Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 18 Settembre 2021

SuppliTiamo 2021: il supplì alla Giudia sbaraglia tutti

supplitiamo 2021

Il supplì alla Giudìa di Joanna Dlawichowska da Roma vince SuppliTiamo 2021. Al secondo posto lo Chef Yahei Suzuki, mentre la medaglia di bronzo va a Lia Noci.

Venerdì 16 giugno 2021 si è conclusa la seconda edizione del Contest SuppliTiamo 2021, lanciato l’anno scorso durante il lockdown all’inizio della pandemia da Risate & Risotti, con l’obiettivo di trasformare una sfida ai fornelli in un momento di gioia e condivisione, che potesse unire le persone anche aldilà del cibo. E di nuovo tanti appassionati di cucina, nonne, zie, ma anche chef professionisti, si sono messi in gioco per sfidarsi a colpi di fritture e ingredienti autoctoni, in una sfida culinaria che ha visto ciascuno dei partecipanti creare una propria personale versione di uno dei cibi di strada più amati: il supplì.

La classifica finale ha decretato la vittoria di Joanna Dlawichowska, seguita al secondo posto dallo Chef Yahei Suzuki, mentre la medaglia di bronzo va a Lia Noci, il quarto posto a Elvia Gregorace e il quinto allo chef Lorenzo Cantoni.

La gara

I supplì in gara dovevano essere originali e realizzati utilizzando un ingrediente del proprio territorio meglio ancora se di qualche piccolo produttore al fine di valorizzare gli artigiani delle eccellenze gastronomiche italiane. Infine anche quest’anno i partecipanti hanno dovuto bussare alla porta dei loro vicini di casa, per condividere le loro creazioni e pubblicare una foto sui social per sugellare il momento.

27 le ricette in gara, in cui l’amatissimo supplì è stato interpretato nelle più accattivanti e creative declinazioni, dando vita a una variegata raccolta di intriganti ricette.

Una giuria tecnica, dopo aver studiato con cura e attenzione la fotografia, la tecnica e l’armonia degli ingredienti di ogni ricetta, ha decretato i cinque finalisti che dovranno sostenere una ulteriore prova: registrare il video della ricetta in concorso della durata massima di tre minuti compresa di una slide riepilogativa degli ingredienti e inviare il materiale entro il 9 luglio 2021. L’alto livello delle proposte e la capacità di ciascuno di valorizzare ingredienti e prodotti tipici nelle proprie ricette ha reso più interessante la competizione, rendendo arduo il compito dei giudici di nominare un vincitore.

I protagonisti e le ricette vincenti

Alla fine dopo un serrato testa a testa, che ha costretto i giudici a un’ulteriore votazione, al primo posto si è classificato: il “Supplì alla Giudìa” di Joanna Dlawichowska, mamma e appassionata di cucina. Joanna innamorata di Roma, ha dedicato la sua ricetta proprio alla Città eterna che l’ha “adottata” 30 anni fa.

 “L’idea mi è venuta perché volevo usare un prodotto tipico romano e ho pensato al carciofo che mi piace molto. All’ inizio non sapevo come farlo, né come presentarlo. Ho fatte diverse prove, soprattutto per il ripieno e provato diverse cotture. Alla fine ho optato per il carciofo fritto e la combinazione mentuccia- crema di pecorino. Dopo è venuto tutto naturale. La cosa più difficile è stato trovare per la seconda parte della competizione i carciofi freschi a luglio!” ha commentato la vincitrice durante la premiazione.

Al secondo posto si è classificato il Supplì “L’odore del Giappone”, con lattuga di mare, mozzarella e riso cotto nel brodo kombu, dello Chef Yahei Suzuki che da ben 12 anni è al timone del ristorante stella Michelin Piatto Suzuki a Tokio, dove serve piatti della cucina regionale italiana tradizionale. Suzuki si è formato in Italia e ha lavorato in prestigiosi ristoranti stellati come Il Cambio a Torino, poi a Siracusa e a Firenze. Fuori concorso ha partecipato all’evento “Panettone Day 2019”. Autore di due ricette inserite nell’ Ebook dedicato a Parma città capitale italiana della cultura 2021 a cura della testata GustoH24.

Medaglia di bronzo per il “Supplì del Duca” firmato dalla romana Lia Noci, che in questo supplì ha voluto concentrare tutti i sapori e i profumi delle verdissime Marche, da tanti anni sua amata terra d’adozione. La sua ricetta era connotata infatti dall’ uso di eccellenze marchigiane come il ciauscolo e la casciotta di Urbino, unite alle erbe spontanee locali e alle noci.

Al quarto posto invece si piazza Elvia Gregorace Supplì alla ‘Nduja, foodblogger del blog “Tritagonista”. Docente di Lettere Classiche, ha frequentato la scuola Tu Chef della Capitale, sommelier e Master of Wine presso Bibenda, è anche giornalista pubblicista, scrittrice, opinionista Rai (5 anni nella trasmissione L’Arena di Massimo Giletti).

Chiude la classifica lo chef Lorenzo Cantoni con la coloratissima ricetta: il “Supplì cacio e pepe rosa, baccalà, zafferano e salsiccia in salsa di piselli”. Cantoni da Umbertide (PG) è autore di una cucina del benessere raffinata e leggera, che esprime nel suo Ristorante “Il Frantoio” di Assisi, premiato da AIRO (Associazione Italiana Ristoranti dell’Olio) Miglior Chef dell’Olio 2021.

La giuria

A decretare la classifica finale è stata una giuria di esperti di settore, cuochi e giornalisti: Chef Anna Maria Pellegrino, Chef Arcangelo Dandini, Titti Dell’Erba, Anna Tortora, Valentina Franci, Silvia Landucci, Maurizio Di Dio.

I premi di Supplìtiamo 2021

Al 1°classificato va un weekend per due persone a Noto (soggiorno di due notti, vitto e alloggio) messo in palio da Il Datterino Restaurant con la possibilità di una lezione di cucina con il resident chef Maurizio Urso.

Pentole Agnelli – Confezione Set padelle

AL – Black personalizzata con nome e cognome del vincitore

Riso Buono – Due vasoni di Riso Buono, due vasi di farina di riso da 1kg

Boscovivo Tartufi – Una confezione di prodotti Boscovivo + una giornata di formazione presso l’azienda con realizzazione di piatti e degustazione tartufi e selvaggina.

Ciro Flagella Rosso da amare – Offrirà i suoi genuini vasetti di pomodoro Rosso da amare.

Il 2° Classificato invece riceverà daPentole Agnelli: 1 Padella per mantecare alluminio 5mm personalizzata con nome e cognome + manuale strumenti di cottura + spilletta #NONTOCCATEMILAPADELLA + grembiule.

Da Riso Buono, 2 vasoni di Riso Buono e due vasi di farina di riso da 500g, mentre Boscovivo Tartufi lo ospiterà per una giornata di formazione presso l’azienda con realizzazione di piatti e degustazione tartufo* e gli consegnerà anche una confezione dei suoi prodotti. Infine Ciro Flagella Rosso da amare offrirà i suoi genuini vasetti di pomodoro Rosso da amare.

Il 3° Classificato si è assicurato invece una Padella per mantecare by Pentole Agnelli in alluminio 5mm personalizzata con nome e cognome + manuale strumenti di cottura + spilletta #NONTOCCATEMILAPADELLA + grembiule. In aggiunta avrà anche Due vasoni di Riso Buono, e grazie a Boscovivo Tartufi una Confezione di prodotti Boscovivo + corso di cucina con i loro prodotti*.

In aggiunta Ciro Flagella Rosso da amare – Offrirà i suoi genuini vasetti di pomodoro Rosso da amare.

Al 4° Classificato vanno da Pentole Agnelli, una Padella per mantecare alluminio 3mm personalizzata con nome e cognome + manuale strumenti di cottura + spilletta #NONTOCCATEMILAPADELLA + grembiule. Due Vasi di Riso Buono da 1kg e due vasi farina di riso da 1kg.  Boscovivo Tartufi invece gli consegnerà una Confezione di prodotti Boscovivo + libro Boscovivo “La cucina francese ha origini toscane?”. Infine Ciro Flagella Rosso da amare – Offrirà i suoi genuini vasetti di pomodoro Rosso da amare.

Al 5° Classificato andranno in premio invece unaPadella per mantecare alluminio 3mm by Pentole Agnelli, personalizzata con nome e cognome + manuale strumenti di cottura + spilletta + grembiule.

Riso Buono – Due vasi di Riso Buono da 500g e due vasi di farina di riso da 500g

Boscovivo Tartufi – Confezione di prodotti Boscovivo + ricettario Boscovivo

Ciro Flagella Rosso da amare – Offrirà i suoi genuini vasetti di pomodoro Rosso da amare.

*La formazione e i corsi di Boscovivo si realizzeranno in presenza o a distanza in base alla situazione Covid-19 del momento. 

Ma non finisce qui e Risate & Risotti sta pensando di elaborare un interessante progetto, ovvero raccogliere tutte le ricette del contest in un e-book da scaricare.

Il Supplì alla Giudia di Joanna Dlawichowska

Ingredienti:

5 carciofi piccoli
200gr di riso
400ml di brodo
carota
sedano
cipolla
burro
80gr di pecorino romano
mentuccia
olio di semi di arachidi
olio extravergine d’oliva
sale
pepe
1 uovo
farina
pangrattato

Preparazione:

Pulire i carciofi lasciando le foglie tenere e i gambi lunghi. Scavarli all’interno e privarli delle eventuali spine.Friggerli in abbondante olio di semi caldo. In una ciotola unire il pecorino grattugiato, la mentuccia tritata e il pepe. Creare una crema con un po’ di olio evo e procedere alla farcitura dei carciofi. Intanto preparare il brodo con sedano, carota e cipolla e un pò di scarti dei carciofi.

In un altro tegame, tostare il riso tre minuti. Portare a cottura versando il brodo bollente poco alla volta. Una volta cotto, mantecare con il burro, aggiustare di sale e di pepe e lasciare raffreddare su una teglia. Formare i supplì intorno ad ogni carciofo, lasciando il gambo scoperto. Passarli nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. Friggere i supplì a 170-175° per 3 minuti circa. Saranno pronti quando assumono il colore di noce chiaro. Tamponare con la carta per i fritti prima di servirli caldi ma non bollenti.