Magazine di ristorazione e itinerari enogastronomici
NovitàNuove aperture

Roma: le nuove aperture d’autunno in città

Polpette senza glutine, ramen giapponese, sushi e bollicine. L’autunno romano è ricco di nuove aperture e noi vi raccontiamo quelle che ci hanno intrigato di più.

Le temperature non sono propriamente quelle dell’autunno. Lo ammetto. E anche i colori del foliage, almeno qui in città, stentano a raggiungere quelle tonalità calde e avvolgenti del giallo e dell’arancio. Il tempo delle caldarroste a bordo strada, vendute nei cartocci da passeggio, sembra ancora lontano ma, fortunatamente, Roma ci regala qualche piccola sorpresa che ci fa ben sperare.

Queste ultime settimane hanno infatti portato una ventata (calda!) di novità. Nuove insegne hanno iniziato a brillare pronte a soddisfare tutti i palati e tutte le esigenze alimentari. Noi, da piccoli scopritori di golosità, ve ne indichiamo alcune che ci hanno incuriosito.

Polpetta Gluten Free

Partiamo il nostro viaggio alla scoperta di nuovi tesori e nuove tendenze gastronomiche partendo da uno dei piatti più cari alla cucina popolare: le polpette. Ogni famiglia ne custodisce una ricetta. C’è chi le fa di carne, chi di pesce, alcuni le fanno di legumi, altri di zucchine e melanzane. Fritte o al tegame. Le polpette, questo è certo, piacciono a tutti. Ma come ingrediente di base, in quasi tutte le varianti, c’è il pane.

Ecco quindi la brillante idea di Giovanni Nerini, che ha fatto dello slogan “tutto è polpettabile” un vero e proprio mantra: creare un punto vendita adatto agli amanti delle polpette ma senza glutine. A due passi dal Gazometro, insieme ai soci Andrea Laurenza e Alessio Di Cosimo, dopo aver creato l’unico brand che celebra uno dei must della cucina tradizionale italiana con 4 ristoranti di Polpette, ha presentato Polpetta Gluten Free.

Il locale ospita fino a 50 posti all’interno più 15 nel dehor esterno. L’ambiente è informale e arredato con i toni del rosso e del grigio.

Il menu offre tutti i piatti disponibili nelle altre sedi, ma in versione rigorosamente senza glutine: via libera quindi alla cassetta di polpette da degustazione (anche in versione vegetariana), dalle classiche alle più amate, come quelle al Pollo fritto servite con una honey mustard homemade, le polpette al Gulasch ungherese con patate e le tipiche Amatriciana e Cacio e pepe. Presente anche il Polpburger: panino con polpetta grigliata di Scottona, lattuga, pomodoro, cipolle caramellate e patatine fritte.

Non mancano poi come le polpette di Ceci, pomodori secchi, curcuma, cipolla rossa e salvia, con salsa di yogurt e menta o quelle con Piselli, basilico e formaggio vegano Gondino con salsa al pomodoro.

E per dessert? Polpette dolci come create in collaborazione con Maria Agnese Spagnuolo di Fata Morgana (ve ne avevamo parlato qui): la polpetta di gelato fritto “zuppa inglese”.

Polpetta Gluten Free – Via del Gazometro, 32 – Roma. www.polpetta.it

Osteria Giapponese Akira

akira ramen bar torino

Akira Yoshida non si ferma. A un anno dall’apertura del suo ultimo locale a Fiumicino che coniuga la tradizione più autentica giapponese alla carte di qualità di una delle più storiche realtà locali, il giovane imprenditore riparte con un nuovo progetto. Lo scorso 14 ottobre, tra Pigneto e Prenestina, ha aperto la sua prima Izakaya cioè una vera e propria Osteria Giapponese.

Nato dalla collaborazione con lo chef Nakai Jino che ne ha firmato il menu, il locale ha come obiettivo quello di far scoprire la vera tradizione gastronomica nipponica ma rivisitata con uno spirito pop. Il menu viaggia sul binario classico del Ramen Iekei Tonkotsu, senza abbandorare la verve più street food con Yakisoba, Udon, Okonomiyaki, Takoyaki e Gyoza e Bao.

Immancabile il banco del sushi a vista con nigiri e roll espressi, donburi giapponesi e sashimi. Molte proposte vegetariane per dare finalmente risalto alla cucina vegetariana giapponese. Completano il menù una carta dei dolci ricchissima di preparazione casalinghe quotidiane e veri must della pasticceria giapponese dai mochi ai dorayaki, dai moderni bao al cioccolato a budini stagionali con materia prima freschissima. 

E ad accompagnare, drink e sake in pieno stile Izakaya.

Osteria Giapponese Akira – Via Prenestina, 232. Tel. 06 89346563

Goki Sushi

Rimaniamo in tema cucina nipponica ma, dalla Prenestina ci spostiamo a San Paolo dove ha da poco aperto un nuovo locale targato Goki Sushi. Seconda creazione del giovane imprenditore Erik Lu, già proprietario del ristorante in zona Bufalotta, noto anche per i suoi video su Tik Tok, Goki Sushi ha, già dall’arredamento e dal design, un a particolare propensione all’estetica. Il rosa è il colore dominante richiamando alla memoria il colore dei ciliegi in fiore tanto cari al Giappone. Neon, rami fioriti, rimandi al lunapark, tutto è studiato per creare un ambiente coinvolgente e instagrammabile.

E se l’occhio vuole la sua parte, anche il palato merita attenzione. E per questo Erik, che è anche sushiman, periodicamente studia nuovi piatti per non far annoiare i propri clienti affezionati, anche grazie alla collaborazione con lo chef italiano Gaetano Costa. Nasce così il Supplì orientale – Riso okomesan condito con aceto di riso e mozzarella, fritto nel panko con cuore di philadelphia e salmone crudo, per finire salsa teriyaki e cipolline. 

Spazio poi ai Rolls con riso alla barbabietola, salmone e philadelphia, miso esterno scottato e nachos home made; Sandwich e supplì all’orientale ma anche piatti fuori menu come Uramaki, Nigiri e Gun maki impreziositi da oro edibile.

Per finire, i dolci direttamente dalla più golosa pasticceria giapponese di Roma, Hiromi Cake (ve ne avevamo parlato in questo articolo) e una vasta selezione di Whisky (Akashi Meisei, Akashi Blended, Tenjaku pure malt, Shinobu Oak pure malt) e Gin giapponesi (Roku, Tokiro, Okinawa Masahiro) oltre alla partnership con Sapporo, il marchio di birra più antico del Giappone.

Goki Sushi – Viale Giustiniano Imperatore, 17 A – Roma. Tel 0669211392 – www.gokisushi.it

Bolle Cicchetteria di Quartiere

Torniamo in Italia, gastronomicamente parlando, in questo viaggio attraverso le nuove aperture dell’autunno. Più precisamente, facciamo tappa nel quartiere Prati, in Piazzale degli Eroi. Qui, proprio in un angolo, ha aperto Bolle. Si tratta di una cicchetteria di quartiere a conduzione familiare aperta da tre fratelli giovani e con voglia di sperimentare: FlaminiaLorenzo e Guglielmo Cavallo.

Nati nel mondo delle pizzerie con Alice Pizza e tra i tavoli del ristorante di famiglia Zigaetana, i tre puntano a rivoluzionare il modo di fare l’aperitivo puntando su piccoli cicchetti dalla cucina abbinati a, come si intuisce dal nome, calici di bollicine.

L’ambiente è accogliente, piccolo e informale, dal design artigianale, caldo e dal richiamo industria e dalle linee geometriche. le pareti sono tappezzate di bottiglie su scaffali in ferro battuto che creano volumi e figure differenti.

La proposta gastronomica si apre dalle prime luci del mattino con la colazione tra muffin, cornetti e ciambelloni, club sandwich e uova strapazzate abbinate a varie miscele di caffè.

A pranzo via libera a insalatone, fritti e cicchetti come tartare, carpacci e bottoncini con ventresca di tonno, bruschette con stracciatella e alici del Cantabrico, fettuccine di kamut con ragù di cinta senese. Il cliente può scegliere tra 3 formulecicchetti (ideale per un pranzo veloce ma variegato nei sapori), 10 15 cicchetti in cui ci si affida completamente allo chef che ha il compito di studiare il percorso di degustazione più adatto, spaziando dagli antipasti ai secondi, fino ai dolci. 

Bolle presta anche grande attenzione alla Mixology ed ecco che interviene Pino Mondello, noto Bar Manager che, per l’occasione, ha fatto un lavoro sulle diverse tipologie di Spritz e sulle particolarità dei Gin, per esaltare e accompagnare al meglio le proposte della cucina. Le birre artigianali dell’Eremo completano l’offerta del beverage insieme a vini classici e biologici, per un totale di 60 etichette italiane in carta.

Bolle – Piazzale degli Eroi 19, Roma. Pagina Facebook

Articoli correlati

Arriva la Fanta “made in Sicily” con le Arance Rosse Siciliane IGP

Manuela Zanni

Niko Romito apre a Roma il settimo Ristorante per Bulgari Hotels & Resorts

Sara De Bellis

A Milano apre YamaCaffè

Giorgia Galeffi