Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Martedì 20 Ottobre 2020

Roma: Le Stelle del Lazio risplendono al Moma

le stelle del lazio

Negli spazi del ristorante Moma al via la rassegna enogastronomica a quattro mani dedicata alle eccellenze del territorio. Ospiti d’eccezione gli chef stellati delle province laziali.

Dopo alcuni rinvii per motivi organizzativi, il ristorante Moma di Roma (1 * Michelin) è pronto a ospitare Le Stelle del Lazio, la rassegna enogastronomica “a quattro mani” dedicata alle eccellenze del territorio laziale (ve ne avevamo parlato qui).

Protagonisti della kermesse, una scala reale di chef stellati delle province laziali che, insieme al resident chef Andrea Pasqualucci, si alterneranno ai fornelli per 5 coinvolgenti cene, veri e propri viaggi sensoriali attraverso i profumi e i sapori della regione, di mare, di lago e di terra.

Primo appuntamento giovedì 15 ottobre con con Iside De Cesare de “La Parolina” di Trevignano (VT). Si prosegue il 22 ottobre con Gino Pesce de “L’Acqua Pazza” di Ponza. Il 29 ottobre sarà la volta di Salvatore Tassa chef patron di “Colline Ciociare” ad Acuto (FR), mentre il 5 novembre toccherà a Sandro Serva, titolare con il fratello Maurizio de “La Trota” di Rivodutri (RI). A chiudere in bellezza il 12 novembre Lele Usai de Il Tino a Fiumicino (RM).

Ognuno dei cinque chef partecipanti, avrà modo di raccontare al pubblico in sala la propria filosofia di cucina, esaltando le grandi materie prime presenti nel nostro territorio. Coprotagonisti di Le Stelle del Lazio saranno infatti prodotti e produttori, accuratamente selezionati tra le tante piccole realtà della Regione che maggiormente si sono distinte per qualità, ricerca ed etica.

Cinque cene stellate, dunque, per quattro portate con relativi abbinamenti di vini, sono una formula ideata non per una semplice rassegna, ma per esprimere una concezione enogastronomica importante, pensata dal patron di Moma Gastone Pierini e dal suo team.

Le Stelle del Lazio: la prima serata

La cena di apertura della rassegna, in programma il 15 ottobre, sarà un dialogo a quattro mani tra Pasqualucci e la prima guest star dei fornelli: Iside De Cesare de La Parolina a Trevignano (VT). Il menu degustazione prevede un amuse bouche con Caviale di lenticchia nera e un antipasto a base di Fichi, erborinato e nocciole. A seguire verranno serviti i Tortelli di patate con erbe, lardo e tartufo e il Capocollo di maiale con scalogno, rapa rossa e misticanza. Chiude in dolcezza la Pavlova con lamponi, salvia e spuma di mandorla e Piccola pasticceria assortita.

Il menu degustazione, che ha un costo di 100 euro a persona, comprende una selezione di vini della cantina laziale Poggio Le Volpi di Monte Porzio Catone (RM), da accompagnare a ogni portata. Si parte con le bollicine, l’Asonia, brut metodo classico, ricavato da uve Malvasia di Candia, ad accompagnare l’amuse bouche; all’antipasto è abbinato il Roma, bianco di malvasia puntinata; Epos per il primo; il Roma rosato per il secondo e, dulcis in fundo, il Cannellino per il dessert.

Gli altri appuntamenti

Il secondo appuntamento andrà in scena il 22 ottobre e vedrà come coprotagonista, insieme ad Andrea Pasqualucci, Gino Pesce.

La serata inizierà con un amuse bouche di Babà salato, stracciatella e alici e un antipasto di Crudo di ricciola, rapa rossa e yogurt. Il primo piatto sarà uno dei cavalli di battaglia di Andrea Pasqualucci, il Risotto allo zafferano con finocchi, scampi e liquirizia, seguito dal Merluzzo al vapore con patate, bottarga di tonno e lime di Gino Pesce. Terminerà la serata una dolce Variazione di frutta secca.

A seguire, il 29 ottobre, sarà la volta di Salvatore Tassa. I due chef proporranno insieme un menu speciale. Si partirà con l’Orto di Stagione in giardiniera e con il Radicchio, erborinato e pinoli per poi proseguire con i Ravioli di Anguilla “Il mare che non c’è” e con La Terra e la Natura (a base di carne di manzo). Dulcis in fundo: Tuberi e radici. In abbinamento una selezione di vini Poggio Le Volpi.

Il 5 novembre andrà in scena la cena a 4 mani con Sandro Serva. Nel corso della serata verrà servita l’amuse bouche di zucca affumicata con ricotta e caffè, seguita dall’uovo in carciofo, dal risotto alla camomilla con anguilla affumicata (cavallo di battaglia di Pasqualucci), e dalla trota fario con mango e pastinaca. Chiuderà in bellezza il cremoso al cioccolato e verbena, ciliegie torbate e gelato alla mandorla.

L’ultima serata avrà come ospite Lele Usai. In menu giardino iodato, bottoncini di gamberi rosa e zafferano “omaggio ad Antonio Carluccio”, polpo con radici e dragoncello e un dolce a base di zucca, castagne, caramello salato e gelato al brandy stravecchio.

Info utili

Le Stelle del Lazio

Dove: Ristorante Moma, Via di San Basilio 42

Tel. 0642011798

Sito

Quando: 15, 22, 29 ottobre, 5 e 12 novembre.