Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 19 Ottobre 2019

Reserva: cucina caraibica e atmosfere latine nel cuore di Roma

reserva roma

Dopo due mesi di soft openingReserva Restaurante apre ufficialmente nel pieno centro di Roma tra tonalità animalier, piante verdi, velluti e colori sgargianti

Ha inaugurato ufficialmente prima dell’estate, ma ora è pronto per aprire le sue porte al grande pubblico capitolino. Stiamo parlando di Reserva, l’elegante ristorante a due passi da Campo de’ Fiori e Piazza Navona, dedicato alla ristorazione sudamericana e ai sapori caraibici.

Ideatori del progetto sono tre lungimiranti amici Alessandro Lisi, Giorgio Zancolla, uno tra i più conosciuti e influenti direttori di sala romani, e lo Chef Paulo Aires uniti dalla romantica visione del Sudamerica.

Ambiente, colori tenui, tonalità naturali del bronzo e del verde, sapori, musica, accoglienza e materie prime ruotano intorno ai cromatismi e alle atmosfere latine. Calma, relax, benessere, privacy e comodità le parole chiave.

La proposta gastronomica

I piatti di Chef Aires sono il risultato di un continuo studio dei grandi classici della cucina dell’America del Sud, grazie ad una brigata numerosa e formata solo da cuochi di differenti nazionalità provenienti dall’America Latina. Ognuno di loro ha portato la propria tradizione e ha messo in condivisione conoscenze, abilità e tecniche per definire un menu che sia concreto e dai sapori originali.

Ingredienti e salse tipiche del Brasile, piccantezze messicane, delicatezze peruviane, asperità cilene, dolcezze colombiane: texture e sapori latini si uniscono a colori caraibici e a materie prime di assoluta freschezza.

Reserva offre non solo pesce e crostacei, come nei ristoranti più eleganti di Copacabana, ma anche carne di prima qualità come da tradizione Argentina, innovata con il metodo di cottura Broiler System di WeGrill. Questa tecnica consente di ottenere esternamente una perfetta doratura, grazie alle altissime temperature a cui la carne viene sottoposta, e di avere allo stesso tempo una morbidezza fuori dal comune. Inoltre, l’assenza di fuoco diretto, rende il metodo di preparazione particolarmente salubre e naturale, adatto a tutti quelli che amano i sapori “puri” della carne.

In menu possiamo trovare il Carpaccio di Angus argentino con salsa di mele, soia e misticanza (10 euro), i Friggitelli con burrata e maionese al mojito (10 uro), il Ceviche di branzino marinato al lime con chocio, brunoise di rocoto e aji amarillo, crema di patate dolci e mais croccante (18) o il Polpo arrosto con crema di fagioli, quinoa e coulis di prezzemolo e basilico.

E ancora Tartare di gamberi (20 euro), Tagliolini all’astice con latte di cocco e zeste di lime (25 euro) e la Pancia di maiale cotta a bassa temperatura su galletta di riso con fagioli, spinacini e cotica croccante (22). E poi Hamburger, Carrè d’agnello e carni alla griglia oltre a una buona selezione di piatti vegetariani.

La carta dei vini, studiata da Giorgio Zancolla, è attenta a produzioni estere ma lascia il giusto spazio alle etichette italiane. Ampia scelta anche di bollicine e di distillati e digestivi per la conclusione del pasto. 

Capitolo a parte merita la lista dei cocktail di Maurizio Musu che comprende molti dei classici intramontabili ma anche drink esclusivi (anche analcolici) a base di frutta esotica e miscele innovative.

Info utili

Reserva Restaurante

Via del Pellegrino 163, Roma

Tel: 06 808 4322

Sito