Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
I piaceri della carneRistoranti

Dupon Meat House: la steakhouse che non ti aspetti a nord di Roma

Carni da tutto il mondo cotte nel Josper, su richiesta anche in versione “reverse”, e pop art in un locale fuori dagli schemi e dai soliti circuiti. A Monterotondo c’è Dupon Meat House.

Non è un luogo per deboli di cuore questo. E nemmeno per i vegetariani. Qui protagonista indiscussa è la Carne, dall’antipasto al dolce. Ma andiamo con ordine e iniziamo a geolocalizzare questo tempio della “ciccia”. Dupon Meat House si trova a Monterotondo, una piccola cittadina situata a Nord di Roma, lungo la via Salaria. L’avevamo anticipato che si trovava lontano dai soliti circuiti ma, per guardare il bicchiere mezzo pieno, qui il parcheggio non manca mai.

Luci a neon, quadri di pop art e piante verdi accolgono fin dall’ingresso. L’ambiente è colorato, informale e giovane. Poco più che trentenni, d’altra parte, sono anche i due proprietari. Antonio e Alessandra, marito e moglie che, dal 2007, hanno deciso di dedicarsi alla ristorazione con anima e cuore, crescendo, anno dopo anno. Un’evoluzione, infatti, è stata quella di Dupon (un nome di fantasia che deriva dal soprannome che Antonio aveva insieme al cugino) che da semplice paninoteca notturna si è trasformato in ristorante di qualità passando attraverso la formula dell’hamburgeria e del pub con cucina. Poi la svolta innescata da un viaggio in Spagna di Antonio.

“Sono stato a Barcellona con mio cugino e ho avuto una folgorazione entrando in un ristorante. Sono stato colpito dalle celle di maturazione della carne e ho capito che quella doveva essere la nostra strada. Così al ritorno in Italia ho studiato molto per farmi una cultura sui diversi tagli di carne, sulle marezzature e sulle frollature. Dopo aver ampliato il locale siamo partiti con un menu vastissimo di carne di qualità. Oggi ci siamo ridimensionati ma in futuro torneremo ad allargare l’offerta e magari a replicare il format anche a Roma, possibilmente anche con la griglia a fuoco vivo. Spero presto”.

E il progetto è quasi avviato. L’inarrestabile Antonio, d’altronde, non è uno che si ferma. Oltre a Dupon Meat House è proprietario di un altro ristorante, sempre a Monterotondo, ma dedicato alla cucina da trattoria, quella delle nonne: Tinello Mentuccia.

Dupon Meat House

La proposta gastronomica

Tornando a Dupon Meat House, la proposta gastronomica è tutt’altro che limitata. Il menu, colorato e “pop”, è un tripudio per la gola con evidenti rimandi internazionali. Si parte dagli Hot Starter come il Lingotto di Wagyu della macelleria Onishi di Kyoto, servito con salsa teriyaki e wasabi, e il Tonkatsu alla Dupon. Da provare il Pulp Pastrami di Black Angus servito con maionese all’aglio bruciato nel Josper, cetriolini in agrodolce e salsa chimichurri.

Tra i Carpacci, imperdibile il “Best Seller” Frollato di Rubia, un carpaccio di picanha frollata oltre 60 giorni e condito solamente con fiocchi di sale maldon e olio. Tra le Goloserie, le Bombette sono sicuramente da provare: polpettine di carne e cheddar avvolte nel bacon e glassate con salsa BBQ.

Via libera poi alle Tartare come la Waguy Special Guest, servita in purezza, e la golosa Carbotartare con zabaione alla carbonara e guanciale croccante, disponibile anche in versione XL.

Da condividere i Taglieri tra i quali consigliamo vivamente la Selezione di Fassona servita in tre tagli: tartare in purezza, carpaccio di picanha e bresaola fatta in casa. Consistenze differenti ma una scioglievolezza avvolgente.

Tripudio per gli occhi e per il palato è poi la carne , T Bone o Costata, cotta al Josper. Ottima la AS Lux Frisona, succosa e tenera, con il suo grasso croccante fuori e fondente dentro. Bonus: la carne viene servita in purezza. Tutti i condimenti, dal sale in diverse profumazioni, alle spezie, vengono serviti a parte.

Un paragrafo a parte merita la questione della cottura “Reverse”. Si tratta di un particolare metodo di cottura, conosciuto anche come metodo Finney, al contrario. La tecnica infatti prevede la precottura della carne in forno intorno ai 55° per poi essere passata velocemente sulla griglia. Il risultato è quindi una carne cotta a bassa temperatura, quindi in modo più uniforme, tenera e con una crosticina più sottile in superficie. Si tratta di un tipo di preparazione più lunga, da fare su determinati tagli di carne, che da Dupon Meat House può essere preventivamente ordinata.

“Lo spettacolo continua” recita il menu e The Real Picanha con salsa chimichurri a base di prezzemolo, aglio e peperoncino, altro piatto tra i Best Seller di Dupon, merita davvero.

E se la felicità non è ancora abbastanza, il menu prosegue con i Burger, Brisket BBQ e patatine fritte, anche in versione XL, ma anche Polpette di pulled pork e Stick di pollo.

I dessert realizzati da Alessandra, poi, sono un altro paio di maniche. Abbiamo provato Ice Mango, fresco, croccante e cremoso con la golosa coulis di lamponi, ma per i più golosi imperdibile è Sussulto del cuore, una golosissima cheesecake con burro di arachidi, caramello salato e arachidi pralinate.

Ma non è finita. Nel prossimo menu primaverile ci sarà anche un dolce nuovo: un gelato al fiordilatte con bacon di Black Angus, caramello salato al tallow pop corn al caramello salato e crumble aromatizzato al tallow e vaniglia. Perché come avevamo annunciato, da Dupon Meat House la carne è protagonista, dall’antipasto al dessert.

Vale la pena, dunque, raggiungere a Monterotondo per vivere l’esperienza Dupon? La risposta è sì! E la clientela affezionata lo sa bene perché arriva da ogni parte della città per assaporare e scoprire i diversi tagli di carne che, nelle serate Meat D (gli eventi che periodicamente Antonio e Alessandra organizzano) vengono raccontate direttamente dagli allevatori e selezionatori. Perché la filosofia di Dupon Meat House è solamente solleticare il palato ma anche diffondere la cultura della carne di qualità.

Info utili

Dupon Meat House

Via dello Stadio, 37, 00015 Monterotondo RM

Tel: 06 9724 3703

Orari: aperto tutti i giorni, pranzo e cena

Sito

Articoli correlati

Elio e ‘Ino Panino, le novità d’estate targate The Hoxton

Carolina Carbonari

Masseria Giòsole: a Capua un’oasi di gusto e natura

Nadia Taglialatela

A portata di mare: Pescaria apre a Napoli in Piazza Vittoria

Arianna Esposito