Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Dolci

Uova di Cioccolato: la golosa Pasqua dal Nord al Sud

Belle e buone, al latte o fondenti. Sono le uova di cioccolato, uno dei dolci tipici del periodo pasquale. Noi, anche per questo 2024, ne abbiamo selezionate alcune, dal Nord al Sud, che non possono mancare in tavola. 10 vere e proprie opere d’arte che stupiscono occhi e palato.

L’uovo Cri Cri di Leone 1857

Frutto di una rivisitazione dell’iconica pralina è l’uovo Cri Cri Cri di Leone 1857 ideato per questa Pasqua 2024. Si tratta di un uovo unico che vede una gustosa granella di nocciole abbracciare la mompariglia – dolci palline di zucchero -, per poi essere avvolte da un manto di cioccolato fondente. Una vera gioia per i golosi venuta all’interno di una scenografica latta dai toni vivaci, dotata di un manico in stoffa che la rende una borsa originale, unica e funzionale, da portare sempre con sé.

La fantasia targata Solbiati

C’è grande fermento in questi giorni nel laboratorio milanese della maître chocolatier Simona Solbiati  che  per celebrare la Pasqua ha dato sfogo alla sua fantasia creando una collezione molto ampia in grado di conquistare grandi e piccini. Tantissime le uova tradizionali realizzate con finissimo cioccolato belga e impreziosite con piccoli decori a tema romantico come fiori e piccoli cuori, marchio di fabbrica della maître chocolatier. Novità è l’Uovo Nido, un guscio croccante, lucido e profumato di cioccolato fondente che accoglie al suo interno un simpatico coniglietto di cioccolato al latte. Da non perdere anche l’Uovo Calimero, ispirato al dolcissimo cartoon, e l’Uovo Bunny che prendono forma dall’unione di più gusci di diverse dimensioni. Realizzati nelle versioni al latte, fondente e bianco anche nei formati XL.

Le uova preziose di Marchesi 1824

Un uovo di Pasqua da 1kg, fondente o al latte, ricoperto di corone in pasta di zucchero e decori in ghiaccia reale. Questa è la novità in casa Marchesi 1824. Un uovo elegante e prezioso che si aggiunge ai più classici Mandorlato e nocciolato e a quelli al caramello salato e al lampone. Una gioia di gusto davvero raffinata.

Arte e classicità di Fabrizio Galla

Cioccolato. Non è Pasqua senza le tradizionali uova, disponibili nelle versioni al cioccolato fondente 70% monorigine Santo Domingo oppure al cioccolato al latte 41%. Una meraviglia per gli occhi sono le “declinazioni” artistiche, con le interpretazioni dei simboli della Pasqua, ma anche quelle pralinate, ricoperte di granella di nocciole caramellate. Immancabili le scatole di ovetti assortiti: fondente con cremino croccante, al latte con cremino al pistacchio, cioccolato bianco con pralinato alla nocciola.

Le selezioni di Amedei

Le novità della Pasqua 2024 in casa Amedei prevedono una serie di novità in edizione limitata come i “frutti”, una selezione di tre uova da 80g aromatizzate al pistacchio, nocciola e frutti rossi, che all’interno nascondono due deliziose praline di cioccolato fondente e nocciole. Edizione limitata anche per i “fondenti”: tre uova da 80g (Blanco de Criollo, Porcelana, Nove) contenenti due praline ciascuna.

La Roma Città Aperta (?) di Walter Musco

Un omaggio alla Roma Capoccia di Antonello Venditti è la collezione di Pasqua 2024 di Walter Musco e della sua pasticceria Bompiani. Nello store è possibile, fino al 30 marzo, visitare una vera e propria mostra. D’altra parte, queste uova sono sculture realizzate a mano in pezzi unici da mangiare con gli occhi!

Gli ovetti al doppio cioccolato di Grezzo

La cioccolateria crudista di Nicola Salvi anche per questa Pasqua ha lanciato una nuova collezione di cioccolata “grezza”. Tra le proposte ci sono gli ovetti al doppio cioccolato caramellato, piccoli scrigni di gusto da regalare, grazie al loro packaging sfizioso, o da mangiare in compagnia. Novità anche l’uovo di Cioccolato Bio Puro, senza zuccheri e dolcificati pensato per coloro che seguono una dieta chetogenica o per chi vuole limitare l’apporto di zuccheri.

Golosità e benessere: Il Casale di Spanora

Un laboratorio immerso nella campagna a nord di Roma, con l’aria del lago che soffia tra gli alberi. Questa la cornice de Il Casale di Spanora, azienda a conduzione familiare vocata all’apicoltura e alla produzione di cioccolato (dolcificato al miele!). Qui tutto è artigianale, dalla selezione delle materie prime alla colatura del cioccolato, fino alla decorazione. Novità di questa Pasqua è il goloso Uovo con caramello salato e arachidi. Un tripudio di gusto che unisce la dolcezza del cioccolato alla croccantezza delle arachidi e alla irresistibile tentazione del caramello. Una chicca che si aggiunge alla vasta produzione di uova al latte e fondenti (di diverse percentuali), anche pralinate e decorate (ovviamente a mano).

La Pasqua in stile Belle Epoque di Bonajuto

Una storia dolciaria con oltre 150 anni alle spalle è quella di Bonajuto che, in Sicilia, realizza uova a forma di Pigna, simbolo di prosperità e buon auspicio. Disponibile con cioccolato al 65% alla cannella e al cioccolato bianco sud con lo zucchero integrale panela, viene realizzato in due varianti di colore: rosso e lilla. Grande conferma sono invece le uova trapuntate al profumo di gelsomino realizzate in collaborazione con il Vivaio Malvarosa.

Pasquale e Pasqualina: le uova di Sabadì

Il fondente è Pasquale. Pasqualina, invece, è al latte. Entrambi però sono custoditi con cura all’interno di un bellissimo vaso di Caltagirone rigorosamente fatto a mano. L’artigianalità, d’altra parte, è uno dei capisaldi di Sabadì, l’iconica cioccolateria di Modica che utilizza solo cioccolato da agricoltura biologica, commercio equo e presidi Slow Food. Disponibili in due formati, sono il regalo perfetto per una Pasqua buona in tutti i sensi.

L’uovo Kintsugi Enrico Rizzi

L’arte del kintsugi (金継ぎ) – “Kin” significa “oro” e “tsugi”, cioè “rinsaldare, riunire, ricongiungere, riparare”- è una tecnica giapponese che permette di riparare una ceramica rotta grazie all’uso dell’oro, dando al piatto ancora più valore. Uno dei piatti più famosi della cucina italiana è Oops mi è caduta la crostatina al limone di Massimo Bottura, che applica questo “pensiero laterale” al dessert. Enrico Rizzi, pastry chef di Milano, prende ispirazione dall’arte del Kintsugi per il suo uovo di Pasqua al cioccolato fondente, decorato con cioccolato dorato. Un bel regalo per un messaggio simbolico

Articoli correlati

Di Colombe Artigianali e di Bontà Pasquali, da Roma a Canicattì!

Redazione

San Valentino 2023 in dolcezza: tanti dolci per stupire la tua metà

Camilla Rocca

Panettone Maximo 2023: le classifiche del Festival del Panettone Artigianale

Redazione