Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Venerdì 20 Luglio 2018

Roma: cosa si mangia da Molto, il ristorante con girarrosto e carni pregiate ai Parioli

molto roma

Polli ruspanti, anatre, conigli, cacciagione e maialini da latte cotti con il girarrosto, ma anche salumi, affettati e formaggi nazionali. E poi verdure fresche e croccanti, coltivate senza additivi chimici nell’orto di famiglia a Cerveteri. Tutto questo è Molto

Il girarrosto è certamente uno dei metodi più antichi di cottura della carne. Quando nel Paleolitico l’Homo Erectus riuscì per la prima volta ad accendere il fuoco, trovò subito il modo di cuocere le pietanze, che prima doveva accontentarsi di mangiare crude, infilzandole con un lungo bastone in legno. Così nasce il girarrosto. O almeno una sua versione rudimentale. Il padre del girarrosto moderno è invece Leonardo Da Vinci. Genio assoluto, precursore dei tempi e amante della buona cucina, è a lui che dobbiamo l’invenzione del girarrosto meccanico.

molto roma girarrosto

Una lunga storia dunque quella del girarrosto, ma anche una grande tradizione che è giunta fino alle nostre tavole e soprattutto a Roma dove i fratelli Bassetti, insieme allo chef Paolo Castrignano, ne hanno fatto il cuore pulsante di Molto, il ristorante di famiglia nel quartiere Parioli.

Aperto nel 2006, Molto vuole essere un punto d’incontro per i buongustai ma soprattutto per i carnivori più accaniti. Il locale è ampio e luminoso, arredato con mobili di diversa origine in legno, metallo e ardesia, e con uno splendido dehor esterno per la stagione più calda.

L’offerta gastronomica

La cucina 
di Molto si basa principalmente su prodotti coltivati nell’orto della tenuta della famiglia Bassetti, che si affaccia sulle colline di Cerveteri. Le verdure arrivano fresche ogni giorno e sono coltivate senza l’aggiunta di prodotti chimici o pesticidi.

molto roma

Il menu realizzato dallo chef è ampio e vario. Si inizia dagli antipasti con il Carpaccio di zucchine dell’orto con basilico e scaglie di parmigiano stravecchio, il Polpo rosticciato con favette e pecorino oppure le Capesante con carciofi crudi e bottarga. Tra i primi troviamo i Rigatoni all’amatriciana con guanciale croccante di cinta senese, le Linguine con alici del Cantabrico e pomodorini, il Riso allo zafferano con tonno oppure i Tagliolini freschi con astice, zucchine e pomodorini.

Si prosegue con Ossobuco di pescatrice alla milanese, Costata di Angus con asparagi e funghi cardoncelli e Carpaccio di vitello tiepido con capperi, pomodorini e salsa tonnata. Ampio spazio alla carne cotta sul girarrosto: pollo ruspante, maialino da latte, pollo intero Nero di Borgogna.

Abbondante anche la scelta dei prodotti Da Banco come i gran taglieri con affettati, salumi e formaggi nazionali, burrata di Andria, Culatello di Zibello, ventricina e mozzarella di bufala.

A pranzo è prevista una formula light, mentre la domenica dalle 12.30 è il momento del MOLTO BRUNCH: menu variegato con tante portate a prezzo fisso (40 €, per i bambini fino a 8 anni a 30 €).

Info utili

Molto Ristorante, viale dei Parioli 122. Telefono 06 808 2900. Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena.

Sito, pagina Facebook.