Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici • Sabato 19 Ottobre 2019

Roma. Il Rione Monti celebra il maritozzo con Marì

marì

Dolci, salati e gourmet (anche in formato “mini”). Il maritozzo, famoso pane dei sette colli, ha una nuova casa, nel cuore di Roma

Marì. Questo si legge sulla nuova insegna luminosa al numero 31 di Via Urbana. Dentro, una piccola bottega con pareti allegre e colorate, sui toni del verde e del bronzo, con un tocco vintage e un bancone ricolmo di prelibatezze oltre a un alto scaffale con barattoli, bottiglie e conserve.

Marì, inaugurato poche settimane fa, è la nuova casa del maritozzo, storico pane dei sette colli, nata dalla volontà di Pulika Calzini, ristoratore nato e cresciuto proprio nel Rione Monti, di celebrare un prodotto antico e tradizionale, gustoso e poliedrico, ideale sia per un pasto veloce che per una pausa golosa.

“Il maritozzo è un contenitore magico che ti consente di spaziare tra dolce e salato, passato e presente. È perfetto, è denso di storia, volubile e ideale per giocare con i sapori, gli abbinamenti, i colori… Non potevamo che farlo rinascere a Monti, il nostro Rione sospeso tra tradizione e creatività.”

Il menu propone un’ampia varietà di ripieni e di impasti (realizzati da Roscioli). La lista si divide tra proposte dolci e salate, tutte disponibili in due formati (classico e mini).

C’è il “Venezia” con baccalà mantecato, scalogno piacentino e pepe rosa, il “Fortunato” con culatello, carciofi alla cafona e maionese home made, il “Sud” con stracciatella di bufala, broccoletti e alicioti e il “Marchigiano” con ciauscolo, stracchino e rucola. Da provare assolutamente il “Romagnolo” con mortadella, squaquerone e giardiniera di verdure, il “Greco” con mousse di feta, pomodorini, cetriolo, origano e olive Kalamata e il “Radical Fish” con filetto di salmone affumicato, avocado e chantilly di caprino.

Imperdibili i maritozzi romani come il “Remo” con polpette al sugo e il “Romolo” ripieno di coda alla vaccinara realizzato però con un impasto vegano alla curcuma e semi di papavero (senza latte e uova).

Impossibile non provare i maritozzi dolci, da quello classico con panna montata espressa a quello con crema di nocciole (fondente o al latte) o con il mascarpone e la nocchiella. Ma per i veri golosi, il mio consiglio è “Ottavia”, il maritozzo ripieno di ricotta e ricoperto di gustosissime visciole.

Ad accompagnare i maritozzi bevande analcoliche, succhi di frutta biologica, birre artigianali, vini e una selezione di cocktail pronti da bere e affinati in bottiglia di Keynco.

“Il nostro logo – confida Pulika – ricorda un anello. Questo perché anticamente il maritozzo veniva usato per contenere l’anello di fidanzamento durante le proposte di matrimonio. Chissà, magari. un domani, anche noi inizieremo a farlo. Per il momento, stiamo studiando un modo per rendere i nostri maritozzi colorati ad esempio utilizzando nell’imasto il nero di seppia o le rape rosse”.

Info utili

Marì

Via Urbana 31, Roma

Tel: 06 78312842

Orari: aperto dal lunedì al mercoledì dalle 10:00 alle 19:00, venerdì e sabato dalle 10:00 alle 22:00, domenica dalle 10:00 alle 19:00. Martedì chiuso

Sito

Pagina Facebook