Magazine online di enogastronomia, ristorazione e ospitalità • Martedì 13 Novembre 2018

Aleph Rome Hotel: Oriana Tirabassi è la nuova Executive Chef

Un menu basato sulla tradizione italiana, soprattutto romana, con rimandi ai sapori del Sol Levante. All’Aleph Rome Hotel è arrivata la chef Oriana Tirabassi

L’Aleph Rome Hotel, elegante proprietà nel cuore di Roma, ha riaperto le sue porte dopo un importante intervento di restauro, riaffacciandosi nel panorama dell’hotellerie internazionale come parte dell’esclusivo brand Curio Collection by Hilton.

 

Grandi novità anche in cucina dove, a capo della brigata, è arrivata Oriana Tirabassi, chef di origini marchigiane con esperienza in Italia ma anche in India, Indonesia, Thailandia e Giappone. D

È proprio da questa molteplicità di esperienze che nasce la sua filosofia e il suo stile di fare cucina basato sulla tradizione italiana, in particolare romana, ma con forti rimandi del Sol Levante. Un vero e proprio “mix di tocco orientale e radici italiane”. Non si tratta però di cucina fusion, ma di cucina italiana trattata con tecniche di lavorazione di stampo orientale e di un’accuratezza del food design tipica dei paesi asiatici.

“Puoi stare all’estero due anni, cinque, sei, non so come spiegare ma il richiamo di casa è sempre più forte di tutto” – ci racconta Oriana – “rientrando in Italia dopo tanti anni. ho ritrovato i migliori prodotti al mondo, che abbiamo solo noi. Tagliandoli e lavorandoli con le tecniche asiatiche senza troppi condimenti, spero di far uscire fuori un po’ di questi ultimi diciassette anni della mia vita, in maniera molto semplice.”

oriana tirabassi

Il suo menu è un inno alla tradizione e al “fatto a mano”. Come entree troviamo infatti un’ottima pagnottella fatta in casa, su modello dei pani giapponesi, con il marchio dell’Aleph impresso sulla crosta, e un cuore cacio e pepe, servita con olio e burro pregiato.

oriana tirabassi

Proseguiamo con un tris di tonno, seppia e budino di triglia, una sorta di pudding di sushi ripieno di vegetali, seguito dai ravioli con gambero rosso di Mazara, colatura di alici e astice affumicato.

oriana tirabassi

Imperdibile il filetto di cervo con polvere di caffè, pepe nero, finocchio, melograno e quinoa.

“Con i dolci invece ci vado pesante perché io sono amante del cioccolato e dei cioccolatini. Preferisco rimanere leggera prima e vendicarmi alla fine” scherza chef Tirabassi.

Info utili

Aleph Rome Hotel

Via di S. Basilio 15, Roma

Sito, pagina Facebook