Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Lunedì 24 Giugno 2019

Cacio e Pepe: la ricetta di Roberto Cotugno

cacio e pepe

La cacio e pepe è uno dei piatti della tradizione romana più amati al mondo. L’origine è antichissima, si dice sia nato tra i pascoli, durante la transumanza del bestiame quando i pastori riempivano la bisaccia di alimenti nutrienti e a lunga conservazione. Un piatto autentico e genuino, che racchiude in se tutta l’anima di Roma.

Come ogni ricetta, le interpretazioni sono diverse. C’è chi lo fa con gli spaghetti, con i rigatoni o con le mezze maniche. C’è invece chi la consiglia con i tonnarelli, come l’executive chef di Eataly Roma, Roberto Cotugno.

Cacio e Pepe

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 350 gr Tonnarelli all’uovo Pastificio Michelis
  • 100 gr circa Pecorino Romano Cibaria
  • Sale grosso integrale
  • Pepe in grani “Mercante di spezie”

PROCEDIMENTO

Mettere a cuocere i tonnarelli in abbondante acqua leggermente salata. In una ciotola capiente grattuggiare il pecorino e aggiungere una genorosa macinata di pepe nero e un mestolo di acqua fredda e amalgamare il tutto. Scolare i tonnarelli, versarli nella ciotola lontano dal fuoco con due mestolini di acqua di cottura, quindi aggiungere poco alla volta il pecorino grattugiato mescolando velocemente. Servite i tonnarelli immediatamente, aggiungendo altro pecorino grattugiato e altro pepe nero