Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
Cibo da stradaNuove aperture

Supplizio: Arcangelo Dandini inaugura la terza sede capitolina

supplizio

Supplizio, in fortunato format dedicato al cibo di strada targato Arcangelo Dandini, compie 10 anni e festeggia con l’apertura di un terzo locale con tante novità: una carta dei vini e piatti del giorno da mangiare anche al tavolo.

Il supplì a Roma è un’istituzione tra gli street food. Croccante fuori, filante dentro. “Al telefono”, proprio come da tradizione capitolina. Lo si può trovare in tutte le rosticcerie ma se ci si ferma per un minuto ad elencare i migliori in città, senza dubbio uno dei primi nomi che viene in mente è il suo. Parliamo di Arcangelo Dandini, oste da cinque generazioni, che dal 2014 ha fatto della sua passione per i supplì un format vincente. Oggi, infatti, il suo Supplizio compie dieci anni e dopo la sede in via dei Banchi Vecchi e il banco all’interno del Mercato Centrale di Termini, è sbarcato anche nel quartiere Pinciano.

In via Bergamo, a due passi da Piazza Fiume, ha infatti aperto le porte la terza sede di Supplizio, ma con alcune novità. Stesso gusto di sempre, dunque, stessi supplì alla romana accompagnati da croccanti filetti di baccalà fritti, mozzarella in carrozza e polpette, ma nuovo format. Sì perché all’iconico cibo di strada, Dandini ha deciso di abbinare una carta dei vini più rappresentativi del territorio e una proposta di piatti del giorno in versione take away o da mangiare al tavolo.

“Supplizio nasce da una mia ‘ossessione alimentare’, nel senso buono del termine. Da bambino, durante le estati al mare passate ad Anzio, mia madre mi portava sempre in una rosticceria del posto e per merenda mangiavamo il supplì. Qui è nato l’amore, che poi in età adulta si è trasformato in qualcosa di più: mangiavo i supplì in tutte le rosticcerie di Roma e cercavo sempre il migliore”, racconta Dandini. “Per me è una grandissima soddisfazione essere riuscito a nobilitare un prodotto così semplice come il supplì e metterlo al centro di un progetto. Fondamentale è l’utilizzo di grandi materie prime. Il nostro supplì è un risotto riposato, panato e fritto”.

Il nuovo Supplizio

Supplizio a via Bergamo rispecchia nello stile i precedenti locali. Ma qui, in un ambiente caldo e curato dove fanno bella mostra di sé comodi e accoglienti divani, trovano spazio anche i tavoli e un grande bancone per un totale di 30 coperti.

Dunque nel nuovo Supplizio il cibo di strada si può consumare non solo take away ma anche al locale, come un in bistrot “veloce”, magari accompagnato da un bel calice di vino. Sì, new entry nel format di Dandini sono i proprio vini: una carta ben costruita di sole referenze laziali, proposte anche al bicchiere e selezionati per essere abbinate al cibo.

Il menu, seppur incentrato su Sua Maestà il supplì, presente sia nella versione originale con le rigaglie di pollo che nelle versioni più estrose come ad esempio quello alla Carbonara e Cacio e Pepe, presenta anche altri sfizi fritti (e non solo).

Spazio dunque al Panzerotto fritto ma anche al Filetto di Baccalà e Ajioli e alle Polpette di melanzane con ricotta salata, alle Mozzarelle in carrozza e alla Crema fritta.

Ma non è tutto. Come anticipato, dalla cucina di via Bergamo uscirà anche qualche piatto del giorno, tutti molto semplici:come gli gnocchi alla romana (con sopra cacio e pepe, burro e salvia o burro e alici), i cannolicchi (con pomodoro, pecorino, aglio e peperoncino) e la trippa.

“Il cibo è memoria. Sui sapori dei miei ricordi elaboro la carta dei miei ristoranti e dedico continuamente piatti a quello che ho vissuto”. Perché ora ho scelto via Bergamo? Una sera, uscendo dal cinema, volendo andare a mangiare qualcosa, mi sono reso conto delle altre botteghe già presenti nella strada: mi trovavo in una vera “street food”, il luogo per questa mia nuova avventura”, racconta Arcangelo Dandini.

Info utili

Supplizio

Via Bergamo 24, Roma

Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 15:30 e dalle 17 alle 22

Sito

Articoli correlati

Roma. In zona Ostiense arrivano i gyoza di Leo’s Factory

Redazione

Le nuove aperture a Milano di inizio anno

Camilla Rocca

Da Lecce a Milano: arriva Pescheria con Cottura

Annalisa Leopolda Cavaleri