Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Giovedì 19 Settembre 2019

Roma. A Torre Argentina apre Barbieri 23, enoteca e laboratorio di cucina internazionale

barbieri 23

Nel cuore di Roma, alle spalle del Teatro Argentina, ha inaugurato Barbieri 23, un locale elegante, confortevole e polifunzionale, a metà tra un laboratorio di cucina e un’enoteca di qualità. Tavoli in pietra, sedie e divanetti in pelle, travi di legno al soffitto e luci soffuse lo rendono un rifugio dallo stress, ideale per sostare durante una passeggiata in centro e degustare un buon vino o assaggiare gustose prelibatezze, dall’aperitivo fino al dopocena.

Ideatore del progetto è lo chef patron Giorgio Baldari, romano di origine e internazionale di formazione. La scelta della proposta wine&food del locale è il risultato ddei suoi viaggi all’estero ed è composta esclusivamente dalle eccellenze produttive del nostro territorio.

Dalle vallate alpine alle coste mediterranee, passando per l’entroterra rurale e i quartieri cittadini: ho scelto dei prodotti dietro i quali si può raccontare una storia e che sono in grado di soddisfare i peccati di gola di tutti coloro che verranno da Barbieri 23”. 

Stessa attenzione è dedicata alla carta dei vini. Poche etichette ma selezionate con cura da Baldari e frutto di una ricerca e uno studio capillare dei vitigni autoctoni italiani, con un occhio di riguardo per le aziende che producono nel rispetto della tradizione e del territorio.

Le bollicine rendono omaggio alla zona del Franciacorta con una deviazione immancabile alla Champagne. Oltre ai vini, sono presenti in carta distillati e superalcolici. Per gli appassionati una selezione di Whisky, come ad esempio il Nikka Whisky conosciuto come uno dei migliori non solo del Giappone, ma in tutto il mondo, oppure il Rhum bianco di Marie Galante, prodotto dal succo integrale e fresco della canna da zucchero, ottenuto da una materia prima coltivata esclusivamente con metodi naturali.

Il menu

Quello di Barbieri 23, non è un menu come gli altri ma è la sintesi di un viaggio intorno al mondo.

“Dal Pacifico al Mar Mediterraneo, dall’Alaska alle colline toscane, qui troverete una selezione di quello che considero il miglior cibo e le migliori bevande che la nostra terra possa offrirci. Ogni selezione. ogni vino raccontano una storia unica, di terre vicine e lontane, di uomini sferzati dal freddo o con le mani callose”.

Il menu, denominato Vivande, si apre con dieci Selezioni suddivise per eccellenze di prodotto. Ogni tagliere è un viaggio attraverso varie texture, sapori, storie e aneddoti. Grande attenzione è riservata alla scelta delle materie prime: usiamo pomodori senza ibridazioni, derivanti da sementi antiche, le verdure sono solo biologiche, il pesce in conserva è tutto certificato fino alla licenza del peschereccio” specifica Giorgio Baldari che si divide tra la cucina e la sala. Insieme a lui ai fornelli lo chef Marco Mezzaroma, l’aiuto cuoco Valerio Iandoli e la giovane Ilaria Baldari, che si occupa dell’accoglienza in sala.

Le Selezioni

Le Selezioni sono dunque il punto di forza della proposta gastronomica di Barbieri 23 e sono distinte con nomi evocativi. Poseidone è un un tripudio di pesce ed è composta da Crudo di spigola del Mediterraneo con infusione di miele millefiori e senape al tartufo, Filetto di tonno albacares con pomodoro “spaccatella gialla di Abruzzo” all’olio d’oliva, Salomone norvegese alla salsa di mele biologiche e condimento al sambuco, Battuta di ricciola nera con insalata di carciofi e bagna cauda (30 euro).

Cinque tipi di salmone in Boreale, con Gravalax di salmone marinato all’aneto, salmone norvegese affumicato, salmone scozzese biologico delle isole Orcadi, salmone selvaggio Red King del Canada e uova di salmone keta serviti con burro francese Pamplie, salsa allo yogurt e pane nero (35 euro).

La carne è al centro di Impressioni di Bovino, una Selezione di Bresaola di Smarano, Slinzega trentina, Carne secca del ghetto romano, Manzo affumicato, Capocollo di manzetta prussiana, Pastrami e la pancetta di manzo, Speck di bufala e Culatello di bufala di Priverno.

I formaggi, invece, sono protagonisti della Selezione Biancolatte (Ricotta di bufala di Amaseno con porcini, Mozzarella di bufala con pizzaiola cruda di pomodoro Mezzo Tempo e taralli sbriciolati, Stracciatella pugliese con puntarelle e bagna cauda e Burrata di Andria con tartufo). Cipolline, porcini, giardiniera e altre verdure sott’olio sono le regine della Selezione Orto in dispensa mentre il fois gras di Brenno 390 a.C.

Le Vivande

Nel menu di Barbieri 23, le Vivande sono piatti della tradizione, rivisitati però con tecniche moderne. C’è la Cacio & Unto (14 euro) cioè conchiglie fresche di semola di grano duro con formaggio Tonale e pancetta di bovino, o Transumansa (14 euro), ravioli di ricotta di latte nobile con salsa di pomodoro Pera d’Abruzzo. I secondi sono divisi in Caldi e Freddi e sono di Terra e di Mare. Tra le proposte Iecur Ficatum (18), la scaloppa di fegato grasso con salsa di mele, peperoncino lazzaretto e scotch bonnet e Un Bellini proprio sbagliato 20 euro), un trancio di salmone arrosto alla senape con peschiole al tartufo. Per gli amanti delle crudité la scelta cade su Gladio (20), una tartare di spada con salsa di zafferano e arance, e Chiedilo ai Tartari (20), una battuta di manzo con zucca marinata al tartufo e senape.

Cinque i dessert: la golosa Sacher Torte, la tradizionale crostata con ricotta e visciole, un bisquit meringato con fragole e limone, una jiggly cake al formaggio e i tozzetti dei Fratelli Lunardi.

Info utili

Barbieri 23

Via dei Barbieri 23, Roma

Tel: 06.68807047 – 3312713786

Aperto tutti i giorni dalle 17:00 alle 1:00

info@barbieri23.it

Sito, pagina Facebook