliente può aggiungere a piacere, l’amatriciana di gnocchi acqua e farina del menu 2020, e l’anatra al fumo di ciliegio dello scorso anno, si potranno trovare i paccheri pistacchio e gamberi che hanno trionfato nel menu del 2015.

Un piatto semplice, fresco e profumato di cui noi vi riportiamo la ricetta fedele.

La ricetta

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

500 g paccheri freschi

200 g pesto di pistacchio

4  gamberi argentina grandi

8 gamberi rossi di Sicilia

Polvere di pistacchio

Olio

Sale 

Pepe

Per il pesto di pistacchio:

12 foglie di basilico

1 foglie di menta

90 g olio extravergine

1 g pepe nero

Mezzo spicchio di aglio schiacciato

1,5 g sale

6 g pecorino

Pizzico di peperoncino

90 g pistacchi tostati

PROCEDIMENTO

Per il pesto mettere gli ingredienti nel frullatore e mixare velocemente.

Cuocere la pasta 5 minuti in acqua bollente salata, nel frattempo in padella far scaldare un po’ di olio extravergine con l’aglio schiacciato e i gamberi argentina tagliati in piccole parti, poi sfumare con l’ acqua di cottura.

Scolare la pasta e mantecarla per altri 3 minuti in padella per creare un po’ di amido aiutandosi con l’acqua di cottura se necessario.

Aggiungere il pesto e scaldare ancora per 1 minuto.

Impiattare e decorare con una tartara di gamberi rossi condita con olio sale e pepe e spolverare con pistacchio tostato.

Articoli correlati

Agnello cacio e ovo

Francesco Gabriele

Panettone, ma fatto dagli chef

Camilla Rocca

Agnello alla brace, daikon e caffè. La ricetta stellata del ristorante L’Asinello

Redazione