Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Lunedì 20 Maggio 2019

Il cuore di Napoli stregato da Strega

L’azienda del celebre liquore apre un nuovo store in pieno centro storico, a due passi dal Monastero di Santa Chiara. Due piani di dolcezza e gusto dedicati al distillato dall’inconfondibile colore giallo zafferano e a torroni e cioccolate targate Alberti

Tartufi neri, mini babà, cioccolatini al rhum, pan di torrone, torroni al limone, la mandorla e al cacao. E poi naturalmente il mitico liquore frutto della distillazione di oltre cinquanta spezie dal mondo e impreziosito dallo zafferano, che gli dona il caratteristico colore oro. Sono due piani stracolmi di gusto e dolcezza quelli che la celebre azienda beneventana Strega Alberti ha aperto in pieno centro storico a Napoli, in via Benedetto Croce 4, di fronte al Monastero di Santa Chiara.

Il nuovo flagship store – così si chiama il format – è un negozio dall’aspetto dinamico e innovativo, pensato come luogo di ritrovo per cultori del buon gusto in cui si troveranno (da gustare in loco o da comprare) tutte le specialità di un marchio che da sei generazioni – e cioè dal 1860, anno della sua nascita – fa parlare di sé in tutto in Italia e all’estero.

strega2

Un autentico percorso sensoriale fra dolci e liquori che si articola in 100 metri quadri e su due livelli resi unici dalla particolarità degli allestimenti: gli scaffali infatti sono realizzati in rovere sannita, il legno delle botti nelle quali viene invecchiato il mitico liquore, mentre il concept nel suo complesso si rifà proprio a quell’inconfondibile tonalità giallo zafferano che rende unico da secoli lo Strega.

strega3

Un indirizzo, dunque, che pur nel prosieguo della tradizione si propone assolutamente moderno strizzando l’occhio naturalmente ai turisti – che qui, a Spaccanapoli, ogni giorno si presentano in massa – ma anche e soprattutto alle nuove leve, ai giovani partenopei e non, prendendoli per la gola e offrendo loro anche la possibilità di un soft drink, per una pausa rilassante da abbinare magari a una Magia, nome della pralina al cioccolato al latte o fondente ripiena di ganache allo Strega, alla noce, al limoncello, al caffè e al rhum.

strega5

L’apertura di Santa Chiara è la terza napoletana con quella dello scorso anno alla Stazione di Piazza Garibaldi e con il temporary di Napoli Centrale. La prossima tappa, ha annunciato il presidente di Strega Giuseppe D’avino, sarà l’opening di un monomarca nella Grande Mela: il primo tassello «per poi raggiungere anche gli altri paesi in cui il liquore è molto apprezzato, come Argentina, Messico e Australia».