Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Mercoledì 26 Febbraio 2020

Altarocca: resort con cucina gourmet nel cuore dell’Umbria

altarocca

Un’oasi del benessere immersa nel verde a due passi da Orvieto, una cucina d’eccellenza, semplice e gustosa, che affonda le radici nella tradizione gastronomica locale. Tutto questo è Altarocca Wine Resort

Venti ettari di vigneti e uliveti, adagiati ai lati di dolci colline verdi che, a vederle da lontano, grazie agli alberi e agli arbusti, sembrano quasi esser morbide come comodi guanciali. Uno spettacolo stupefacente per tutti i sensi. Gli occhi, appagati da tanta bellezza, si rigenerano al primo sguardo. Il naso, inebriato da tanti profumi diversi, si lascia conquistare dai profumi di erbe aromatiche, piante e terra umida così come dai sentori di cucina tradizionale, che, trasportati dal vento dalle lontane case, appagano anche il gusto.

Al centro di tanta bellezza, viva e luncente, non lontano dalla rupe di tufo dove troneggia Orvieto, un resort in pietra dove relax e calore familiare sono al centro dell’accoglienza.
Tra piscine baciate dal sole, centro benessere, palestra ed escursioni in bicicletta, Altarocca è, senza dubbio, un luogo incantato dove potersi concedere una vacanza rilassante lontano dal caos e dalla frenesia della vita in città.

La proposta gastronomica di Altarocca

Immancabile, ovviamente, in questa straordinaria cornice umbra, una proposta gastronomica d’eccellenza, figlia di un patrimonio enogastronomico secolare, fortemente legato ai prodotti del territorio, lavorati con semplicità e genuinità.

Altarocca infatti, fin dal mattino, propone colazioni salutari ed energizzanti a base di fragranti brioche, torte, biscotti e pane fatto in casa, ma anche marmellate, frutta fresca, yogurt e ricotte preparate dalle sapienti mani dei contadini locali oltre ad un vasto assortimento di specialità salate come uova, salumi e formaggi del territorio.

Le ricette della tradizione sono inoltre alla base della proposta gastronomica del ristorante Altarocca, suddiviso in tre diversi ambienti, panoramici e raffinati: una zona dedicata agli ospiti dell’albergo, con piatti di grande qualità ma per tutti i giorni, una gourmet e un bistrot. Tutti i menu sono rigorosamente realizzati con materie prime del territorio, fresche e di stagione, con particolare attenzione alle proposte vegetariane, vegane e gluten free.

Altarocca Invium

Altarocca Invium Gusto Gourmet è l’ambiente più intimo e raffinato della struttura. Il profumo di fiori, la luce soffusa delle candele e l’incantevole vista sul tramonto, fanno da sfondo a una proposta gastronomica di alto livello che affonda le sue radici nelle ricette tradizionali, esaltate da materie prime di agricoltura biologica, quasi tutte autoprodotte, come i vini della Cantina Altarocca e l’olio extravergine di oliva.

In cucina, da sei anni a capo dell’abile brigata, lo Chef Giangiacomo Blesio, originario di Brescia con alle spalle importanti collaborazioni, anche”stellate”, come ad esempio Berton e Walter Radaelli.

La sua cucina è il perfetto connubuio tra territorialità, tradizione, tecniche di cottura moderne e materie prime genuine.

In menu, tra gli antipasti, troviamo uno dei cavalli di battaglia dello chef: i fiori di zucca farciti con ricotta e verdure, gratinati in forno e serviti con pomodori ciliegino, olive taggiasche e pesto di basilico e cialda di parmigiano croccante.

Tra i primi, imperdibili le tagliatelle di grano “Storico Timilia” Bio con ragù di anatra e timo, così come i ravioli farciti di zucca, tartufo bianco e salvia, mentre, tra i secondi, impossibile non provare il carrè di agnello, cotto a bassa temperatura, con senape, millefoglie di patate all’aneto e crema di topinambur come anche la sella di cervo rosolata, cavolo rosso ripassato, salsa al Mirto e cialda d’avena.

Due i menu degustazione: tradizionale, con fegatini di cinta senese e insalatina di spinaci e grani di senape, tagliatelle, ravioli e agnello, e vegetariano con sformatino di verza, salsa di zucca e polvere di caffè, crema di patate viola con funghi porcini, linguine alla crema di caprino e fichi e burger di quinoa, cavolo rosso e salsa allo zafferano. Dulcis in fundo: crostatina di ricotta e visciole con salsa al rum.

“Con la mia cucina cerco sempre di coniugare la territorialità, la semplicità delle ricette e l’altissima qualità delle materie prime. Nella mia carriera ho avuto la fortuna di avvicinarmi alle grandi cucine e di apprendere le più moderne tecniche di cottura. – ci racconta lo chef – Amo molto giocare con le cotture, dalla cottura sottovuoto alle conservazioni, fino ad arrivare alla cucina molecolare, senza però allontanarmi troppo da quelle che sono le nostre importanti radici culturali ed enogastronomiche.”

Info utili

Altarocca Wine Resort

Loc. Rocca Ripesena, 62 – 05018 Orvieto (TR)

Tel: 0763 344210 / 393437

Mail: info@altaroccawineresort.com

Sito

Pagina Facebook