Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Lunedì 28 Novembre 2022

Riapre il giardino d’inverno di Ngonia Bay, tante novità “green” ed eco-friendly

ngonia bay

Cinque menù degustazione in carta mais dello chef Dario Pandolfo all’insegna del rispetto per l’ambiente e della scelta del biologico. Ecco le novità di Ngonia Bay.

Dal 21 ottobre riapre il Ristorante del Boutique Hotel Ngonia Bay di Milazzo all’insegna di una filosofia  sempre più eco-friendly. Prodotti biologici e materie prime locali selezionate dal ricco paniere siciliano, metodi anti-spreco e  plastic free e utilizzo di materiale ecosostenibile sono le parole d’ordine di questo nuovo corso dell’incantevole realtà che si affaccia sul golfo di Milazzo, in provincia di Messina. 

All’interno del Giardino d’Inverno di Ngonia Bay, l’intima e raffinata sala immersa nel verde del giardino secolare appartenuto ai proprietari della tonnara del Tono di Milazzo, sarà possibile continuare a godere di un luogo che ha fatto della bellezza e dell’eleganza i propri fiori all’occhiello. “In un periodo difficile per tutti dove si tende a tagliare, noi abbiamo fatto importanti acquisti per rafforzare la cucina e il servizio. Il nostro è un progetto a lungo termine in cui vogliamo alzare il livello e procedere spediti in questa direzione” racconta il proprietario e manager di Ngonia Bay, Marco Calabrese.

La proposta gastronomica

Saranno ben cinque i nuovi menù degustazione, ideati dallo chef Dario Pandolfo per la nuova stagione, per assecondare tutti i gusti. A differenza di molti ristoranti che non sono in grado di riservare alla scelta vegetariana l’attenzione che merita, Pandolfo ritiene, invece, l’utilizzo di ortaggi e frutti da agricoltura biologica essenziale per la sua cucina.

Nasce da questa considerazione, tanto ovvia quanto non sempre scontata, la scelta naturale di inserire per la nuova stagione un menù vegetariano di 6 portate che punta a valorizzare la ricchezza del territorio siciliano. L’ “Insalata mista” di Pandolfo con una cinquantina tra verdure e erbe spontanee è il piatto iconico del menù che racconta da vicino la filosofia dello chef. A completare la nuova offerta del ristorante di fine dining ci saranno altri 3 menù degustazione da 5 portate di pesce, di carne e di selvaggina e infine uno “a sorpresa dello chef” da 8 portate.

In Sicilia abbiamo tutto – spiega Dario Pandolfo – e questa ricchezza per me è fonte continua di ispirazione. Abbiamo i migliori prodotti della terra, la carne, il pesce freschissimo, la selvaggina spesso dimenticata, persino i frutti tropicali; non ci manca nulla per creare dei grandi piatti. Il mio pensiero è che ogni prodotto abbia pari valore e il nostro compito è quello di far esprimere al massimo ogni singolo ingrediente, utilizzando la tecnica e l’esperienza maturata negli anni”.

Le novità e la svolta eco-friendly di Ngonia Bay

 L’altra grande novità, in vista della riapertura, è la svolta eco-friendly.
Nel rispetto dell’ambiente, infatti, i nuovi menù sono realizzati in carta mais. Una carta completamente green e biologica, a impatto zero, che non proviene dallo sfruttamento degli alberi. Si tratta di un piccolo, ma significativo, gesto per salvaguardare l’ambiente e far diventare eco friendly sia l’hotel che il ristorante dell’Ngonia. Il prossimo obiettivo è quello di arrivare ad usare solo materiali ecosostenibili entro il 2021. La famiglia Calabrese, proprietaria dell’elegante struttura ricettiva che si affaccia sulla baia del Tono, e lo chef Pandolfo, che ha una spiccata sensibilità su questi temi, stanno portando avanti concretamente questo obiettivo.

ngonia bay

Ultima novità in vista della riapertura, ma non per ordine di importanza, è il rafforzamento del servizio in sala e in cucina. L’attenzione verso il cliente, la professionalità della sala, la cura dei dettagli sono temi sempre cari e attuali e Ngonia Bay può vantare un team di giovani professionisti under 30 con dei curriculum di tutto rispetto e esperienze nei più rinomati ristoranti. A completare il team di sala è arrivato il nuovo maître Andrea Fichera, milazzese di origine, tornato nella sua terra dopo le esperienze in due dei ristoranti stellati più importanti della penisola, l’Enoteca Pinchiorri, 3 stelle Michelin, e Villa Crespi, 2 stelle Michelin, dello chef Cannavacciuolo. Anche in cucina c’è una new entry, il sous chef Pedro Almeida che aveva lavorato con lo chef Pandolfo a Villa Joya in Portogallo, e una grande conferma, il pastry chef Mario Cortese.

Anche la carta dei vini promette novità interessanti, come anticipato dal sommelier Luca De Gaetano, che svolge anche l’importante ruolo di Direttore della struttura, sin dalla sua apertura. 

Info utili

Ngonia Bay
Tono Piazza Angonia 10
98057 Milazzo, Sicilia
Tel: (+39) 090 9281326
Sito
Aperto a pranzo e cena.
Giorno di chiusura martedì