Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Nuove aperturePizzerie

Mia: pizza da condivisione e rigore nipponico a Roma

mia pizzeria creativa

Pizza tonda romana, condivisione e rigore nel trattare l’ingrediente. Questi i punti cardine di Mia Pizzeria Creativa, la nuova avventura capitolina di Marco Montuori.

A Roma aprono tante pizzerie, è un fatto ormai inconfutabile. Questa evidenza però implica, per chi deve passare una serata a cena tra amici all’insegna dell’informalità, che la domanda canonica – “andiamo a mangiare una pizza?” – incarna, che l’occasione ghiotta conduca alla ricerca di qualcosa di diverso da provare ogni volta. Mia Pizzeria Creativa di Marco Montuori aperta lo scorso 21 settembre è quindi l’ultima insegna da girare in chat per rispondere a tutti i partecipanti “Andiamo a provare questa?”.

Chi è Marco Montuori

Marco Montuori è un pizzaiolo di origini siciliane ormai noto al grande pubblico per le sue tante apparizioni in Tv, in particolare per la sua partecipazione alla quarta stagione de La salute vien mangiando su Alice Tv accanto a Rosanna Lambertucci e lo chef Fabio Campoli ma anche per aver partecipato come giurato, sempre su Alice, nel 2019 a “Il boss delle pizze”.

Negli anni Marco è riuscito a costruire la sua credibilità nel mondo della pizza grazie alla sua grande competenza tecnica, costruita in anni e anni di formazione sul campo. Come in altri casi il successo però è anche frutto di uno studio e di una ricerca costante in merito a quelli che sono i processi chimici degli impasti (con pasta madre ad alta idratazione), e le tante collaborazioni internazionali (iniziate nel 2012) che hanno portato Marco a crescere sul piano culturale e, naturalmente, gastronomico.

Ora che vive a Roma, Marco ha maturato l’esigenza di aprire la sua pizzeria portando a frutto tutte le conoscenze e le esperienze accumulate negli anni, nasce così Mia Pizzeria Creativa in Via Collatina, 126/D.

Da esperto di pinsa romana, prodotto sul quale Marco ha costruito la sua carriera sia come frontman negli show cooking per l’azienda Di Marco che aprendo nel 2016 la scuola dell’Originale Pinsa Romana (Pinsa School), oggi cambia rotta e punta tutto sulla pizza tonda romana.

Mia: le pizze da condivisione

Le pizze di Mia arrivano al tavolo del cliente già porzionate in otto spicchi, sia che si scelga una pizza dello stesso gusto che se si decida di optare per pizze con finiture finali diverse. Anche per questa ragione il claim del locale è “La condivisione è alla base del gusto”, per la particolarità divertente di poter e dover condividere il pasto, il piatto, la pizza.

La scelta degli ingredienti di Mia, tralasciando per un momento il mondo degli impasti, si ispira alla cucina popolare italiana, che come ben sappiamo è sostanzialmente una cucina di casa e di famiglia. Il menù inoltre cambierà stagionalmente (circa ogni tre mesi) per la volontà di Marco di approvvigionarsi da piccoli produttori locali selezionati.

Divertente l’idea della carta degli oli Evo che prevede l’abbinamento, ogni volta, di un singolo olio ad una singola pizza per caratteristiche organolettiche e ingredienti. Oltre agli oli laziali (Tuscia) e pugliesi Marco ha voluto rendere omaggio alla sua terra d’origine, la Sicilia inserendo anche il Monte Etna Dop.

Gli impasti

Gli impasti di Mia, calibrati con grande cura e precisione da Marco, prevedono l’uso oltre che di frumento di tipo 0, anche di farina di farro integrale e farina di riso, hanno poi una lievitazione di 48 ore e sono idratati al 70%. Per quello che riguarda la cottura si è optato per quella che si dice “doppia cottura”, prima 30 secondi senza ingredienti e poi la seconda cottura a pizza ultimata.

Il locale è elegante e dalle linee essenziali, dichiaratamente d’ispirazione giapponese ha un bel parquet di legno chiaro per pavimento mentre per i tavoli si è optato per un legno più scuro. Lampadari e piante scendono dal soffitto riscaldando l’ambiente adorno di poco altro. La carta dei vini esclusivamente laziali si unisce alle bollicine, come Champagne e Franciacorta, e alle birre artigianali. Infine per i dolci Marco ha deciso di affidarsi alla pasticceria e gelateria trasteverina Giuffrè.

Info utili

Mia pizzeria creativa

Via Collatina 126 D – Roma

Tel: 06 259 0699

Sito

Articoli correlati

Roma: le aperture di fine estate dal sapore internazionale

Giorgia Galeffi

Diliscando: ostriche e piatti di pesce nel quartiere Flaminio a Roma

Redazione

Riccione: sul lungomare inaugura Terrazza Cotarella

Redazione